Julius Nattinen gran debutto. Ingenuità e OT fatale per l’Hcap

julius nattinen

Julius Nattinen a segno al debutto, ottima la sua prova. Ambrì ingenuo e beffato, esce dalla Ilfishalle con un misero punto.

Langnau – In terra d’Emmental l’Ambrì è stato chiamato a dare continuità alla vittoria con il Ginevra a Les Vernets, ma purtroppo così non é stato.  Anzi la beffa in overtime ha lasciato agli uomini di Cereda il bottino di un misero punto,  quando a soli pochi secondi dalla fine l’intera posta era più che a portata di mano. È stato anche il debutto di Julius Nattinen che ha messo la firma con una pregevole prestazione e la rete del provvisorio vantaggio biancoblu al 37′. Messo in terza linea con Grassi e Dal Pian, più di una volta si è distinto con iniziative di pregevole fattura,  segno che il giocatore c’è eccome.  Quello che è mancato ai leventinesi è stata la malizia nel gestire il forcing finale dei padroni di casa,  l’esperienza e la capacità di andare a rete con gli altri attaccanti.

julius nattinen
Debutto positivo con rete e iniziative personali per Julius Nattinen

Nemmeno eccelsa è stata la prestazione di Conz, troppo incerto. Salvato subito da Weibel,  che non è stato in grado di ribattere a rete il disco non trattenuto dal portiere giurassiano,  anche in occasione del pari di Earl al 58′ ha lasciato un po’ a desiderare.  Se Conz ha ballato,  i difensori certo non lo hanno aiutato più di quel tanto, ma è stato nel complesso un Ambrì che ha giocato l’intero incontro a sprazzi, basando il tutto su iniziative personali: il punto di Julis Nattinen è  stato l’esempio più lampante.

JULIUS NATTINEN
Anche Michael Fora a segno alla sua maniera dalla blu

Par quanto la prestazione non sia stata eccelsa, comunque l’Ambrì le sue reti le ha fatte,  fino al 59′ era anche meritatamente in vantaggio poi tutto è svanito nel peggiore dei modi.  Sì è visto anche una buona prestazione di Fora,  sua la rete del pareggio leventinese  al 35′ in power play con una sassata dalla blu.  Per quanto riguarda i padroni di casa, hanno fatto la loro onestà partita, reduci dalla scoppola con il Ginevra Servette,  gli uomini di Rikard Franzen hanno capitalizzato al massimo il forcing finale.

Annuncio Pubblicitario

In vantaggio con Andersons Toms, al 22′ hanno sprecato e subito il ritorno dei biancoblu, il punto in overtume di Erik Brannström, è stata la classica ciliegina sulla torta,  ma tant’è,  quando ci si complica la vita,  la beffa arriva come una sentenza che mette ordine a tutte le cose. Ottima anche la prova tra i tigrotti di Robbie Earl, giocatore d’esperienza che, oltre al mancato raddoppio,  ha avuto il merito non solo di pareggiare l’incontro a un minuto dal fischio finale,  ma di fornire l’assist vincente in overtime

julius nattinen
Per Conz una prestazione alquanto discutibile

Per l’Ambri è stata una mazzata,  il punto non muove più di quel tanto la classifica, restano i problemi di sterilità offensiva,  Zwerger, Muller e Flynn non pervenuti,  soprattutto quest’ultimo in grado di gettare al vento  l’1-3 che avrebbe indirizzato l’incontro a favore degli ospiti. Ora occorre buttarsi sullo Zugo domani sera alla Valascia,  ma l’avversario non rappresenta certo l’ideale per mettere il cosiddetto fieno in cascina, tuttavia nulla è scontato e mai porre limiti nemmeno alla provvidenza.

Julius Nattinen: una piacevole sorpresa,  se il buon giorno si vede dal mattino, Cereda può fare affidamento sull’attaccante finlandese in attesa che anche gli altri attaccanti inizino a fare la loro parte. Autore anche di pregevoli spunti, e’ sempre stato una spina nel fianco dei padroni di casa.

Michael Fora: il difensore sta ritrovando la forma,  dopo un inizio di stagione incerto anche a causa di un infortunio,  questa sera è andato a segno alla sua maniera dalla blu.

Scl Tigers – Hc Ambrì Piotta: 3-2 d.s. (0-0, 1-2, 1-0, 1-0)
Reti: 22’28” Andersons (Schilt, Kuonen) 1-0; 35’51” Fora (5c4) 1-1; 37’22” Nättinen (Dal Pian) 1-2; 58’56” Earl (6c4) 2-2; 64’49” Brannström (Earl, 4c3) 3-2.
Hc Ambrì Piotta: Ciaccio; Ngoy, Fora; Fischer, Hächler; Pezzullo, Fohrler; Dotti. Horansky, Flynn, Kneubühler; Zwerger, Müller, D’Agostini; Nättinen, Dal Pian, Grassi; Bianchi, Kostner, Trisconi; Rohrbach.
Penalità: 6×2’ Langnau; 4×2’ Ambrì.
Note: Ilfishalle, 2’005 spettatori. Arbitri: Urban, Hendry; Wolf, Betschart

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento