Riccardo Regattieri debutto ok, arriva la conferma a Cantù

riccardo regattieri

Il Pool Libertas aggiunge un altro tassello nel proprio roster, rifirmando il palleggiatore classe 2000 Riccardo Regattieri. Sarà il cambio di Dzavonorok.

Prosegue a ritmo spedito la costruzione della rosa della Libertas Cantù, che affronterà per la nona volta nella propria storia il campionato maschile di A2. Forte della collaborazione con il Vero Volley Monza, non sta però esitando nel proporre nomi nuovi, riabbracciare qualche vecchia conoscenza o semplicemente riconfermare qualche pedina dello scacchiere 2019/20. Tra chi vivrà un’altra stagione all’ombra del campanile di San Paolo, oltre a capitan Monguzzi, Butti, Motzo e Mazza, ci sarà anche il giovanissimo Riccardo Regattieri. Regista 19enne di scuola Yaka Volley, era giunto in Brianza l’estate scorsa dopo esser cresciuto nello Yaka Volley.

riccardo regattieri
Regattieri e Mazza, entrambi confermati (foto P.Tettamanti)

Con la divisa della società nata dalla fusione tra Polisportiva Intercomunale, Stella Azzurra Malnate e Pallavolo Olgiate, Regattieri si ritagliò anche la grande soddisfazione di conquistare sul campo la promozione in serie B. Ed è proprio nel torneo di codesta categoria, disputato nel 2017/18, che ebbe modo di incrociare da avversario colui che sarà il suo coach nel prossimo futuro, Matteo Battocchio. Infatti, Yaka Volley e Parella Torino si affrontarono in occasione della settima e della ventesima giornata del girone A di serie B, e in entrambe le occasioni fu il neo allenatore del Pool Libertas (3-2 in casa all’andata, 3-0 a Malnate al ritorno) a sorridere. Parella chiuse l’annata al sesto posto, mentre lo Yaka si guadagnò la salvezza grazie alla decima posizione.

Due sfide in cui Riccardo Regattieri attirò l’attenzione di Battocchio, come testimoniano le parole di quest’ultimo. “Sono contento di poter lavorare con Riccardo, è un giocatore contro cui avevo giocato qualche anno fa, e mi aveva molto impressionato. L’ho cercato la scorsa stagione, ed ora potrò lavorarci insieme, cosa che mi rende felice perché mi è sembrato da subito un ragazzo umile, educato e con tanta voglia di allenarsi e di crescere, aspetto fondamentale per quella che sarà la nostra stagione. Con lui e Matyas (Dzavonorok, ndr) abbiamo una coppia di palleggiatori molto giovani e con caratteristiche differenti, cosa che spero possa diventare un’arma in più, specie nel lavoro quotidiano”.

Annuncio Pubblicitario

Varesino che ancora una volta avrà il compito di sostituire il palleggiatore titolare, passando da Mirko Baratti a Matyas Dzavonorok, nell’attesa che la sua maturazione di questi anni gli consenta magari di prendere stabilmente le chiavi della squadra nell’avvenire. “Sono molto contento di restare qui a Cantù – commenta il regista – La scorsa stagione, pur con l’interruzione dovuta all’emergenza Covid, ho giocato più di quanto preventivavo all’inizio, dato che arrivavo dalla Serie C. Il mio obiettivo è quello di trovare spazio in campo anche la prossima stagione. La squadra è molto giovane, ma sono sicuro che riusciremo a toglierci molte soddisfazioni lungo il percorso. Ho già parlato con il nuovo coach (Matteo Battocchio, ndr), e ci siamo subito trovati d’accordo su tante cose: sono sicuro che, una volta trovata la giusta amalgama tra di noi, ci divertiremo”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento