Frank Gaines da record, ma il derby è dell’Olimpia Milano

Frank Gaines

L’Acqua San Bernardo sfiora l’impresa al Forum grazie a 44 punti di Frank Gaines. Milano però, trascinata da James, vince 98-91.

 

Fossimo a Desio probabilmente nell’aria si alzerebbe alto il coro “orgogliosi di voi” da parte di un palazzo che non può non apprezzare quanto visto. Vale forse doppio allora in questo caso, giocandosi al Mediolanum Forum contro una Milano vogliosa di riscatto. Non è bastata, tuttavia, una partita quasi perfetta per battere l’Olimpia in casa propria. Cantù, capace di guidare l’incontro per oltre tre quarti e mezzo, cede solo nel finale ai campioni d’Italia, che hanno avuto bisogno del miglior Mike James per portare a casa i due punti.

Si torna a casa a mani vuote ma con la consapevolezza di aver dato tutto e di essersela giocata alla pari con i migliori. Una prestazione più che positiva dopo la brutta sconfitta con Trieste e che fa ben sperare per il finale di stagione.

Fa sorridere soprattutto la prova di Frank Gaines, autore di 44 punti, ovvero il miglior bottino accumulato da un singolo giocatore in questo campionato di Serie A. Da segnalare anche l’ottima prova di Blakes, 18 punti ma soprattutto tanta energia, voglia di vincere e personalità nei momenti chiave.

Annuncio Pubblicitario

La partita

Cantù parte con Tassone in quintetto al posto di La Torre, reduce da una settimana di influenza. Con lui i soliti Gaines, Carr, Davis e Jefferson. Milano schiera James, Nunnally, Fontecchio, Brooks e Tarczewski. Jefferson segna il primo canestro della gara sfruttando una difesa un po’ pigra da parte dei padroni di casa, ma in attacco l’Olimpia funziona e si porta sul 5-2. Pronta la reazione dei brianzoli: Gaines si mette in ritmo, segna 10 punti in un amen e firma il primo break della gara (6-14). L’Acqua San Bernardo vola anche a +9 grazie a un jumper di Carr, prima che Mike James, con punti e assist, riduca lo scarto fino al 22-26 che chiude il quarto.

Burns apre la seconda frazione con la schiacciata del -2. Cantù però ha un Frank Gaines indemoniato: il numero 0 sale a quota 22 per il primo vantaggio in doppia cifra dell’incontro. L’Armani Exchange pare svegliarsi dal torpore e in due minuti annulla lo scarto grazie alle iniziative di Kuzminskas e Cinciarini. Gaines continua lo show e ristabilisce 8 lunghezze di margine prima di prendersi un po’ di riposo. Non cambia la musica perché al suo posto entra Blakes che, nonostante i canestri di Micov, spinge i biancoverdi al 43-56 di metà gara.

Frank Gaines
Tarczewski, tra i papabili MVP della gara

L’Olimpia torna in campo con un’altra intensità segnando subito 3 punti con Brooks e difendendo forte. Cantù fatica a trovare le contromisure su James e Tarczewski che accorciano a -4 nei primi 5 minuti. Carr e Gaines infilano le triple che ridanno momentaneamente ossigeno alla squadra di Brienza (58-68), ma l’elastico continua e Milano riaccorcia con il trio di ex canturini Burns-Brooks-Micov. James e Nunnally sentono il momento, sfoderano il loro talento e pareggiano i conti, ma il cuore di Blakes permette all’Acqua San Bernardo di restare avanti 69-73.

Mike James risponde a Blakes con il 4-0 che vale il 73 pari. Frank Gaines non ci sta e riporta i suoi a +7. James però realizza un gioco da 4 punti con fallo antisportivo che gira l’incontro. Micov e Jerrells realizzano il +3, Gaines inventa una tripla delle sue e pareggia nuovamente. L’Olimpia torna a +3 grazie ai liberi, il numero 0 di Cantù sale a 44 punti e fa -1 con poco più di 1 minuto da giocare. È però l’ultima goccia dell’Acqua San Bernardo che nelle ultime azioni non riesce ad arginare l’asse James-Tarczewski. Vincono i padroni di casa per 98-91, ma la squadra di Brienza esce a testa alta.

Gerry Blakes ha provato a supportare Frank Gaines con i suoi punti

Tabellini

MILANO: Della Valle NE, James 29, Micov 13, Ferraris NE, Fontecchio, Tarczewski 17, Kuzminskas 5, Cinciarini 4, Nunnally 9, Burns 4, Brooks 8, Jerrells 9. All.Pianigiani

CANTÙ: Gaines 44, Carr 9, Blakes 18, Baparapè NE, Parrillo, Davis 8, Tassone 1, La Torre, Olgiati NE, Pappalardo NE, Stone, Jefferson 11. All.Brienza.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento