Padura Diaz trascina Taranto, ma è una bella Cantù

padura diaz

Sconfitta in quattro set all’esordio stagionale il Pool Libertas. Il cubano Williams Padura Diaz mattatore dell’incontro con ben 30 punti.

E’ iniziato questa sera al PalaFrancescucci il campionato di volley A2 dei canturini, con una giornata di ritardo. Rimandata la prima giornata a causa di una positività nello staff brianzolo, la Libertas si è ritrovata ad affrontare una delle più serie candidate per la vittoria finale: la Prisma Taranto, reduce dal netto successo di domenica scorsa contro Brescia.

Un avversario di caratura quindi, ma la truppa di coach Battocchio non è stata affatto a guardare, giocando alla pari nelle oltre due ore di gioco. L’alta dose di testosterone da debutto dei suoi ragazzi, unitamente a una difesa di livello, ha permesso di strappare il primo set. Alla distanza è però emerso il maggior tasso tecnico e l’esperienza degli ospiti, ma nonostante tutto i canturini sono stati bravi a non mollare mai, perdendo un set ai vantaggi e i successivi due soltanto di due punti. Cantù esce sconfitta dal PalaFrancescucci ma al tempo consapevole di potersela giocare con tutti.

padura diaz
Una fase di riscaldamento delle due formazioni

Battocchio parte con Dzavonorok al palleggio, Motzo opposto, Mariano e Bertoli schiacciatori, Monguzzi e Mazza al centro, Butti libero. Per Di Pinto invece Coscione in regia, Padura Diaz opposto, Parodi e Fiore schiacciatori, Presta e Alletti al centro, Goi libero. Parte bene Cantù nel primo set, portandosi sull’8-5 con un punto di Motzo decretato in campo dal video-check. Un doppio palleggio di Dzavonorok consente ai pugliesi di ritrovare la parità (13-13), ma i locali riallungano grazie all’attacco a rete di Fiore (18-14). Un punto di prima intenzione di Dzavonorok permette alla Libertas di aggiudicarsi il set 25-22.

Annuncio Pubblicitario

Padroni di casa sul 10-7 nel secondo con un muro a tre ai danni di Padura Diaz, ma dopo il time-out di Di Pinto la Prisma agguanta la parità a quota undici con la diagonale di Parodi. Cantù sul +4 con un muro fuori di Motzo, Bertoli mura Fiore per il 24-22 ma si va ai vantaggi. Di Martino mura Monguzzi per il 29-31, mettendo fine a un interminabile set.

Parte bene il Pool Libertas nel terzo, con l’attacco di Padura Diaz che si ferma sulla rete (4-1). Monguzzi commette l’invasione che costa il 7-10, ma è Motzo a firmare la diagonale del 13-13. Taranto scappa nuovamente con un muro di Di Martino su quest’ultimo (19-23), tuttavia Cantù è decisa a vendere cara la pelle. Diagonale vincente di Bertoli per il 23-24, Mazza sbaglia la battuta per il 23-25 a favore degli ospiti.

Nel quarto i locali provano a ripartire bene con il 6-3 di Mariano, ma la Prisma sorpassa con il mani out di Padura Diaz (8-9). Nuovamente +3 interno con un mani fuori di Mariano, Taranto però piazza un break di 4-0 e con una palla corta di Parodi rimette la freccia (13-14). I brianzoli accarezzano l’opportunità di andare al tie-break con il 19-17 di Motzo, ma è ancora a consentire il controsorpasso con la diagonale del 22-23, mentre è l’ex Vero Volley Padura Diaz a chiudere definitivamente i giochi con il mani fuori del 23-25.

“E’ comunque un buon punto di partenza – afferma Matteo Battocchio, coach dei canturini –. Bisogna guardare a quello che dice la partita al di là del risultato, che può essere bugiardo. Il nostro problema è che paghiamo l’inesperienza e la scarsa gestione di alcune situazioni di gioco, soprattutto nelle parti finali dei set. Questa è una cosa che possiamo aspettarci, vista l’età dei ragazzi, e sono cose su cui sappiamo che possiamo migliorare, su cui i ragazzi stanno lavorando. E’ innegabile che i ragazzi hanno fatto un salto di qualità enorme sulla gestione di questi momenti rispetto all’inizio della stagione, ma non basta ancora. Alla fine, per quanto riguarda la classifica, non abbiamo fatto punti, e questo campionato non perdona. Se c’è una squadra che fatica sul nostro campo, dobbiamo essere bravi a sfruttare l’occasione e fare punti“.

POOL LIBERTAS CANTù – PRISMA TARANTO 1-3 (25-22, 29-31, 23-25, 23-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Dzavoronok 2, Motzo 26, Bertoli 14, Mariano 12, Monguzzi 6, Mazza 8, Butti (L1), Picchio. NE: Regattieri, Galliani, Corti, Gianotti, Malvestiti (L2). All: Battocchio, 2° All: Redaelli (battute vincenti 3, battute sbagliate 13, muri 5).

PRISMA TARANTO: Coscione 3, Padura Diaz 30, Fiore 6, Parodi 19, Alletti 8, Presta, Goi (L1), Gironi 4, Hoffer, Di Martino 8. N.E.: Cottarelli, Di Felice, Persoglia, Cascio (L2). All: Di Pinto, 2° All: Racaniello (battute vincenti 4, battute sbagliate 19, muri 19).

Arbitri: Massimo Rolla (Perugia) e Fabio Bassan (Milano)

Addetto al videocheck: Riccardo Canali

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento