Hc Lugano poco fortunato, poco preciso, una tipica serata no

[ethereumads]

Hc Lugano sconfitto quattro a zero dai sangallesi davanti al proprio pubblico, un risultato che va oltre i propri demeriti.

Lugano – Onestamente questa sera contro il Rapperwil si cercava continuità nei risultati per risalire dall’undicesimo posto al quale l’Hc Lugano per mille ragioni continua a rimanere inchiodato. Con molta onestà nessuno si aspettava una sconfitta così pesante soprattutto dal punto di vista numerico. Sia chiaro, è stata una partita molto tirata, povera di emozioni, molto tattica dove i due portieri Koskinen da una parte e Nyffeler (shutout, ndr) dall’altra si sono dimostrati all’altezza della situazione.

Hc Lugano
Arcobello fatica a riprendere la confidenza con la rete

Ogni partita fa sempre storia a se e molto spesso sono gli episodi a far girare gli incontri a favore o contro, a secondo di quale punto di osservazione si guarda una partita. Mentre ieri sera con l’Ajoie la rete di Josephs nel momento cruciale e più favorevole ai padroni di casa, ha girato l’incontro a favore dei bianconeri, questa sera gli episodi non hanno mai sorriso al Lugano. Specialmente in occasione della rete di Zangger dove una leggera deviazione di Riva ha messo fuori causa Koskinen, ma ancora più beffarda la rete di Cajka del raddoppio in cui è stata determinante la complicità di Oliwer Kaski.

Hc Lugano
Gianinazzi ha provato in tutti i modi a dare una scossa alla squadra

Per il difensore finlandese sembra non esserci pace in questa stagione con la maglia del l’Hc Lugano, nulla gira nel verso giusto, un giocatore che non e’ ancora riuscito a trovare la condizione. Sembra aver perso un po’ tutte le sue qualità che aveva messo in mostra nell’arco della sua carriera ma soprattutto in Khl. La terza e la quarta rete dei sangallesi,  alla fine della fiera, hanno reso più pesante e amara la sconfitta.

Un Hc Lugano poco fortunato, poco preciso e molto leggero in attaccco, Arcobello dopo la carica subita nella gara casalinga con il Langnau  fa ancora fatica a ingranare e trovare la condizione. Connolly, come ieri sera, qualche buono spunto personale, ma nulla piu’, Granlund qualche pericolo in fondo l’ha creato ma Nyffeler ha fatto la differenza.

Sicuramente da quando Gianinazzi si è seduto sulla panchina del Lugano tante cose sono cambiate in positivo, ma e’ lecito aspettarsi qualcosa di più? Francamente noi non abbiamo il titolo per dare la giusta risposta e non e’ nemmeno il momento opportuno. Sicuramente a Lugano si nutrono sempre alte aspettative però il giovane allenatore ci sta giustamente mettendo molto del suo in virtù di aver ereditato una situazione alquanto pesante e complicata.

Hc Lugano
Di Kaski ci si ricorda solo il numero di maglia

A lui va tutto il nostro sostegno e comunque sia anche sullo 0-0 ha cercato di cambiare un po’ l’assetto tattico della squadra cercando di dare una scossa ma la serata non era di quelle più concilianti. I sangallesi sono sicuramente un avversario di tutto rispetto e non a caso occupano il quarto posto in classifica. I bianconeri avevano tutti i numeri per poter far loro l’incontro ma non sempre le cose vanno come si vorrebbe e a volte la fortuna non ti da nemmeno una mano.

Martedì 20 dicembre l’Hc Lugano sarà di scena in terra burgunda con il Gotteron e alla luce di quanto visto nella sfida precedente sfida sempre alla Bcf Arena si può lecitamente pensare che possa ottenere anche un risultato positivo. Questa sera la nota lieta è stato sicuramente il buon forechecking che i bianconeri hanno fatto per buona parte dell’incontro, cercando sempre di recuperare i dischi in zona neutra, imbrigliando la manovra degli avversari e non è un caso che la partita si sia sbloccata  solo al 35’.

Sicuramente c’e’ ancora parecchio lavoro per alzare ancora di più l’asticella ma è sempre bene guardare il bicchiere mezzo pieno. Il cammino in regular season comunque sia è ancora lungo, i punti a disposizione sono ancora tanti e sicuramente la situazione in classifica odierna e’ più che altro molto influenzata dal disastroso inizio di campionato.

Hc Lugano – Scrj Lakers: 0-4 (0-0; 0-1; 0-3)

Reti: 35’14” Zangger (Baragano) 0-1; 48’41” Cajka 0-2; 54’31” Brüschweiler (Wick) 0-3; 58’28” Wick (Forrer) 0-4.

Hc Lugano: Koskinen; Mi. Müller, Alatalo; Riva, Andersson; Guerra, Kaski; Wolf; Granlund, Arcobello, Connolly; Ma. Müller, Thürkauf, Zanetti; Josephs, Morini, Fazzini; Gerber, Herburger, Vedova; Bedolla.

Penalità: Lugano 3×2′; Rapperswil 2×2′;.

Note: Cornèr Arena, 5’534 spettatori.

Arbitri: Kohlmüller, Hungerbühler; Burgy, Gurtner.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento