Pallacanestro Orzinuovi ultima ma esperta: Cantù cerca il tris

Pallacanestro Orzinuovi
[ethereumads]

Quasi un testa-coda. Cantù affronta la Pallacanestro Orzinuovi ultima a due punti. Ma occhio a prenderla sottogamba.

Nuovo giorno, nuova trasferta da preparare per la Pallacanestro Cantù, che di ritorno dalla vittoria all’overtime su Capo d’Orlando ha già la testa proiettata sulla partita di domenica in casa della Pallacanestro Orzinuovi. La squadra allenata da coach Massimo Bulleri è, al momento, il fanalino di coda della classifica a quota 2 punti, ma ha un roster insidioso, con giocatori di esperienza.

L’Agribertocchi è ancora a caccia della prima vittoria sul proprio parquet. L’unico successo, risalente al 19 dicembre, è maturato in casa di Pistoia, seconda in classifica. Un exploit, ma anche la naturale conseguenza di una lunga serie di partite giocate punto a punto, fino in fondo. Sono rarissimi i casi in cui “Orzi”, come viene soprannominata, è uscita sconfitta con più di 10 punti di scarto.

Un motivo ulteriore per non abbassare la guardia come fatto ieri in terra siciliana. La voglia dei bresciani di ottenere il primo successo davanti ai propri tifosi potrebbe essere un’ulteriore spinta per provare a fare il colpaccio e a portare a casa il prestigioso scalpo di Cantù.

La partita d’andata

Tutto facile per l’Acqua S.Bernardo nel match di andata al PalaDesio. La squadra di Sodini, priva di Severini ma forte dei sei successi consecutivi in avvio di campionato, ha chiarito fin da subito chi fosse la favorita per la conquista dei 2 punti. Grazie a un’ottima partenza di “Microwave” Stefanelli, Cantù ha chiuso il primo quarto avanti già di 7 lunghezze. Un divario ampliato fino al +17 nella seconda frazione, per poi andare a riposo sul 47-32. Nel terzo parziale, i brianzoli hanno toccato anche il +26, per poi lasciare spazio alle seconde linee e a più di un quintetto sperimentale. La Pallacanestro Orzinuovi ne ha approfittato per rendere meno amaro il punteggio, ma senza mai riuscire a mettere in discussione la partita. 76-61 il finale. 17 di Johnson e 16 di Stefanelli da una parte, 14 di Renzi dall’altra.

Pallacanestro Orzinuovi
Francesco Stefanelli guida l’attacco nella partita di andata

Lì Pallacanestro Orzinuovi

“Sarà una partita molto difficile, all’interno di una stagione complicata, contro una squadra che sta vivendo un campionato diametralmente opposto al nostro – ha spiegato coach Bulleri ai nostri microfoni – Dovremo competere a livello morale, prima ancora che a livello tecnico, dove Cantù è tra le favorite per la promozione. Dovremo essere bravi a rimbalzo, nel controllo delle palle perse e nel limitare le loro percentuali da tre punti. Arriviamo con qualche acciacco, ma al completo. L’obiettivo è quello di dare una svolta alla nostra stagione. Abbiamo sprecato tante occasioni, soprattutto in casa, ma siamo stati anche sfortunati. Speriamo di disputare un’ultima parte di campionato di buon livello, a partire da domenica.

Per provare a dare una svolta alla propria stagione, la Pallacanestro Orzinuovi si affiderà, prima di tutto, alla leadership e all’esperienza di Andrea Renzi. Il centro cresciuto a Treviso e con una lunghissima carriera a Trapani alle spalle è uno dei punti di riferimento della squadra con 17.1 punti e 5.8 rimbalzi a partita. A fargli da spalla, a livello di esperienza, c’è l’esterno Daniele Sandri, lo scorso anno protagonista della cavalcata di Napoli verso la promozione.

Il secondo punto di riferimento offensivo, invece, è Lamarshall Corbett, anche lui ormai esperto del nostro campionato di A2. Al momento viaggia a 16.3 punti di media, con il 53% da 2 e il 31% da 3. Il quintetto è chiuso dal play Matic Rebec, arrivato da 6 partite da Chieti e utilissimo alla causa con 10 punti, 6.5 assist e 6 rimbalzi, e dall’ala georgiana di formazione italiana Giga Janelidze.

Dalla panchina si alzano gli altri nuovi arrivi: l’esperta ala Patrick Baldassarre, proveniente da Fabriano, così come l’ottima guardia Matteo Martini, autore di 7.8 punti a partita. I giovani Marco Rupil e Joel Fokou chiudono le rotazioni.

Qui Cantù

Non sarà facile, per Cantù, essere al top della forma per la sfida di domenica. Sulle gambe ci sono i 45 minuti intensi di Capo d’Orlando, ma anche la stanchezza del viaggio più lungo della stagione, non facile da smaltire nel giro di tre giorni. Al di là di qualche botta rimediata nel finale della partita del PalaFantozzi (vedesi Bryant), la squadra, salvo infortuni negli allenamenti dei prossimi giorni, dovrebbe essere al completo. Potrebbe essere importante partire forte e prendere un margine di sicurezza, in modo da poter allungare le rotazioni e rifiatare. Sarà l’ultimo sforzo prima di un weekend di riposo. L’Acqua S.Bernardo tornerà in campo il 6 marzo, nel big match contro Udine, che darà inizio a un mese di fuoco, tra Final Eight e recuperi.

PalaFantozzi
Zack Bryant ha subito un colpo nel finale dei regolamentari al PalaFantozzi, ma è rientrato per l’overtime

Le formazioni

PALLACANESTRO ORZINUOVI

0 Matic Rebec

2 Daniele Sandri

3 Marco Rupil

4 Nicola Giordano

5 Andrea Renzi

11 Patrick Baldassarre

13 Matteo Martini

14 Giga Janelidze

21 Lamarshall Corbett

44 Joel Fokou

Allenatore Massimo Bulleri

PALLACANESTRO CANTU’

1 Francesco Stefanelli

2 Zack Bryant

11 Stefan Nikolic

15 Ilia Boev

20 Matteo Da Ros

21 Lorenzo Bucarelli

22 Marco Cusin

23 Jordan Bayehe

25 Trevon Allen

28 Giovanni Severini

Allenatore Marco Sodini

Palla a due: domenica 20 febbraio, ore 18 al PalaBertocchi di Orzinuovi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

One thought on “Pallacanestro Orzinuovi ultima ma esperta: Cantù cerca il tris

Lascia un commento