Mosca Bruno battuta al tie-break: Cantù bene ma non benissimo

mosca bruno

Vittoria Libertas al Parini contro la neopromossa e ultima della classe Mosca Bruno Bolzano. Rimontati dal 2-0, incamerano soltanto due punti.

 
 
 
 
 

Turno nuovamente casalingo per i canturini quello della sesta giornata che, dopo aver ospitato in quello precedente l’Atlantide Pallavolo Brescia, affrontano l’Alto Adige Sudtirol Volley in un match assolutamente da vincere in ottica salvezza. Infatti, la squadra di coach Burattini ha all’attivo un solo punticino in classifica racimolato contro il Club Italia e si presenta in terra brianzola con le defezioni di Zappoli e del libero titolare Thei. Problemi fisici che invece non riguardano fortunatamente i ragazzi di Luciano Cominetti.

mosca bruno
I giocatori scelti dal coach canturino per iniziare il match contro Bolzano

Ad inizio primo set, un’incomprensione tra Piazza e Robbiati prima e un attacco out di Ricardo poi, permettono agli avversari di portarsi avanti sul 3-6. I canturini dovranno attendere un punto di Ricardo per riportarsi in parità a quota 11. Monguzzi si carica sulle spalle la propria squadra che, dopo il 15-15 messo a segno da Piazza, grazie al capitano si porta sul +3 (18-15) con Burattini che si rifugia nel time-out in due circostanze. I due team tornano appaiate sul 19-19, Ricardo e Robbiati brillano a muro nella fase finale e un servizio out di Boswinkel permette ai brianzoli di aggiudicarsi la prima contesa per 25-23.

Annuncio Pubblicitario

Il secondo parte all’insegna dell’equilibrio, con il primo strappetto che giunge per vie interne sul 13-10, complice un errore in attacco dell’olandese Boswinkel e gioco interrotto dal mister ospite. Robbiati e Ricardo murano Baldazzi, nuovo time-out esterno sul 17-12. La Libertas grazie ad una buona difesa e al suo muro, tiene a debita distanza l’avversario, imponendosi per la seconda volta grazie all’ace di Caio che vale il 25-19.

L’avvio del terzo non ha un copione differente rispetto al precedente. Boswinkel decide di trascinare i propri compagni, così i bolzanini si portano sul 8-11. Tra i padroni di casa si vede anche Suraci, che colpisce al servizio (11-12). Sospensione chiamata da Cominetti dopo due consecutivi di Galabinov (11-15). Ed è sempre il bulgaro, con un ace, a costringere il coach di Cantù a chiamarne un secondo sul 15-20.Poi manco a dirlo Galabinov, con un suo attacco fissa il 19-25 in favore della Mosca Bruno.

mosca bruno
Hidde Boswinkel (Mosca Bruno Bolzano), schiacciatore olandese

Nel quarto set, sull’invasione a muro di Cantù (2-3) si infortuna Piazza, costretto a lasciare il campo a favore di Baratti. Nello scambio successivo, video-check chiamato dalla panchina canturina per un attacco considerato out di Ingrosso, ma viene rilevata un’altra invasione dei padroni di casa.  Chiamata sprecata anche dagli ospiti sul diagonale vincente di Caio del 4-5. Bosvinkel con la parallela del +2, Cominetti esaurisce i video-check sul muro di Galabinov ai danni di suo figlio (6-8) alla ricerca dell’invasione che non c’è e nel mentre giallo sanzionato a Ricardo. Infrazione poi commessa dal  duo Paoli-Bosvinkel, punteggio che torna in parità sul 8-8. Le due squadre proseguiranno punto a punto fino a quasi il termine del set. Robbiati mura Bosvinkel (17-17), time-out Bolzano. Bleggi fa lo stesso con Ricardo, 18-20 e sospensione questa volta canturina. Caio invade per il +3 esterno (18-21), Cominetti manda fuori due diagonali consecutive (20-24). Galabinov invece, con la medesima esecuzione, non perdona per il 20-25 a favore dei bolzanini. “Tutti” al tie-break.

Nel quinto e decisivo set, buono spunto dei brianzoli che con Caio si portano sul 5-2, time-out per Bolzano. Gli ospiti non mollano, Paoli protagonista a muro su Robbiati e Monguzzi, è 7-7 e Cominetti ferma il gioco. Padroni di casa che riallungano grazie all’opposto brasiliano sul 11-8, sospensione chiamata da Burattini. Non ci saranno colpi di scena, Cantù si porta anche sul +4 e chiude i conti con Ricardo che mura Boswinkel.

Il Pool Libertas Cantù ottiene così il secondo successo stagionale, ottenuto sempre ai danni di una delle due ultime in classifica. Però a differenza della volta precedente, l’intera posta in palio sfuma. Dalle parole di Luciano Cominetti non traspare soddisfazione piena proprio per questo motivo, anche se si sono ravvisati già i primi segnali positivi per una costanza di prestazione durante tutto l’arco dell’incontro. Il presidente Ambrogio Molteni si dice soddisfatto del contributo dei propri giovani, che devono essere valorizzati il più possibile come prefissato prima dell’inizio della stagione nonostante gli alti e bassi che sicuramente saranno inevitabili. Tornando al responso del campo, benissimo il duo brasiliano Caio-Ricardo con 24 punti a testa ma lodevole anche la prestazione del giovanissimo palleggiatore Baratti. Per la Mosca Bruno, che si deve accontentare di un solo punto, non bastano i 20 di Boswinkel e 19 di Galabinov. Squadra bolzanina che ha difeso e murato leggermente meglio, ma globalmente in attacco ha registrato percentuali inferiori.

Prossimo impegno per Cantù domenica prossima in quel di Taviano alle ore 16.00

 

POOL LIBERTAS CANTU’ – MOSCA BRUNO BOLZANO 3-2   (25-23, 25-19, 19-25, 20-25, 15-10)

POOL LIBERTAS CANTU’: Piazza 3, Caio 24, Ricardo 24, Cominetti 12, Monguzzi 11, Robbiati 7, Butti (L1), Baratti, Olivati, Suraci 1. NE: Groppi, Danielli, Frattini, Boffi (L2). All: Cominetti, Ass: Redaelli.

MOSCA BRUNO BOLZANO: Quartarone 2, Boswinkel 22, Ingrosso 12, Galabinov 21, Bressan 2, Paoli 12, Villotti (L1), Baldazzi 3, Candeago 1, Bleggi 2. N.E. Spagnuolo, Thei (L2):. All: Burattini, Ass: Palano

Arbitri: Frederick Moratti (Frosinone) e Stefano Caretti (Roma)
Addetto al videocheck: Valerio Rusconi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento