Nicola Candeli per illuminare al centro, un gardesano per Cantù

nicola candeli
[ethereumads]

Il Pool Libertas annuncia il suo terzo tassello nell’organico del 2024/25. E’ Nicola Candeli, navigato centrale preso dall’Atlantide Brescia.

Metà sestetto titolare già completato. Un club, quello presieduto da Ambrogio Molteni, che sta rapidamente svelando il proprio volto per la prossima nuova stagione, che lo vedrà al via della seconda serie nazionale per la tredicesima volta. Dopo aver aperto le danze con il ritorno dello schiacciatore Nicola Tiozzo e del palleggiatore Francesco Cottarelli, gli annunci sono proseguiti poche ore fa svelando nome e cognome di un giocatore che per la prima volta in A2 si allontanerà (relativamente) dalla sua terra.

Si perché Nicola Candeli, classe ’93 e nativo di Desenzano del Garda, ha vestito la maglia dell’Atlantide Pallavolo in due distinte parentesi: dal 2018 al 2021 e dal 2022 al 2024. Nel mezzo un’annata trascorsa alla Consar Rcm Ravenna in Superlega, un’esperienza che sicuramente gli ha permesso di migliorare le sue qualità. Proprio insieme alla compagine bresciana, negli ultimi mesi è stato capace di sollevare due distinti trofei e curiosamente proprio come accaduto al nuovo regista di Cantù, ovvero la Coppa Italia e la Supercoppa di categoria.

Nonostante il suo percorso volleystico sia iniziato tardi all’età di 17 anni (ndr una volta scartati calcio e tennis) presso le giovanili della Pallavolo Villanuova, questo ragazzo di 200 cm può essere considerato a tutti gli effetti un’atleta d’esperienza. Ed è ciò che realmente la Libertas cercava, a seguito del ritiro dalla pratica agonistica dello storico capitano Dario Monguzzi. Come conferma il suo nuovo coach. “Nicola è un centrale che mi ha colpito tantissimo quando l’ho visto giocare contro Cantù – confessa Alessandro Mattiroli -. In più, è un giocatore che ha esperienza della categoria, e quindi è un buon prospetto per il nostro progetto, visto che in quel ruolo necessitavamo di un innesto di esperienza, e lui ne ha molta in questa categoria. Sarà sicuramente un’ottima risorsa per noi”.

nicola candeli
Nicola Candeli andrà a ricoprire il ruolo lasciato da Dario Monguzzi (foto Tettamanti)

Già in passato si tentò di portare l’atleta nella Città del Mobile. “Qualche anno fa c’era già stato qualche contatto con Cantù – svela Nicola Candeli -, ma poi non si era concretizzato. Cosa che è successa ora, dopo tanti anni da avversari, e questo mi ha permesso di conoscere questa realtà anche se indirettamente. Sono molto contento di venire: tanti amici hanno giocato qui, e mi hanno parlato molto bene della società, e questo è uno dei motivi per cui ho accettato la proposta abbastanza velocemente, oltre che la vicinanza a casa“.

“Il progetto è quello di fare una squadra che si possa togliere qualche soddisfazione, anche se sappiamo che il livello delle prime della classe è molto alto, e ce ne sono tante altre che sulla carta partono più avanti di noi. Secondo me, però, potremo toglierci qualche soddisfazione, anche se ora è presto: man mano che cominceremo e ci conosceremo dovremo dare una forma al nostro gioco, ma sono sicuro che ci divertiremo”.

“A livello personale vorrei cercare di fare bene, e in ogni caso di fare meglio dell’anno scorso, e cercare di migliorare quel qualcosa che nella passata stagione non è andato benissimo – ha infine concluso il gardesano -. Ma la cosa più importante per me è che la squadra giochi bene e che vinca. Sarà importante cercare di avere un buon livello di allenamento, perché quello aiuta a trovare un buon ritmo di gioco, e di conseguenza la domenica giocheremo bene. E’ vero che ci sono tante squadre che puntano a salire, ma ogni anno c’è quella che sulla carta sembrava un po’ più indietro delle altre e che invece sorprende tutti: noi dobbiamo puntare ad essere quella. Il gruppo è buono, e c’è il potenziale per fare bene“.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento