Matheus Motzo ritorno al passato, ma sempre a Cantù

matheus motzo

Sarà il ruolo di opposto quello che tornerà a occupare Matheus Motzo, italo-brasiliano che si è guadagnato la fiducia del club del presidente Molteni.

A ben vedere, con gli annunci ufficiali già resi noti ad oggi dal Pool Libertas, il sestetto è bello che pronto. Matyas Dzavonorok in regia, Romolo Mariano e Matteo Bertoli schiacciatori, Dario Monguzzi al centro, Luca Butti libero e… Matheus Motzo opposto. E’ stata quest’ultima la firma svelata poche ore fa. Si tratta della terza conferma riguardante la rosa della stagione 2019/20, meritata aggiungiamo noi. Il giovane classe ’99 ha fatto intravvedere buone cose nella sua prima annata in Brianza, dove è riuscito a collezionare 142 punti in 52 set prima che il Covid-19 obbligasse a dichiarare concluso il torneo di A2 in anticipo.

Diciotto giornate vissute prettamente da schiacciatore, un ruolo in cui aveva fatto l’abitudine negli ultimi due campionati trascorsi al Club Italia. Nel primo dei tre con la società federale, invece, si era cimentato in quello di opposto. E sarà proprio da qui che ripartirà il sardo dal sangue verdeoro nei prossimi mesi, andando di fatto a sostituire il cubano Raydel Poey, autore di un’esperienza canturina non propriamente da ricordare. Anche se il posto da titolare, per Motzo, potrebbe non essere totalmente scontato, come si evince dalle parole del suo nuovo coach.

matheus motzo
Raydel Poey, opposto del 2019/20 che non ha reso come aspettative (foto P.Tettamanti)

“Ho trovato in Matheus una persona molto determinata – racconta Matteo Battocchio – consapevole che dovrà lavorare tanto, ma per nulla spaventata da questo. Sa che per la nostra squadra avrà un ruolo importante: sono contento di aver trovato un ragazzo desideroso di prendere questa responsabilità nelle proprie mani per trasformarla in possibilità di crescita e di miglioramento. Ho parlato a lungo di lui con il ct Gianlorenzo Blengini: ha tutte le carte in regola per esplodere e il sentirlo deciso e consapevole delle carte stesse che ha in mano non può che essere un ottimo punto di partenza”.

Annuncio Pubblicitario

“Sono molto contento di restare – afferma Matheus Motzo – perché qui a Cantù mi sono trovato molto bene, nonostante l’annata sportiva non sia stata delle migliori. Però sono soddisfatto della conferma e lavorerò al meglio per il mio cambio di ruolo. Sono carico e ho molta voglia di ricominciare ad allenarmi per portare a casa i risultati che ci siamo prefissati. Penso che il progetto in cui sono coinvolto sia molto importante per la crescita dei giocatori giovani che ci saranno nella rosa. Voglio cogliere l’occasione per ringraziare il Presidente Molteni, i tifosi e tutte le persone che hanno fatto questo percorso con noi, soprattutto coach Luciano Cominetti e quelli che non saranno con noi il prossimo anno. Non vedo l’ora di conoscere i nuovi compagni e tutti quelli che ci accompagneranno. Invito i nostri tifosi a seguirci anche al PalaFrancescucci di Casnate: per noi sarà una sorta di trasferta, ma faremo di tutto per farli felici e far felici noi stessi”.

Sicuramente Motzo è uno dei giovani tra i più interessanti nel panorama italiano. Ha già avuto modo di vestire i colori azzurri, conquistando con l’Under 21 guidata da Monica Cresta la medaglia d’argento nei Mondiali disputati in Bahrain nel 2019.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento