Marco Muller & D’Agostini, ma la sconfitta è di rigore

marco muller

Marco Muller protagonista, D’Agostini ancora una conferma. Ambrì caparbio e volenteroso ma non basta. Il Monaco vince con il minimo sforzo.

Ambrì – Ancora Champions Hockey League, ancora Valascia, ma questa volta tocca ai Red Bull Munchen fare visita ai leventinesi.  Forti della convincente vittoria di giovedì sera contro gli svedesi del Farjestad, gli uomini di Cereda cercheranno di riportare in parità gli scontri diretti riscattando la roboante (solo nel punteggio) sconfitta di settimana scorsa. Per l’occasione Manzato tra i pali, mentre in difesa esce Pinana e viene inserito Payr. Sul fronte offensivo Kneubuhler finisce in tribuna, mentre Incir è il 13esimo attaccante. Assenti i soliti Conz, Novotny, Jelovac, Rohrbach (infortunati) mentre Moor, Östlund, Pinana, Kneubuhler e Gerlach in sovrannumero.

marco muller
Manzato avvicenda Hrachovina a difesa della gabbia leventinese

Pronti via e Dotti subito pericoloso, segno che i leventinesi vogliono già prendere in mano la l’iniziativa. Ma da una penalità fischiata a Marco Muller nasce il vantaggio degli ospiti di Bourque al 5‘. Rete che lascia il segno nonostante il solito Trisconi si renda pericoloso, i bianco blu allentato il ritmo, qualche penalità di troppo non peggiora però la situazione, così il primo periodo si chiude con una sola rete di svantaggio.

Marco Muller
Matt D’Agostini ancora protagonista , ancora a segno

Da una penalità contro i tedeschi fischiata sul filo della prima sirena nasce al 21′ il pareggio per mano di D’Agostini,  e da qui inizia un altra partita. Hofer ancora pericoloso su assist di Zwerger, poi altre iniziative che vedono l’Ambri metter il piede sull’acceleratore ancora con Trisconi e poi Plastino. I tedeschi solo pericolosi con un palo ma rimane uno sporadico episodio di un secondo periodo che si chiude in parità.

Annuncio Pubblicitario

Sempre da una penalità fischiata sul conto di Marco Muller sul finire di secondo periodo arriva il vantaggio del Monaco con Hager al 41′ complice una deviazione involontaria di Plastino. Tuttavia è lo stesso Marco Muller a riportare in parità i bianco blu al 45′ e poi sfiorare di un nulla il vantaggio che sarebbe anche meritato. Tedeschi incassano ma non crollano,  Kostner di poco manca ancora il vantaggio, poi nulla fino al 60′. Inevitabili i supplementari dove nulla succede ma è la lotteria dei rigori sorridere ai tedeschi.  Davvero un peccato per i ragazzi di Cereda, sul più bello è mancato il punto del ko, ora arriva il campionato venerdì 13 con lo Zugo sempre alla Valascia. Per la Champions appuntamento l’8 ottobre in trasferta contro gli slovacchi del Banska Bystrica contro i quali sarà obbligatorio vincere.

Marco Muller
I tedeschi passano di “rigore” con il minimo sforzo

Hc Ambrì Piotta – Red Bull Monaco: 2-3 dr (0-1; 1-0; 1-1; 0-0)

Reti: 5’51” Bourque (Parlett) 0-1; 21’19” D’Agostini (Kostner, Müller) 1-1; 40’48” Hager 1-2; 45’11” Müller (Zwerger) 2-2.

AMBRÌ: Manzato; Fischer, Plastino; Fora, Dotti; Fohrler, Ngoy; Payr; D’Agostini, Marco Muller, Sabolic; Hofer, Flynn, Zwerger; Mazzolini, Dal Pian, Goi; Trisconi, Kostner, Bianchi; Incir.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento