Nicola Mosti in zona Cesarini, un bel Como sconfitto di misura

nicola mosti

Si infrange in pieno recupero il sogno degli azzurri di bloccare la favorita per la vittoria finale del girone A.Di Nicola Mosti la giocata decisiva al 92′.

Sfida di cartello al Sinigaglia in occasione della terza giornata di campionato. A dirlo è la classifica, che vede Como e Monza in testa dopo due giornate con gli stessi punti, oltre che un bilancio gol fatti e subiti molto simile (4-0 per i comaschi, 4-1 per i brianzoli). Ambizioni e budget sono ovviamente diversi, ma in campo questa differenza, questa domenica, non si nota. Le formazioni iniziali sono praticamente quelle annunciate alla vigilia, gli azzurri superano le difficoltà iniziali giocando poi una partita ordinata e diligente. Tutto ciò sembrerebbe sufficiente per strappare un punticino alla corazzata del girone A, basta fino a centoventi secondi dalla conclusione quando il neo entrato Nicola Mosti diventa il match-winner odierno.

nicola mosti
Striscione di sfottò da parte della curva lariana

Incontro che inizia con qualche minuto di ritardo per riparare la rete della porta difesa da Facchin nella prima frazione. E’ una squadra arrembante quella ospite in avvio di gioco, in grado di collezionare subito due occasioni limpide. Al 2′ Bellusci cambia gioco per Lepore che mette in mezzo, Finotto non esita a calciare ma Facchin è bravo a respingere. Due minuti più tardi è Chiricò a rientrare al limite dell’area e provarci con il mancino, l’estremo difensore lariano si rifugia in angolo. Brianzoli che provano a fare del possesso palla la loro prerogativa, con i locali che ci provano timidamente al 12′ con una conclusione dal limite di Marano, non con il suo piede preferito, che si spegne sul fondo. Da qui in poi però i padroni di casa acquisiscono fiducia, l’incontro subisce una lunga fase di stanca considerati gli innumerevoli duelli a centrocampo. Al 35′ brutto intervento di Bellusci su Raggio Garibaldi che viene sanzionato con il giallo, mentre qualche secondo più tardi arriva finalmente il primo corner del match per i locali. Al 40′, dopo tempo immemore, si rivede un tentativo sul manto erboso del Sinigaglia: il tiro da fuori area di Ganz termina abbondantemente lontano dal secondo palo difeso dall’ex Lamanna, così come quello svirgolato da Iocolano a centro area al 42′. Non succede più nulla, Como 1907 e Ac Monza al riposo sul 0-0.

A inizio ripresa Chiricò prova a infiammarsi con una giocata delle sue, vince un duello individuale incuneandosi in area ma il tiro viene smorzato dalla retroguardia comasca. Al 53′ piccolo brivido per i biancorossi, quando un tiro da fuori di Iovine non viene trattenuto da Lamanna, con quest’ultimo però che rimedia in un secondo momento. Occasionissima brianzola al 58′ che nasce dai piedi di Chiricò, conclusione dal vertice destro dell’area che dopo essere stata deviata dalla schiena di Solini acquisisce una traiettoria arcuata che si stampa sulla traversa. Mister Brocchi si dimostra insoddisfatto del proprio reparto d’attacco, sostituendo contemporaneamente Brighenti e Finotto con Gliozzi e Marchi. E’ sempre il n° 7 dell’Ac Monza a creare grattacapi ai lariani, suo l’assist per D’Errico che calcia a botta sicura ma Iovine è provvidenziale in  prossimità della linea di porta a salvare. Como che dal canto suo ripropone qua e la qualche ripartenza, come quella ben sviluppata al 74′ con Ganz, Miracoli e Marano protagonisti. Cross dalla sinistra in mezzo di Ganz, Lepore è bravo a ripiegare e allontanare di testa. Tutto sembrerebbe apparecchiato per un risultato senza reti, ma in pieno recupero ci pensa Nicola Mosti (subentrato al posto di Chiricò) a decidere la contesa. Facchin è ancora una volta bravo a negare la gioia del gol a Gliozzi, nulla può però sul successivo tiro del n°17 su assist di Marchi.

Annuncio Pubblicitario

Un buon Como è obbligato così ad alzare bianca negli ultimissimi istanti della contesa, ma nonostante tutto esce dal campo con una rafforzata consapevolezza dei propri mezzi per poter disputare un torneo di tutto rispetto. Negli spogliatoi arrivano poi anche i complimenti nientemeno di Silvio Berlusconi, che si è complimentato per la prestazione degli avversari odierni. Un discorso che, come riportato da mister Banchini a fine gara, è stato piacevolmente apprezzato dall’ambiente azzurro. A punteggio pieno in testa alla graduatoria rimane solo il Monza, viste le sconfitte di Renate e Olbia.

nicola mosti
Silvio Berlusconi presente al Sinigaglia

COMO 1907 – AC MONZA 0-1  Marcatori: al 92′ Mosti (MO)

COMO 1907 (3-5-2): Facchin 7, Solini 7, Toninelli 7, Bovolon 7 (dal 75′ Celeghin sv), Loreto 7.5, Raggio Garibaldi 7.5, Bellemo 6.5, Marano 6.5 (dal 75′ Crescenzi 6), Iovine 7, Gabrielloni 6 (dal 61′ Miracoli 6), Ganz 6.5 (dall’87 Gatto sv). A disp.: Zanotti, Ferrazzo, Peli, H’Maidat, Bolchini, Sbardella, Kouadio. All.: Banchini 6.

AC MONZA (4-3-1-2): Lamanna 6, Sampirisi 6.5, Bellusci 7, Scaglia 7, Lepore 7 (al 93′ Anastasio sv), Iocolano 5.5 (dal 64′ D’Errico 6.5), Fossati 6, Armellino 6, Chiricò 7 (dall’82 Mosti 7), Brighenti 5.5 (dal 64′ Marchi 6.5), Finotto 5.5 (dal 64′ Gliozzi 6). A disp.: Sommariva, Galli, Palazzi, Negro, Di Munno, Franco. All.: Brocchi 6.5.

Arbitro: Sig. Cudini di Fermo 6.5.

NOTE – Ammoniti: Bellusci (MO), Scaglia (MO), Bovolon (CO), Toninelli (CO), Mosti (MO). Corner 1-5. Minuti di recupero: 1′ e 4′. Spettatori 4.172, abbonati 1089.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento