Lorenzo Bucarelli mostra la via: Cantù guida sempre in Gara2

[ethereumads]

Cantù sempre avanti nel secondo capitolo della serie con Udine. Lorenzo Bucarelli firma l’allungo, la difesa fa il resto.

 

Assoluta prova di forza della Pallacanestro Cantù che ha fatto sua anche Gara2 di semifinale contro l’Apu Udine, mantenendo ben saldo il fattore campo. Una gara sempre condotta, indirizzata grazie a un’exploit iniziale di Lorenzo Bucarelli e a un impatto difensivo da grande squadra, capace di mettere l’incontro sul proprio piano fisico e togliere da subito punti di riferimento all’attacco friulano.

A differenza di Gara1, Coach Adriano Vertemati ha scelto di schierare Arletti in quintetto, insieme a Caroti, Alibegovic, Gaspardo e Cannon, mentre Cagnardi è partito con il classico starting five composto da Hickey, Bucarelli, Nikolic, Baldi Rossi e Young. Il primo punto della gara è arrivato a quasi due minuti dalla palla a due, con un libero di Baldi Rossi. Il primo canestro dal campo, invece, è stato un reverse di Nikolic, al quale Arletti ha risposto dall’arco per il 3-5 Udine. Nella fase centrale del quarto, però, si è acceso Lorenzo Bucarelli, che con tre triple in rapida successione ha firmato il 14-9 per l’Acqua S.Bernardo. Young ha insaccato dall’arco per il +10. Un divario invariato alla sirena: 23-13 dopo due liberi di Moraschini.

L’alley-oop Moraschini-Nikolic ha aperto la seconda frazione. Il numero 24 ha segnato anche la bomba del +13, a cui Caroti ha risposto dalla lunetta. Poi, per diversi minuti i due attacchi si sono un po’ bloccati, con Udine che ha fatto fatica a costruire e Cantù che ha sbagliato diversi tiri aperti. La prima a sbloccarsi è stata l’Apu, con una schiacciata di Cannon, ma il ritorno sul parquet di Hickey, bravo a dirigere l’orchestra, ha permesso ai biancoblù di reggere l’urto. Proprio il playmaker ha trovato, dopo aver messo a sedere Da Ros, il canestro del 38-27 che ha mandato le squadre a riposo.

Un’azione di gioco

La squadra di Cagnardi è rientrata meglio dagli spogliatoi, volando a +18 con un 7-0 di parziale che ha costretto coach Vertemati al timeout. Il solito Cannon ha fermato l’emorragia, ma l’ennesima tripla di Lorenzo Bucarelli ha presto ritoccato a +19 il massimo vantaggio brianzolo (51-32). Sei punti di Alibegovic, fino a quel momento a secco, hanno riavvicinato Udine a 14 lunghezze. Un paio di scellerate decisioni arbitrali hanno poi permesso ai bianconeri di affacciarsi agli ultimi 10’ di gioco sul 56-45.

Un paio di errori difensivi per parte hanno caratterizzato l’avvio di quarto quarto, mantenendo invariate le distanze. Un tap-in con fallo di Nikolic ha ridato a Cantù il momentaneo +14. Moraschini, dalla lunetta, ha fatto +15 a 5’ dalla fine. Due triple consecutive dell’Apu hanno portato il punteggio sul 72-62, ma con i liberi di Nikolic l’Acqua S.Bernardo ha trovato nuovo ossigeno, gestendo il vantaggio nei minuti rimanenti, fino al 76-66 finale. La serie, sul punteggio di 2-0, si sposta ora a Udine, dove venerdì i ragazzi di Cagnardi avranno già l’opportunità di staccare un pass per la finale.

Squadre in campo per l’inno

Tabellino

CANTU’-UDINE 76-66

(23-13, 15-14; 18-18, 20-21)

CANTU’: Hickey 11, Bucarelli 15, Nikolic 15, Baldi Rossi 4, Young 7; Moraschini 14, Burns 7, Berdini 3. Ne: Cesana, Del Cadia, Tarallo, Tosetti. All. Cagnardi.

UDINE: Caroti 12, Alibegovic 14, Arletti 3, Gaspardo 4, Cannon 16; Da Ros 3, Ikangi 7, De Laurentis 4, Monaldi 3. Ne: Delia, Marchiaro. All. Vertemati.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

2 thoughts on “Lorenzo Bucarelli mostra la via: Cantù guida sempre in Gara2

  1. OK bene…ma va detto che Cantù ha vissuto di rendita col 1°tempo. In seguito gli avversari erano quasi sempre appiccicati….

Lascia un commento