Rally di Como 2019 da record: sono ben 198 gli iscritti

Rally di Como

Che ci fosse da aspettarsi il pienone per il Rally di Como 2019 era risaputo. Immaginarsi però numeri da record non sarebbe stato auspicabile nemmeno dai più ottimisti.

Saranno infatti la bellezza di 198 gli equipaggi che correranno tra le strade lariane nella due giorni di gara di venerdì e sabato. Un record assoluto per l’evento comasco, che ha giovato della validità di finale della neonata Rally Cup Italia, della Supercoppa Wrc Italia oltre che ai vari monomarca Renault e Suzuki. Quantità dunque, ma anche molta qualità come testimoniano le oltre venti vetture R5 in gara ed i tanti nomi noti in lizza sia per la vittoria assoluta e di classe del Rally di Como, che del trofeo sopracitato.

Tra questi ultimi spiccano i nomi del toscano Antonio Rusce (Skoda Fabia), del piemontese Corrado Pinzano e del valdostano Elwis Chentre, questi due al via con le nuove ed inedite – in quel di Como – Volkswagen Polo R5. Particolare attenzione merita il giovane promettente Luca Bottarelli e i più esperti Claudio De Cecco ed Efrem Bianco. Sempre con delle vetture R5 ma non iscritti alla finale della Rally Cup Italia ci sono anche i locali Felice ed Alessandro Re, padre e figlio pronti come sempre a dire la loro sulle strade di casa. Per il più giovane ci sarà la Polo R5, mentre il veterano Felice correrà con la collaudata Fabia. Gli occhi di tutti gli appassionati saranno puntati anche su Paolo Porro, al debutto con la Hyundai i20 R5, e sulla storica coppia Silva-Pina. Tutti nomi che, oltre alla vittoria di classe, saranno da tenere d’occhio anche in chiave assoluta.

Rally di Como
Corrado Fontana è in cerca del bis con la sua Hyundai dopo il successo del 2018

In questo ambito tutti i pronostici virano tuttavia dalla parte delle Wrc in gara. Tutte saranno iscritte alla Supercoppa Wrc Italia, con nomi ben conosciuti dalle parti di Como. Corrado Fontana proverà a centrare il bis dopo la vittoria della passata edizione, sempre al volante della collaudata Hyundai i20 Wrc. Stessa vettura per il padre Luigi, che però non avrà troppi obiettivi di classifica. Punta invece in alto Kevin Gilardoni, sul podio dodici mesi fa ed intento a portare a termine l’ultimo step. Con la vecchia Focus Wrc proverà a togliersi qualche soddisfazione anche il lariano Marco Paccagnella mentre Mirko Puricelli troverà la sua Citroen Ds3 Wrc.

Annuncio Pubblicitario

Altra gara da seguire sarà quella dedicata alle storiche, giunta in quel al Rally di Como alla terza edizione. Otto sono gli iscritti in questo 2019, con le due Porsche di Lo Presti e Sordi favorite numero uno. Un altro blocco di vetture che contribuirà a rendere folto l’immenso plotone atteso in piazza Cavour a Como. Una situazione che ha costretto la direzione gara ad apporre modifiche al programma ed alla tabella delle prove previste. La giornata interessata è stata quella di venerdì, con il secondo passaggio sulla “Sormano-Pian del Tivano” previsto alle 18.37 annullato. Oltre a ciò sono stati modificati anche gli orari di chiusura delle strade su tutti i tratti interessati, con l’allineamento degli orari previsti delle ps molto dubbia in corso d’opera.

Rally di Como
Tra i contendenti per la classe R5 ci sarà anche Alessandro Re con la sua Volkswagen Polo

In ogni caso sarà un evento tutto da gustare la 38° edizione del Rally di Como, a partire dallo shakedown di venerdì mattina a San Fermo della Battaglia. Seguiranno le prime due prove sulla Sormano e Ghisallo, mentre sabato sarà il turno delle due prove in Val Cavargna e della Val d’Intelvi, tutte da ripetere due volte. L’arrivo è previsto per le 17.00 di sabato in Piazza Cavour.

Qui la tabella tempi e distanze del Rally di Como aggiornata. 

Qui l‘elenco iscritti completo del Rally di Como.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Alessio Sambruna
Alessio Sambruna
Cresciuto a pane&motori, ho fatto ben presto dell’Autodromo di Monza la mia seconda casa. Fan delle due e quattro ruote, in particolare di rally. Abbino la mia passione per le competizioni motoristiche a quella della scrittura, facendo di esse i miei principali interessi.

Lascia un commento