Renate-Como si gioca regolarmente, sciopero scongiurato

renate-como

Al termine di una settimana intensa con il fuoco incrociato tra Ghirelli e Calcagno, la stagione inizierà regolarmente. Domenica Renate-Como.

Verrebbe quasi da dire “tanto rumore per nulla” ed invece la prima giornata del campionato di Lega Pro 20/21 ha seriamente rischiato lo slittamento. Soltanto il provvidenziale intervento del presidente federale Gravina ha fatto rientrare l’emergenza e scongiurato lo sciopero annunciato dal vice presidente dell’AIC Umberto Calcagno. Le posizioni tra Lega e componente sindacale si sono dunque avvicinate grazie al probabile allargamento delle liste a 24 giocatori che verrà ratificato nella prossima assemblea dei club.

Così anche il match Renate-Como si potrà disputare come da programma. Le due formazioni si affrontano per la tredicesima volta in campionato nella loro storia, con il bilancio che pende a favore degli azzurri: 6 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. Due squadre che hanno deciso di confermare gran parte della propria rosa, in attesa degli ultimi colpi di mercato da piazzare entro il 5 ottobre (il Como sarebbe vicinissimo al difensore Davide Bertoncini ma valuta anche l’inglese Matty Foulds).

Un Renate, guidato dal confermato Aimo Diana, tornato in campo mercoledì nella vittoriosa gara di Coppa Italia in cui hanno eliminato l’Avellino con il risultato di 2-1. Le pantere hanno affrontato la sfida con un 3-4-1-2 con Gemello in porta, il trio composto da Merletti-Damonte-Possenti in difesa, Guglielmotti-Kabashi- Rada-Anghileri a centrocampo e con Giovinco alle spalle delle due punte Galuppini e Plescia. A decidere il match ci hanno pensato il fratello dell’ex Juve Sebastian Giovinco e Galuppini. Ed è probabile che domenica pomeriggio Diana confermi gli stessi uomini che tanto bene hanno fatto contro gli irpini. Non sarà dell’incontro la mezzala Christian Langella, che recentemente ha subito la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

Annuncio Pubblicitario

Marco Banchini: “Sfida difficilissima”.

Una domenica che si preannuncia complicata per il Como 1907 da quanto dichiarato dal proprio allenatore. “Siamo concentrati sulla partita di domenica – ha dichiarato Marco Banchini – perché è importante partire bene. E’ importante portare nelle gare ufficiali ciò che si fa in settimana. Parlando del Renate è una squadra attrezzata, è una gara difficilissima. Il fatto che loro abbiano vinto con l’Avellino è sicuramente un segnale importante. Una società, quella nerazzurra, che sta lavorando con continuità, così come il suo allenatore”.  Mister lariano che non si è invece voluto sbilanciare troppo sull’obiettivo stagionale ma ha tenuto a indicare nell’approdo ai play-off il traguardo minimo raggiungibile, ma che potrà essere definito con maggior precisione una volta chiuso il mercato.

renate-como
Marco Banchini, alla terza stagione in riva al Lario

Più o meno dello stesso tenore anche il collega Aimo Diana. “Sappiamo che quella contro il Como è una partita molto sentita anche da parte loro – ha dichiarato il mister residente a Bulgarograsso -, abbiamo un paio di giorni per prepararla. Vediamo come recupereremo dal match contro l’Avellino, molto dispendiosa a livello fisico, con parecchi che hanno disputato per la prima volta novanta minuti. Sicuramente però faremo una bella partita anche domenica, perché questa squadra ha una certa consapevolezza in questo momento e dobbiamo portarla avanti. Sono fiducioso, anche se mi aspetto una partita tosta contro un avversario con altri obiettivi rispetto a un anno fa. Ma saremo tosti anche noi”.

Il fischio d’inizio di Renate-Como è previsto alle 17.30 di domenica. La cornice sarà lo Stadio Città di Meda, ad arbitrare la sfida sarà Galipo’ di Firenze coadiuvato dagli assistenti Franck Loic Nana Tchato e Ivan Catallo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento