Manuel Coscione colpo grosso, la Libertas alza l’asticella

manuel coscione
[ethereumads]

Il Pool Libertas si aggiudica le prestazioni del palleggiatore Manuel Coscione, veterano con alle spalle una lunga carriera ai massimi livelli.

Abbiamo già sottolineato come, la stagione appena conclusa da parte della formazione di volley canturina, sia stata ampiamente positiva. L’accesso ai quarti di finale nei play-off promozione ha difatti consentito di entrare a pieno diritto tra i primi otto club di A2 e tra i migliori venti in Italia. Ma come si suol dire, l’appetito vien mangiando, soprattutto se ci si confronta quotidianamente o quasi con un coach ambizioso che risponde al nome di Matteo Battocchio.

Così, dopo aver fatto spesa nella società eliminata nel turno precedente (Santa Croce) con l’innesto di Riccardo Copelli, Cantù ha fatto altrettanto con quella che l’ha eliminata in seguito (Taranto) con l’ingaggio di Manuel Coscione. Andando sull’usato sicuro in un ruolo cardine e nel quale negli ultimi anni ha sempre avuto parecchi grattacapi. Con scelte non premianti (Piazza e Alberini), problemi di infortunio (Baratti) e fragilità mentale (Džavoronok).

Un acquisto di assoluto valore per la categoria, nonostante la carta d’identità recita 41 primavere. Nato a Cuneo il 29 gennaio 1980, Manuel Coscione ha all’attivo ben 18 campionati nella massima serie. Il suo debutto risale al 2000/01 con la maglia dell’Alpitour Cuneo, dopo la trafila nelle relative giovanili. Tante in seguito le esperienze altrove: Montichiari, Padova, Roma, Martina Franca, Forlì, Vibo Valentia, Verona e Piacenza. Nel 2018/19 l’avventura estera con i francesi dell’Arago De Sete, prima di scendere di categoria con Calci dapprima e Taranto poi, conquistando con quest’ultima il recente passaggio in Superlega.

Nel suo palmares figurano anche due Coppa Cev (2002 e 2008) e due Coppa Italia di A1 (2002 e 2006). Di grande prestigio l’argento alla World League 2004 con l’Italia, nazionale con la quale collezionerà 27 presenze. Nonostante la sua grande longevità, il palleggiatore piemontese non dovrebbe figurare come il giocatore più anziano di A2 nella prossima annata, vista l’intenzione del classe ’77 Alberto Cisolla di proseguire con l’Atlantide Brescia.

Uno sforzo economico importante quello sostenuto dal presidente dei canturini, che spera possa essere ripagato dall’affetto della tifoseria e dal contributo di nuovi sponsor. “Sono molto felice che Manuel abbia accettato la nostra proposta di far parte del roster per la prossima stagione – le parole di Ambrogio Molteni -. Si tratta di un arrivo di grande importanza, visto che ha appena condotto la Prisma Taranto in Superlega. Scegliendo di venire a far parte della famiglia della Libertas Cantù ci dà una spinta notevolissima per mettere in cantiere un team all’altezza della difficoltà della prossima stagione“.

manuel coscione
Ambrogio Molteni, il presidente della Libertas ha assecondato le richieste del suo coach

“Dopo gli arrivi di Lorenzo Giani, di Riccardo Copelli e di Felice Sette, e la conferma di Matheus Motzo, si sta delineando il gruppo che Matteo (coach Battocchio, ndr) ha voluto con grande caparbietà, e che mi ha spinto a fare investimenti importanti per una società come la nostra, che, come tutti sanno, ha un budget molto contenuto. Spero che i tifosi apprezzeranno questi sacrifici, e che possano venire nella prossima stagione, speriamo, al PalaFrancescucci, e darci quella spinta fondamentale che solo loro ci possono dare. Inoltre, mi auguro che qualche sponsor locale riesca a capire l’importanza di tutto il lavoro che stiamo facendo, e che ci possa sostenere nel nostro cammino“.

“Sono contento di aver accettato questo progetto – il commento del palleggiatore piemontese -. Vengo per “alzare l’asticella”: vorrei “spingere” gli elementi più giovani a dare il massimo per esplodere e aiutarli nel percorso di crescita. Spero che il mercato si possa concludere bene per riuscire ad essere la mina vagante del campionato. Dovremo lavorare sodo, e sarà mio compito aiutare i ragazzi più giovani a raggiungere la mentalità di alto livello per poi spiccare il volo. L’obiettivo sarà fare un buon campionato, ma mi piacerebbe essere una squadra fastidiosa per tutti. Dovremo lavorare bene tutti i giorni per arrivare a questo risultato, ma sono sicuro che ci toglieremo delle belle soddisfazioni”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento