Luca Butti anno nuovo, carriera “nuova”: son quattordici a Cantù

luca butti
[ethereumads]

Il libero titolare della Libertas sarà sempre Luca Butti, a Cantù dal 2009. Per lui la voglia di mettersi alle spalle una stagione tormentata.

I trenta anni compiuti lo scorso 8 dicembre ne fanno di lui certamente un giocatore veterano. E anche l’aspetto fisico è oramai cambiato da un po’ di tempo: quel volto da ragazzino con cui si presentò in Brianza quasi cinque lustri fa, ha ora lasciato spazio a un look con un po’ di barba.

Paradossalmente però e in decisa controtendenza, Luca Butti nella conclusa stagione 2021/22 ha calcato il taraflex così poco come mai nella sua decennale avventura in A2 con la Libertas. Motivo? Un problema a un ginocchio, che lo ha limitato a soli 13 match e 30 set giocati. Una parziale indisponibilità non di poco conto, in un’annata che ha visto completamente fermo capitan Dario Monguzzi, altro fondamentale riferimento insieme all’ex prodotto dell’Intercomunale all’interno dello spogliatoio.

luca butti
Dario Monguzzi, capitano del Pool Libertas Cantù (foto P.Tettamanti)

In tal senso, più fortunato del suo predecessore Matteo Battocchio sarà senz’altro il nuovo coach. “La conferma di Butti è un ottima notizia sia dal lato tecnico e sia per quello che rappresenta per questa squadra – le parole di Francesco Denora sul libero -: aiuterà me e i nuovi ad immergerci al meglio nella realtà di Cantù vista la sua lunga esperienza. Poi la scorsa stagione per lui è stata particolarmente sfortunata, e la sua voglia di riscattarsi sarà il vero valore aggiunto”.

“Ormai ho perso il conto degli anni in cui ho giocato a Cantù – il commento scherzoso di Luca Butti –, sono arrivato molto giovane, a 17 anni, e 14 campionati giocati qui non sono pochi. La mia tredicesima stagione, però, non è andata benissimo a causa del problema al ginocchio che mi ha tenuto lontano dal campo a lungo. Per me sarà importante ripartire bene, e sono molto carico: vorrei che la prossima vada bene dal punto di vista fisico. Sto lavorando molto in palestra, in costante aggiornamento con Pietro (il preparatore Muneratti, ndr) e i fisioterapisti, per arrivare il più pronto possibile all’inizio della preparazione”.

“Per quanto riguarda il prossimo campionato – prosegue il libero comasco -, sono convinto che saremo una bella squadra, a giudicare dai nomi, e questo è molto stimolante. Sono anche contento di rivedere vecchi compagni con cui ho giocato e mi sono trovato molto bene. Ho parlato anche con Coach Denora, e mi sono trovato molto bene: è una persona molto disponibile, e abbiamo fatto una bella chiacchierata. Non vedo l’ora di conoscerlo meglio e di apprendere tutto quello che avrà da insegnarci. Spero davvero che si trovi bene tra noi”.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento