Memorial Matteo Bertolazzi: buon terzo posto per Cantù

Memorial Matteo Bertolazzi
il massimo della pizza banner

Cantù vince il derby con Varese e chiude terza il Memorial Matteo Bertolazzi. Buona la reazione alla brutta sconfitta in semifinale.

 

Weekend, tutto sommato, positivo per l’Acqua San Bernardo Cantù, che torna dal Memorial Matteo Bertolazzi di Parma con un terzo posto. I brianzoli hanno faticato parecchio nella semifinale con la Virtus Bologna, chiudendo con un passivo di oltre trenta punti, ma hanno saputo reagire nella finalina con Varese, aggiudicandosi il primo derby della stagione.

Non era scontato, 24 ore dopo, cambiare faccia in questo modo. Lo ha sottolineato anche coach Pancotto, affermando che partite come queste servono a forgiare il gruppo e a creare gli anticorpi per la stagione. La compattezza e la reazione di squadra sono note molto positive di cui fare tesoro. La personalità di questa Cantù si sta lentamente formando e sarà fondamentale in un campionato difficile come quello che inizierà a fine settembre.

Tra i singoli, con Clark e Young a guardare da fuori, sono state molto positive le due partite di Rodriguez, che ha mostrato di saper fare canestro e di poter tenere il campo. Scoppiettante il derby giocato da Collins e da Pecchia: il primo sembra essersi totalmente ripreso dall’infortunio di un paio di settimane fa, mentre il secondo ha finalmente mostrato tutta la sua personalità e le sue doti realizzative. Si è rivisto inoltre un ottimo Burnell, più in palla fisicamente rispetto alle uscite di Castelletto Ticino. Una presenza importante su due lati del campo.

Annuncio Pubblicitario

Di seguito un riassunto dei due match.

Semifinale

L’esordio nel Memorial Matteo Bertolazzi è in salita fin dai primissimi minuti. La Virtus Bologna parte forte e scappa immediatamente sul 9-0. Rodriguez e Burnell, dalla panchina, danno una scossa alla squadra, permettendo di ricucire lo scarto a -6 prima della fine dei 10′. Cantù cambia faccia e nel secondo quarto trova anche il vantaggio dopo un canestro di Collins. Dopo il timeout però il ritmo degli uomini di Pancotto si rompe e la difesa fisica delle VNere produce un controparziale pesantissimo: 49-33 Bologna all’intervallo. L’Acqua San Bernardo resta intontita e sprofonda a -34 nella terza frazione. Un divario che resterà pressochè invariato fino alla sirena finale.

Acqua S.Bernardo Cantù-Virtus Segafredo Bologna 56-91

Cantù: Di Giuliomaria, Collins 3, Procida 5, La Torre 1, Hayes 2, Wilson 5, Burnell 17, Baparapè, Simioni 7, Rodriguez 9, Pecchia 7. All. Pancotto

Bologna: Gaines 19, Deri 2, Pajola 5, Baldi Rossi 8, Markovic 3, Ricci 10, Peterson 2, Cournooh 5, Hunter 17, Weems 11, Nikolic n.e., Gamble 9. All. Bjedov

Memorial Matteo Bertolazzi
L’ex Cantù Frank Gaines, tra i migliori della semifinale.

Finale terzo/quarto posto

A meno di 24 ore da quella che coach Pancotto ha definito “una bella sculacciata”, Cantù torna in campo a giocarsi il terzo posto contro Varese, in una partita che, anche d’estate, non è mai come le altre. Sebbene ci si aspetti una reazione, l’avvio sorride, anche questa volta, agli avversari, che toccano la doppia cifra di vantaggio. L’ingresso di Pecchia cambia l’inerzia e l’Acqua San Bernardo torna a -6 a fine primo quarto. L’Openjobmetis allunga nuovamente nella prima metà di seconda frazione, ma Rodriguez permette ai suoi di andare a riposo sul 36-31. L’equilibrio regna sovrano anche nel terzo quarto. Una tripla di Burnell dà il via a un parziale biancoverde che permette a Cantù di passare in testa. Varese insegue per diversi minuti, poi sorpassa con Tambone. Collins, da leader, prende in mano la squadra: prima segna il +2 con un gioco da tre punti, poi, dopo il pareggio di Natali, segna la tripla a due secondi dalla fine che regala il successo all’Acqua San Bernardo. La finale terzo/quarto posto del Memorial Matteo Bertolazzi finisce 74-77 in favore di Cantù.

OPENJOBMETIS VARESE-ACQUA S.BERNARDO CANTÙ 74-77 

Varese: Peak 5, Tepic, Jakovics 12, De Vita, Natali 6, Vene 6, Simmons 10, Mayo 16, Tambone 11, Naldini, Gandini 3, Ferrero 5. Coach: Attilio Caja.

Cantù: Di Giuliomaria, Collins 17, Procida 5, La Torre 3, Hayes 2, Wilson 12, Burnell 9, Baparapè, Simioni, Rodriguez 12, Pecchia 17. Coach: Cesare Pancotto.

Memorial Matteo Bertolazzi
Pecchia, top scorer del derby insieme a Collins.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento