Davide Facchin ipnotizza Cutolo ma nulla può su Tassi: è 1-1.

davide facchin

Il Como assapora a lungo il successo ad Arezzo, ma viene raggiunto a pochi secondi dalla fine da Tassi.Davide Facchin neutralizza un rigore nel primo tempo.

Grandissimo rammarico in casa azzurra per il pareggio racimolato in questa 25^ giornata del girone A di serie C. La squadra di Banchini fa la partita allo Stadio Città di Arezzo, trova il gol con una bella incornata di Alessandro Gabrielloni e rischia, penalty concesso a parte, tutto sommato poco o nulla ai ragazzi di Daniele Di Donato. Forse ha un po’ di demerito nell’essersi abbassata troppo nella parte finale del match, così da un lancio lungo della difesa di casa nasce la rete dell’1-1 in prossimità del triplice fischio finale che sa tanto di beffa e di ennesima occasione persa. Toscani che non hanno impressionato, anzi, anche per via degli infortuni capitati alla coppia gol Gori-Cutolo. Particolarmente sfortunato poi quest’ultimo, che oltre ad aver sbagliato dagli undici metri, è uscito per un problema muscolare a inizio ripresa nel giorno della sua celebrazione per le cento presenze con la casacca amaranto.

Davide Facchin (Como 1907)

Avvio blando da parte delle due formazioni, in cui comunque gli azzurri riescono a guadagnarsi due corner nei primi cinque minuti. Il predominio territoriale del Como prosegue con una certa sterilità, mentre al 14′ sono i padroni di casa a provarci per primi con una rasoiata da fuori di Tassi su una corta respinta di Sbardella, che costringe Facchin alla deviazione in angolo. Al 23′ il punteggio si sblocca: verticalizzazione di Peli per Celeghin, preciso cross di quest’ultimo dal fondo per la testa di Gabrielloni che insacca sul secondo palo. L’Arezzo fa fatica a imbastire una reazione di una certa rilevanza, peccando al tempo stesso di imprecisione. Al 34′ arriva il giallo per Caso alla sua seconda simulazione di serata dopo un uno-due con Cutolo. Gli ospiti ci provano ancora tre minuti più tardi in occasione di un contropiede, ma il tiro di Marano dal limite servito da Peli risulta altissimo. Al 45′ gli amaranto potrebbero pervenire al pareggio, quando l’ennesima incursione dalla destra di Caso trova finalmente un fallo commesso dai comaschi, con il tackle di Crescenzi palesemente in ritardo. Cutolo però si fa ipnotizzare da Davide Facchin, il suo tiro indirizzato nell’angolo sinistro viene respinto dall’estremo difensore. Arezzo e Como 1907 pertanto al riposo sul punteggio di 0-1.

Bisogna attendere il 54′ per vedere il primo tentativo nel corso della ripresa, con il tiro da fuori area di Marano che risulta una telefonata centrale all’indirizzo di Pissardo. Due minuti più tardi Gioé è bravo a girarsi in area sul cross di Caso, non riuscendo però a trovare la conclusione. Al 61′ chance del raddoppio per i comaschi, Peli serve dentro l’area Marano ma il portiere di casa è reattivo e respinge coi piedi. Al 63′ Caso controlla e calcia da fuori area, Facchin però blocca senza problemi. L’Arezzo prende in mano le redini del gioco, collezionando angoli ma senza tuttavia creare grattacapi alla retroguardia ospite. Colpo di testa di Benucci sul traversone di Luciani che termina sul fondo al 71′, Iovine ci prova senza fortuna con una bordata dalla distanza nel primo dei sei minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Quando tutto sembra apparecchiato per la vittoria azzurra, a pochi secondi dal termine arriva la doccia fredda. Lancio dalla propria metà campo di Baldan, sul secondo tentativo di testa Caso obbliga Davide Facchin a smanacciare, Tassi si fionda come un falco sulla sfera che danza sulla linea di porta insaccando così la rete del pareggio.

Nonostante questo pareggio, il Como agguanta il decimo e ultimo posto disponibile per i play-off, seppur dovendolo condividere con Pistoiese (sconfitta dal Renate 1-0) e Pro Patria (1-1 in casa della Pianese). Domenica prossima gli azzurri ospiteranno l’Olbia dell’ex Oscar Brevi, all’andata finì 1-1.

SS AREZZO 1923 – COMO 1907  1-1  Marcatori: Gabrielloni (CO) al 23′, Tassi (AR) al 96′

SS AREZZO (4-4-2): Pissardo 6, Corrado 6, Baldan 5.5, Ceccarelli 5.5, Luciani 6 (dal 78′ Piu 6), Caso 6.5, Tassi 6.5, Foglia F. 6, Belloni 5 (dal 78′ Pandolfi sv), Mesina 5 (dal 61′ Benucci 5.5), Cutolo 5 (Gioè dal 49′ 6). A disp.: Daga, Sereni, Borghini, Sbarzella, Sussi, Foglia M., Aramini. All.: Di Donato 6.

COMO 1907 (3-5-2): Facchin 6.5, Sbardella 6 (dall’87 Bianconi sv), Crescenzi 5.5, Bovolon 6.5, De Nuzzo 6 (dall’80’ Iovine 6), Marano 6.5 (dall’88’ Loreto sv), Bellemo 6, Celeghin 6.5 (dal 66′ Raggio Garibaldi 6), Peli 6.5, Gabrielloni 7, Ganz 5 (dal 66′ Lanini 6.5). A disp.: Zanotti, Bolchini, Toninelli, Ferrazzo, H’Maidat, Kouadio, Cicconi. All.: Banchini 6.

Arbitro: Sig. Kumara di Verona 7.

NOTE – Ammoniti: Luciani (AR), Caso (AR), Crescenzi (CO), Tassi (AR), Bovolon (CO), Baldan (AR), Loreto (CO). Ammonito l’allenatore dell’Arezzo Daniele Di Donato. Cutolo (AR) fallisce un rigore al 45’+1′. Corner: 8-2. Minuti di recupero: 1′ e 6′.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

2 thoughts on “Davide Facchin ipnotizza Cutolo ma nulla può su Tassi: è 1-1.

  1. Non è sfortuna ma piuttosto la conclamata incapacità di chiudere le partite. Abbassando troppo queste cose succedono. Al 90 e oltre il pallone va scaraventato in tribuna. D’accordo che ora come ora la classifica è meno importante della concessione dello stadio, però sarebbe bello vincere qualche partita in più. Soprattutto quando ne abbiamo la possibilità….. Tipo oggi!!!!

Lascia un commento