Roberto Cominetti saluta Cantù con una lettera di..arrivederci

roberto cominetti

Il forte schiacciatore bergamasco non farà parte della Libertas 2020/21. A comunicarlo è lo stesso Roberto Cominetti con un post sui social.

Era giunto in Brianza, sponda canturina, cinque anni fa dopo aver trascorso il settore giovanile in quella a sud. Al Vero Volley Monza. Da quel ragazzino 18enne che era, di strada ne ha fatta Roberto Cominetti. Le prime due stagioni canturine vissute in modalità apprendistato, sotto la guida di coach Massimo Della Rosa. Poi nel 2017/18, con l’arrivo di papà Luciano sulla panchina brianzola, la promozione stabile nello starting six. Ma se la mente di qualcuno dovesse essere afflitta da pensieri maliziosi, si sbaglia di grosso. Le qualità erano ben visibili a occhio nudo e il pallavolista orobico le ha ampiamente mostrate sul taraflex.

Stagione dopo stagione, la sua crescita è stata costante. E con soli 23 anni sulla propria carta d’identità, i margini probabilmente sono ancora ampi. Fino a dove possa spingersi la sua carriera è presto da dire. Crediamo che uno sbarco in Superlega sia alla portata, però probabilmente con una tappa intermedia prima. Come ad esempio in un club di A2 che possa lottare a pieno titolo per la promozione al piano superiore. La stagione 2019/20 è stata interrotta dopo diciannove giornate con l’Emma Villas Aubay Siena capolista. Che possa essere proprio questa la sua prossima destinazione? Chi lo sa. Lo scopriremo soltanto attraverso un comunicato ufficiale.

Nell’attesa, Roberto Cominetti ha riservato delle bellissime parole all’ambiente che lo ha fatto crescere nelle ultime annate. Con un post sul suo account Instagram. “Cinque anni… Grazie Cantù per questi cinque anni intensi, rappresentati da vittorie e sconfitte, momenti gioiosi e commoventi, attimi decisivi e incisivi, semplicemente anni indimenticabili”.

Annuncio Pubblicitario

Il pubblico canturino dovrà accontentarsi di rivedere Cominetti probabilmente da avversario

Il testo prosegue poi così. “Ho potuto conoscere persone con cui sono cresciuto, che mi hanno trasmesso grandi valori. Ho condiviso momenti emozionanti, con compagni e amici. Purtroppo, come dice il mio vecchio, lo sport è formato da cicli, e il mio ciclo canturino si è concluso. Spero che in un futuro la mia strada si possa rincontrare con Cantù. Grazie di cuore”.

Precisamente due settimane fa, era giunto il momento dei saluti a Cantù anche da parte di suo padre Luciano. Il Pool Libertas ripartirà da coach Matteo Battocchio e dalla collaborazione con il Consorzio Vero Volley, da dove arrivò proprio Roberto Cominetti. La speranza sarà quella di lanciare alla stessa maniera qualche altro giovane promettente.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento