Olimpia Bergamo fa sua gara1 di semifinale, Libertas ko 3-1

olimpia bergamo

Cantù parte bene vincendo il primo set al PalaAgnelli, per poi lasciare nelle mani dell’Olimpia Bergamo i successivi tre con il medesimo punteggio di 25-22. A Pasquetta il secondo atto al Parini.

I brianzoli tornano ad assaporare il retrogusto amaro della sconfitta, ma al tempo stesso escono consapevoli dall’impianto bergamasco di poterci tornare per giocare gara3. E’ stata una sfida equilibrata quella del PalaAgnelli, con quattro set risolti soltanto nel finale di ognuno. La sensazione è che la squadra di coach Cominetti abbia margine per esprimersi ancora meglio (diversi gli errori commessi in attacco) e che il fattore campo possa essere determinante, spostando quel tanto che basta i valori di questa semifinale. Coach Spanakis schiera Garnica palleggiatore, Romanò opposto, Shavrak e Tiozzo in banda, Erati e Cargioli al centro, Innocenti libero. Per Luciano Cominetti invece la novità è rappresentata dall’alternanza tra Alberini e Baratti in regia, con capitan Monguzzi tornato completamente a pieno regime.

olimpia bergamo
I canturini prima di inizio gara

 

Pronti via e Cantù si porta avanti sul 1-5 con l’ace di Roberto Cominetti, time-out per Spanakis. Fuori la diagonale di Santangelo e gli orobici si fanno sotto (5-7), ma il Pool Libertas riallunga prima sul 5-10 con la diagonale out di Romanò e sul +6 poi con l’errore al servizio di Tiozzo, il coach di casa decide così di parlarci nuovamente sopra (8-14). Monguzzi mura Shavrak e le distanze salgono a sette, i locali però costruiscono un parziale di 5-0 (con due trattenute fischiate a Baratti e un’invasione di Robbiati) per accorciare sul 16-18. Spanakis inserisce Gritti al posto di Cargioli per il turno in battuta, arriva l’ace del -1, coach Cominetti ferma tutto. Tiozzo impatta con la diagonale, Preti fallisce al servizio la palla set e si va ai vantaggi. E’ Monguzzi con un muro su Romanò a regalare il 24-26 ai canturini.

Nel secondo a partire meglio sono invece i bergamaschi, 4-1 che arriva a seguito della pipe out di Cominetti. Mani fuori di Shavrak per il 10-6, un capitan Monguzzi decisamente in palla ferma ancora Romanò per il 16-14. Errore in attacco di Santangelo, 18-14 e time-out Cantù. Al rientro l’opposto si rifà con la parallela e Preti mura la pipe di Shavrak, questa volta è Spanakis a fermare il gioco (18-16). La veloce di Cargioli permette ai padroni di casa di scappare sul +4, ma Cantù vuole giocarsi le sue carte con la diagonale di Preti del 22-20. Shavrak spreca la prima di tre palle set, Roberto Cominetti si becca un cartellino rosso in occasione di un doppio cambio che permette all’Olimpia Bergamo di pareggiare i conti con il 25-22.

Annuncio Pubblicitario

Nel terzo Erati mura Preti per il 7-4, Cominetti con la diagonale porta a contatto i suoi sul 9-8, ma poi il gap oscilla sempre a favore dei locali tra i due e i tre punti. Primo tempo di Erati e la panchina di Cantù ferma il gioco sul 19-16, altrettanto per quella di Bergamo sull’errore al servizio di Shavrak (20-18). Veloce di Robbiati e parallela out di Tiozzo, Pool Libertas a -1. Preti però manda a rete la palla della parità, Romanò mura Santangelo (24-21) e Cominetti forza il proprio servizio sbagliando, la squadra di Spanakis mette la freccia con un altro 25-22.

L’avvio del quarto vede continui sorpassi e controsorpassi tra le due formazioni, fino a quando un muro di Robbiati su Shavrak e un mani out di Preti fanno scattare il time-out interno (5-7). Ace di Santangelo per il +3, gli errori di Alberini e Preti riportano l’Olimpia sul -1, che pareggia a quota dieci con l’invasione di Cominetti, prima di sorpassare con la diagonale out di Santangelo (12-11), coach Cominetti ci parla su. Le due compagini proseguono punto a punto, fino ai due servizi vincenti consecutivi di Romanò che spezzano l’equilibrio del set (22-20). Nel mezzo secondo e ultimo time-out esterno, Bergamo si guadagna tre palle match con il muro di Tiozzo su Santangelo. Robbiati annulla la prima, Santangelo manda a rete la battuta che costa il 25-22.

olimpia bergamo
Orobici festanti a fine match

Arriva così la sesta sconfitta su sette incontri ufficiali, nelle ultime tre stagioni, dei brianzoli contro gli orobici. Ma nel giorno di Sant’Angelo potremmo assistere finalmente a un esito diverso, soprattutto se il servizio funzionerà meglio che in questa prima sfida. Per Cantù la pancia potrebbe non essere ancora piena dopo lo sgarro a Mondovì.

OLIMPIA BERGAMO – POOL LIBERTAS CANTU’ 3-1

(24-26, 25-22, 25-22, 25-22)

OLIMPIA BERGAMO: Garnica 1, Romanò 11, Tiozzo 12, Shavrak 16, Erati 9, Cargioli 8, Innocenti (L1), Sette 2, Cristofaletti, Gritti 1. N.E.: Cogliati, Marzorati, Cioffi, Franzoni (L2). All: Spanakis, 2°all: Guerini (battute vincenti 3, battute sbagliate 12, muri 5).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Santangelo 22, Preti 17, Cominetti 10, Monguzzi 11, Robbiati 10, Butti (L1), Alberini, Rudi (L2). NE: Suraci, Gasparini, Danielli, Frattini. All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 5, battute sbagliate 24, muri 7).

Arbitri: Davide Prati (Pavia) e Angelo Santoro (Varese)

Videocheck: Luca Biasin

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento