Cameron Young vicinissimo. Cantù pronta a chiudere il roster.

Cameron Young
il massimo della pizza banner

La firma di Cameron Young a Cantù sembra ormai cosa fatta. La guardia di Quinnipiac sarà l’ultimo tassello del roster a disposizione di coach Pancotto.

Forse, finalmente, ci siamo. La Pallacanestro Cantù ha scelto la sua guardia titolare per la stagione 2019/2020. Dopo diversi tentativi andati a vuoto con giocatori di maggior esperienza come Gian Clavell e Dominique Johnson, si è virato su un rookie che risponde al nome di Cameron Young.

Young, 198cm per 92kg, è nato il 24 marzo del 1996 e ha giocato le ultime due stagioni al college a Quinnipiac, università già nota ai canturini perché è la stessa che ha formato James Feldeine e Christian Burns. Qui, nel 2017/2018, inizia a mettere in mostra le proprie doti di realizzatore, chiudendo la stagione con 18,8 punti a partita, con il 53% da 2 punti e il 30% da 3, aggiungendo 6,8 rimbalzi, 2,8 assist e 1,3 recuperi. L’anno successivo, quello concluso solo qualche mese fa, migliora ulteriormente al tiro, alzando al 43,7% la percentuale dall’arco e mettendo a referto 23,5 punti a serata. Il 18 febbraio 2019 ha fatto inoltre registrare la miglior prestazione realizzativa degli ultimi cinque anni per un giocatore di Division 1: contro Siena ha chiuso con ben 55 punti.

Cameron Young
Cameron Young al tiro

Si tratta chiaramente di un giocatore con punti nelle mani, piuttosto affidabile nel tiro da fuori ma molto efficace in penetrazione grazie alla sua rapidità. È in grado di costruirsi buoni tiri dal palleggio, giocando in uno contro uno in isolamento. In più sembra poter dare qualche minuto da ala piccola, in un quintetto americano molto rapido e pericoloso, utile nei finali di partita. Il profilo corrisponde perfettamente all’identikit tracciato da Pancotto e Della Fiori e, qualora venisse ufficializzato, completerebbe perfettamente il roster di Cantù.

Annuncio Pubblicitario

Resta qualche dubbio sull’adattamento al nostro campionato, essendo alla prima esperienza europea. La società aveva cercato più volte giocatori esperti, capaci di guidare un gruppo molto giovane. Alla fine si è virato su un rookie, con tutti i dubbi del caso. Cameron young però sembra avere personalità e leadership, doti che potrebbero aiutarlo a essere efficace da subito anche in Serie A.

Cameron Young
Young è il terzo rookie della squadra dopo Hayes e Burnell

Per l’ufficialità, a quanto pare, bisognerebbe soltanto aspettare la giornata di domani. Sembra impossibile, dunque, vederlo in campo già nel weekend di Parma, dove Cantù affronterà sabato sera alle 20.15 la Virtus Bologna. La squadra di Pancotto ha già battuto le Vnere a Chiavenna, ma la Virtus avrà in più Ricci e Gamble, mentre l’Acqua San Bernardo, pur potendo contare su Wilson e sul rientrante Collins, dovrà fare a meno di Wes Clark. L’esordio di Young potrebbe invece avvenire il weekend dopo, al PalaDesio, nel Trofeo Lombardia.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento