Como-Monza è big-match, per i lariani l’arma spensieratezza

como-monza

Con due delle quattro squadre in vetta che si scontrano, Como-Monza è il clou della terza giornata. La tecnica è dalla parte dei brianzoli, ma occhio alla condizione mentale degli azzurri.

Cresce l’attesa per il derby tra comaschi e brianzoli, che si ripropone a distanza di oltre cinque anni dall’ultima volta (era il 7 marzo 2015, al Sinigaglia Como-Monza finì 0-0). Due squadre che sono state protagoniste di un ottimo avvio di campionato, con due successi in altrettante gare. Prestazioni che, se per l’ambiziosissimo e ricchissimo Monza erano abbastanza scontate anche alla luce delle bellissime prove in Coppa Italia contro squadre di serie A e di serie B, non altrettanto potevano esserle per un Como abbastanza rinnovato e che doveva riparametrarsi alla serie C dopo due anni di purgatorio nell’Interregionale.

QUI MONZA

Una formazione costruita per vincere se non addirittura per dominare il girone A quella di mister Brocchi, con tanti nuovi acquisti provenienti dalle categorie superiori. Basti pensare all’ex di giornata Eugenio Lamanna reduce da un anno allo Spezia ma con stagioni in A al Genoa, all’ex Palermo Giuseppe Bellusci e all’ex Cittadella Filippo Scaglia (miglior difensore di B nel 2016/17) o a Mario Sampirisi con 190 presenze tra A e B. Passando al centrocampo, sono arrivati l’ex Chievo e Cagliari Marco Fossati e l’ex Lecce Marco Armellino (autore del gol decisivo per la promozione in A dei pugliesi), mentre il grande colpo di mercato Nicola Rigoni è stato vittima di un pesante infortunio al debutto. In attacco troviamo i neo arrivati  Andrea Brighenti (ex Cremonese e capocannoniere di C nel 2015/16) e Mattia Finotto, autore in passato del doppio e storico salto della Spal. Accanto a questi giocatori, ne troviamo poi altri con curriculum meno altisonanti ma in grado di incidere nella terza serie italiana e che sarebbero titolari in tutte le altre 59 squadre. Stiamo parlando di Armando Anastasio, Michele Franco, Simone Iocolano ed Ettore Gliozzi, tanto per fare alcuni nomi. Insomma, i brianzoli avrebbero tutte le carte in regola per scendere domenica al Sinigaglia per cercare di fare bottino pieno davanti al proprio presidente Silvio Berlusconi. Una presenza, quest’ultima, confermata da Adriano Galliani nella presentazione della rosa al “Monza Fuori Gp” e condotta da Roberto Sabatino (vedi video sotto).

QUI COMO

Ma il calcio non si gioca soltanto con i piedi, ma bensì anche con gambe, cuore e testa. E soprattutto a livello psicologico, il team di mister Banchini si presenta a questo Como-Monza in condizioni eccellenti. Motivo? Due partite, sei punti, quattro gol fatti ma soprattutto zero subiti. In una stagione poi in cui da parte della società non arrivano particolari richieste se non quella di una salvezza da raggiungere il primo possibile, ecco che la partita con i monzesi dopo questo ottimo start potrà essere giocata con pressioni pari allo zero. I lariani scenderanno in campo poi, visto il blasone degli avversari, motivatissimi. E Banchini lo sa benissimo, come sottolineato nella conferenza stampa odierna: “Una partita che si prepara da sola. Il Monza è la Juve del nostro campionato, a livello di budget sta nella classifica sinistra di serie B. E’ una corazzata, è la squadra da battere. Ci teniamo a fare bene, sto cercando di mantenere i soliti equilibri e di tenere la tensione bassa. Le due vittorie precedenti ci permettono di scendere in campo con una testa un po’ più libera”.

Annuncio Pubblicitario

PROBABILI FORMAZIONI COMO-MONZA

Difficile azzeccare l’undici esatto di due formazioni che comunque dispongono di validi rincalzi anche in panchina. Tuttavia, contro il Gozzano il mister comasco ha deciso di riproporre lo stesso undici iniziale di quello contro la Pergolettese. Non ci stupiremmo certo se dovesse avvenire nuovamente, visti i risultati ottenuti. La linea dietro dovrebbe essere confermata, anche considerato il recente arrivo di Crescenzi e uno Sbardella ancora sulla via del totale recupero. Meno certezze a metà, dove H’Maidat potrebbe far spazio a uno tra Celeghin o Raggio Garibaldi, mentre in attacco Miracoli potrebbe essere un’opzione più che valida considerata anche la fisicità e la bravura di centrali di difesa come Bellusci e Scaglia. In tal caso potrebbe sedersi Ganz, apparso in crescita di condizione ma non ancora certamente al top. Tra gli indisponibili De Nuzzo, fermo per un problema muscolare.

como-monza
Ganz e H’Maidat, partiranno ancora entrambi dall’inizio?

Tra i monzesi sicuri di un posto sembrerebbero Lamanna, Bellusci, Scaglia e Lepore di dietro, a cui dovrebbe aggiungersi uno tra Sampirisi e Anastasio sulla sinistra. A metà davanti alla difesa dovrebbe essere riproposto Fossati, al suo fianco probabili Armellino e capitan D’Errico. Iocolano potrebbe essere l’alternativa in mezzala ma anche come trequartista dove nelle prime due partite ha giostrato Chiricò. In attacco pochi dubbi sulla coppia Brighenti-Finotto, con Gliozzi (17 gol la passata stagione al Siena) per ora sempre subentrato dalla panchina.

INFO BIGLIETTI COMO-MONZA

Buona ma non eccezionale la prevendita, al momento, dell’incontro di domenica. A venerdì sera si registrano 800 biglietti venduti ai tifosi locali, che si vanno aggiungere ai circa 1100 abbonati. Per quanto riguarda il settore ospite, i primi 300 biglietti sono già stati venduti, ma stanno per esaurirsi anche gli ulteriori 200. Allo stato attuale, quindi, la cornice di pubblico prevederebbe un 2500 circa spettatori, ma per i ritardatari ci sarà possibilità di acquistare i tagliandi anche domani o in alternativa domenica prima della partita. Considerato ciò e la pausa dovuta alle nazionali per la serie A, si potrà superare tranquillamente quota 3000.

Uno stralcio della presentazione del Monza di ieri sera da Night Sport Life

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento