PalaAgnelli amaro, una Libertas poco lucida cede a Bergamo

palaagnelli

Non disdegna la squadra brianzola al PalaAgnelli contro la seconda forza del girone, condannata però dai diversi errori in attacco specie nei momenti chiave. Un ko 3-0 che rimanda momentaneamente l’aggancio al quarto posto.

Viste e considerate le due vittorie casalinghe consecutive e il buon stato di forma in questo 2019, sicuramente il Pool Libertas un pensierino di far punti in terra bergamasca lo aveva cullato. Purtroppo però il derby si è rivelato indigesto, la salvezza diretta al termine della regular-season di serie A2 con ancora quattro giornate da disputare si fa un po’ più difficile ma non impossibile, grazie anche alla contemporanea sconfitta di Ortona in quel di Cuneo. Tutto è ancora fattibile quindi, le ultime quattro avversarie sono tutte alla portata, bisognerà però cercare di lasciare in giro meno punti possibili. Coach Cominetti al PalaAgnelli manda in campo il consueto starting-six degli ultimi tempi, anche se sul finire del primo set Alberini prenderà il posto di Baratti in regia praticamente fino al termine. Spanakis invece deve fare i conti con l’infortunio di Cargioli, mandando in campo Garnica palleggiatore, il giovane Romanò opposto, Tiozzo e Shavrak schiacciatori, Erati e Cioffi al centro, Innocenti libero.

palaagnelli
Il Pool Libertas prima di inizio gara al PalaAgnelli

L’avvio di gara è equilibrato, primo break di marca locale con l’attacco out di Cominetti e l’ace di Shavrak (6-4). Tiozzo con la diagonale del 9-6, Preti commette la prima di cinque invasioni brianzole e Luciano Cominetti ferma il gioco sul 11-7. Gli ospiti hanno l’occasione di riportarsi a -2 ma viene sanzionata un’invasione a muro del duo Cominetti-Monguzzi su Romanò, il video-check conferma per il temporaneo 17-13. Un salvataggio di Butti termina out per il +5 interno, fuori anche l’attacco di Preti nonostante il video-check chiamato dal coach canturino, il quale si rifugerà in un time-out sul 22-16. Al rientro due palloni messi a terra da Preti intervallati da un muro di Robbiati su Romanò, Spanakis ferma subito tutto (22-19). Nuova sospensione del coach di Bergamo quando Roberto Cominetti ferma le velleità di Romanò (24-22), ma lo schiacciatore della Libertas commette infrazione di palleggio e così l’Olimpia si aggiudica il primo set 25-22.

Partono forte i padroni di casa nel secondo, 5-1 sulla palla corta dell’ex Tiozzo e time-out esterno. Nel frattempo Alberini è già in campo per Baratti, esattamente come nel finale del set precedente, ma le invasioni di Monguzzi e Santangelo costringono gli ospiti a rimanere a debita distanza. Grazie al turno in battuta di Monguzzi il set però diventa presto avvincente, break di 4-0 per la Libertas che impatta a quota nove con il mani-out di Preti. E’ proprio quest’ultimo con lo “slash”, che fa seguito a un muro di un positivo Robbiati su Romanò, a obbligare Spanakis a fermare il gioco sul 10-12. Santangelo manda fuori la propria diagonale per la nuova parità, Monguzzi fa altrettanto con la sua veloce e Bergamo è nuovamente avanti 17-15, time-out per Luciano Cominetti. Equilibrio fino al 21-21, poi Santangelo viene fermato dal muro a tre e Cominetti manda out la parallela. Così il coach canturino chiama un time-out che non ha a disposizione sul 23-21, prendendosi il giallo. Shavrak con la diagonale manda in archivio anche il secondo set al PalaAgnelli, con il punteggio di 25-22.

Annuncio Pubblicitario

L’Olimpia parte bene anche nel terzo set, 4-1 con la parallela di Romanò che video-check e contro video-check confermano, poi è lo stesso giocatore a firmare il 9-5, time-out per Cantù. I brianzoli si riportano a -1 con la veloce di Monguzzi e il punto di prima intenzione di Preti (12-11), ma Garnica di seconda intenzione ristabilisce il +4 a favore degli orobici. Santangelo indovina la parallela del 19-17, Spanakis ci parla su. Il Pool Libertas impatta con l’errore al servizio di Shavrak e l’ace di Santangelo (21-21), ma gli errori di quest’ultimo dai nove metri e la diagonale out di Preti costano il 23-21. Cristofaletti con l’invasione ridà speranze agli ospiti, Tiozzo però chiude i giochi con la diagonale del 25-23.

palaagnelli
Nicola Tiozzo (Olimpia Bergamo) uno dei tre ex di giornata

OLIMPIA BERGAMO – POOL LIBERTAS CANTU’ 3-0

(25-22, 25-22, 25-23)

OLIMPIA BERGAMO: Garnica 1, Romanò 15, Tiozzo 7, Shavrak 14, Erati 2, Cioffi 4, Innocenti (L1), Cristofaletti, Sette, Gritti, Franzoni (L2). N.E.: Cogliati, Marzorati Cargioli. All: Spanakis, 2°all: Guerini (battute vincenti 2, battute sbagliate 16, muri 5).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti, Santangelo 13, Preti 13, Cominetti 6, Monguzzi 5, Robbiati 8, Butti (L1), Alberini, Suraci, Gasparini. NE: Danielli, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 4, battute sbagliate 17, muri 5).

Arbitri: Alessandro Rossi (Imperia) e Giovanni Giorgianni (Messina)

Videocheck: Luca Biasin

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento