Peimar Volley piega il Pool Libertas in tre set, l’A3 si avvicina

peimar volley

Brutto stop per i canturini sul campo del Peimar Volley. Nove punti di distacco dal terzultimo posto a cinque giornate dal termine: mission impossible?

Ancor prima del risultato (per i brianzoli si tratta della quinta sconfitta consecutiva), a far arrabbiare coach Luciano Cominetti è l’atteggiamento dei propri giocatori messo sul taraflex del Palasport Giancarlo Parenti di Santa Croce sull’Arno. Arrendevole a lunghi tratti, è mancata quella voglia di lottare emersa più volte in questo torneo di A2 nonostante le oggettive lacune tecniche (come ad esempio nel match d’andata). Così per la Peimar Volley Calci è stato un gioco da ragazzi imporsi in tre set con parziali che non ammettono repliche, complice anche il pessimo 37% in attacco da parte dei canturini. Agguantare la salvezza, a questo punto, saprebbe tanto di miracoloso. Ma tentar non nuoce e crederci è d’obbligo, almeno fino a quando la matematica lo consentirà.

peimar volley
Matteo Maiocchi (Pool Libertas), il migliore tra i canturini insieme a Cominetti con 12 punti

Cantù parte con Reggio in regia, Poey opposto, Cominetti e Maiocchi in banda, Monguzzi e Mazza al centro, Butti libero. Coach Gulinelli si affida Coscione al palleggio, Argenta opposto, Fedrizzi e Lecat in banda, Barone e Mosca centrali, Tosi libero. Nel primo set Mosca mura la pipe di Roberto Cominetti per il 9-3, i locali scappano ulteriormente a seguito dell’invasione aerea commessa da Reggio (20-12) e chiudono con l’attacco in posto quattro di Fedrizzi (25-15). Nel secondo è quest’ultimo con un ace a dare il primo strappo con il punto del 4-0, Lecat mette a terra il 10-4 ma i brianzoli provano a riavvicinarsi con il muro del duo Maiocchi-Mazza su Lecat. Nonostante ciò, sono ancora i padroni di casa a portare a casa il set con Coscione che ha la meglio nel duello a muro contro Mazza (25-19). Nel terzo primo vantaggio esterno dell’incontro, con Roberto Cominetti a murare Argenta (5-6). E’ di Fedrizzi la battuta vincente del 10-7, ma si proseguirà punto a punto fino al 17-16. La Peimar Volley piazza un break letale di 8-1, la pipe di Fedrizzi che vale il 25-17 manda in archivio la sfida.

Dagli altri campi

Punti salvezza pesanti quelli conquistati da Mondovì, vincente al PalaBigi contro Reggio Emilia 3-0, e dalla Materdominivolley.it, che espugna al tie-break il San Filippo di Brescia. Nette affermazioni in tre set, sempre in trasferta, per Bergamo contro la Bcc Castellana Grotte e per Santa Croce sul taraflex del Lagonegro. E sempre un 3-0 nell’altra affermazione casalinga di giornata, quella della capolista Siena contro Ortona.

Annuncio Pubblicitario

PEIMAR CALCI – POOL LIBERTAS CANTU’ 3-0  (25-15, 25-19, 25-17)

PEIMAR CALCI: Coscione 1, Argenta 17, Lecat 13, Fedrizzi 15, Barone 3, Mosca 10, Tosi (L1). N.E.: Nicotra, Ciulli, Sideri, Zanettin, Razzetto, De Muro (L2). All: Gulinelli, 2° All: Grassini (battute vincenti 5, battute sbagliate 5, muri 14).

POOL LIBERTAS CANTU’: Reggio, Poey 6, Cominetti 12, Maiocchi 12, Monguzzi 3, Mazza 4, Butti (L1), Regattieri 1, Motzo 2, Gasparini, Rudi (L2). NE: Suraci, Frattini. All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 9, muri 8).

Arbitri: Lorenzo Mattei (Macerata) e Ugo Feriozzi (Ascoli Piceno)

Addetto al videocheck: Francesco Elia Guacci

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento