Pool Libertas Cantù, pazza vittoria contro Castellana Grotte!

pool libertas cantù

Contro i pugliesi, il Pool Libertas Cantù parte male nel primo set, sciupa nel terzo e rimonta al tie-break dopo aver cambiato campo sotto 3-8. Una partita vietata ai deboli di cuore.

Anche se i buoni propositi di sorpasso in classifica della vigilia sono andati a farsi benedire, c’è di che essere soddisfatti in casa canturina. In una giornata in cui la ricezione ha registrato grossi problemi e che ha permesso alla Materdominivolley.it di di andare a nozze al servizio (ben 11 ace gran parte con la jump float), la squadra di coach Luciano Cominetti ha mostrato tutto quel carattere che certamente non possedeva ad inizio torneo, andando a ribaltare una situazione disperata nel quinto e decisivo set, tornando così al successo dopo lo stop in quel di Piacenza. All’ormai tradizionale sestetto brianzolo degli ultimi turni, coach Castellano contrappone Longo in regia, Cazzaniga opposto, Fiore e Bertoli schiacciatori, Patriarca e Gargiulo centrali, Battista libero.

Nel primo Cantù prova a mettere subito il muso avanti con il muro di Preti del 3-1, gli ospiti sfruttano il turno in battuta di Cazzaniga per sorpassare sul 3-5 con un pallonetto di quest’ultimo. “Block” di Robbiati per il 6-6, Santangelo manda fuori la diagonale, 7-11 e time-out casalingo. Patriarca sbaglia la propria veloce, i brianzoli si rifanno sotto sul -2. Un muro a testa di Longo e Gargiulo suggeriscono però a coach Cominetti di fermare nuovamente il gioco sul 14-19. Al rientro Patriarca trova la sua seconda jump float vincente del match, il Pool Libertas Cantù non riesce a ricucire, una diagonale e un ace di Cazzaniga mandano in archivio il set iniziale sul 18-25 per Castellana Grotte.

Stefano Patriarca (Materdomini), ottima prova con 16 punti e 3 ace

Prime due azioni nel secondo set e altrettanti video-check, Preti trova la battuta vincente con l’aiuto del nastro (4-2) e altrettanto fa Longo per il momentaneo 5-7. E’ ancora Preti a colpire dai nove metri, due volte consecutivamente, costringendo coach Castellano a parlarci sopra sul 12-11. Si procede sulla via dell’equilibrio, fino all’errore in battuta prima e all’attacco a rete poi di Cazzaniga per il 19-16, nuovo time-out esterno. Santangelo è abile a trovare due volte le deviazioni del muro, concedendo quattro palle set ai suoi. Bertoli fallisce con la diagonale, inutile il seguente video-check, è 25-20 per Cantù con Santangelo infallibile (100% in attacco) in questo set.

Annuncio Pubblicitario

Partono forte i padroni di casa nel terzo, Preti firma il 4-0 con un mani out, ripetendosi poi con la diagonale del 9-4, time-out per coach Castellano. Longo fa ancora male con la jump float (11-8), Fiore beffa il muro avversario un po’ troppo staccato da rete, 16-14 e primo time-out canturino. Al rientro in campo break ospite di 5-0, seconda interruzione voluta da Luciano Cominetti sul 17-18. Fiore manda out la pipe e Cantù allunga sul 22-19, Robbiati mura Bertoli regalando due palle set ai suoi. Cazzaniga manda tutti ai vantaggi con il mani out, che si concluderanno a favore degli ospiti per 30-32 dopo l’invasione di Santangelo e l’ace di Gargiulo.

Nel quarto ace di Santangelo per il 3-1, Patriarca ristabilisce prontamente la parità murando lo stesso giocatore. Diagonale di Preti e servizio vincente di Cominetti per il 10-6, ma sono tre punti consecutivi di Patriarca a riportare Castellana a -1 (11-10). Un video-check da ragione all’attacco di Roberto Cominetti giudicato in un primo momento out (18-15), due errori di Bertoli e i brianzoli allungano sul +4 (20-16), Gargiulo fa altrettanto dai nove metri e così arriva il time-out per gli ospiti sul 21-18. Santangelo protagonista nel finale con tre giocate vincenti consecutive, Preti chiude con la diagonale del 25-19.

Nel tie-break le cose si mettono subito male per i locali, sotto 0-3. Le cose anzichè migliorare peggiorano, Cazzaniga mura Cominetti, 3-8 ed è cambio campo e time-out richiesto dal coach canturino. Sembra non esserci spazio per il miracolo per Cantù, che però inizia a concretizzarsi con un parziale favorevole di 3-0, questa volta è coach Castellano a interrompere il gioco sul 6-8. Cazzaniga sulle mani del muro per il 7-10, Preti con la parallela ricuce però sul 9-10. Veloce di Gargiulo e arrivano due palle match per i pugliesi, Santangelo non trema annullandole entrambe, si va ai vantaggi anche qui. L’opposto canturino ne annullerà un’altra sul 15-15, Roberto Cominetti si carica la squadra sulle spalle mettendo a segno una diagonale dopo una difesa super di Butti prima, murando Bertoli poi. E’ il 17-15 che permette a tutto il palasport Parini di esultare.

pool libertas cantù
Roberto Cominetti (Pool Libertas), decisivo nel tie-break

Un successo che tiene in vita il Pool Libertas Cantù per il quarto posto in classifica, obiettivo stagionale, che potrebbe essere avvicinato nel prossimo turno del girone blu di serie A2. I canturini, infatti, ospiteranno Cisano Bergamasco, mentre Grottazzolina sarà impegnata sul difficile campo del Gas Sales Piacenza.

POOL LIBERTAS CANTU’ – MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 3-2

(18-25, 25-20, 30-32, 25-19, 17-15)

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Santangelo 31, Preti 24, Cominetti 15, Monguzzi 3, Robbiati 3, Butti (L1), Alberini 1, Gasparini, Rudi (L2). NE: Suraci, Danielli, Frattini, Pellegrinelli. All: Cominetti, 2°all.: Redaelli (battute vincenti 7, battute sbagliate 15, muri 10).

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Longo 5, Cazzaniga 28, Bertoli 10, Fiore 10, Gargiulo 10, Patriarca 16, Battista (L), Campana 1, Primavera, Mazzon 2, Di Carlo, Pilotto 1. N.E.: Floris. All.: Castellano, 2° all.: Castiglia (battute vincenti 11, battute sbagliate 24, muri 11).

Arbitri: Giorgia Spinnicchia (Catania) e Massimiliano Giardini (Verona)

Addetto al videocheck: Nikitin Mykyta Gentile

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento