Libertas Cantù, si inizia! Oggi raduno e saluto ai tifosi.

libertas cantù

Inizia ufficialmente la stagione della Libertas Cantù. Salvezza obiettivo primario, ma come traguardo intermedio si sogna di partecipare alla Coppa Italia.

Ha preso il via, con il raduno al Palasport Parini di Cantù, il trentasettesimo anno della storia per la società canturina di pallavolo. Il prossimo campionato 2019/20 sarà l’ottavo di A2, il settimo consecutivo in questa rinnovata e sempre più competitiva categoria. Una rosa che è stata presentata ai propri tifosi in tarda serata, con alcuni cambiamenti rispetto alla stagione passata. Un sestetto titolare cambiato in tre (quattro se considerato anche Alberini) elementi: salutati Andrea Santangelo, Alessandro Preti e Gabriele Robbiati, al loro posto rispettivamente Raydel Poey, Matheus Motzo e Martins Arasomwan. A questi bisogna aggiungere gli innesti riguardanti Federico Mazza (un ritorno), Riccardo Regattieri e Matteo Maiocchi, mentre Simone Danielli saluta la compagnia.

libertas cantù
Raydel Poey, grandi aspettative attorno al cubano

La politica della Libertas Cantù è da sempre quella di valorizzare i ragazzi della zona – precisa il presidente Ambrogio Moltenisupportati con tre o quattro innesti mirati. Politiche differenti non ne consideriamo, vuoi perché non siamo strutturati, vuoi perché crediamo che i giocatori del posto una volta inseriti nel loro “habitat” possano dare quel qualcosa in più per il senso di appartenenza“. Per quanto riguarda l’obiettivo, il n°1 del club preferisce ragionare per gradi. “Sicuramente quello primario è la salvezza, dobbiamo evitare le ultime tre piazze (ndr retrocedono le ultime due ma potrebbe verificarsi uno spareggio tra decima e undicesima), poi eventualmente possiamo ragionare per un posto play-off. Ma sarebbe bello anche partecipare alla Coppa Italia”.

Una manifestazione, quest’ultima, che si svolgerà tra gennaio e febbraio, a cui parteciperanno le prime sei formazioni di A2 al termine del girone d’andata ma anche le due miglior classificate di A3. E proprio a essa sembra voler mirare coach Luciano Cominetti: “Sarebbe una chicca che mi farebbe sentire particolarmente realizzato, inoltre starebbe a significare sicuramente una buona partenza da parte nostra, che sarebbe il modo migliore per cercare di raggiungere poi il traguardo finale. Detto ciò questo è il mio terzo anno consecutivo qui in Brianza, siamo tra le prime ventiquattro squadre italiane, è una cosa che mi rende particolarmente orgoglioso”.

Annuncio Pubblicitario

Insomma, recitato da presidente e coach, il motto di Cantù vuole essere quello di non fermarsi all’apparenza ma di essere concreta, facendo le cose per bene nonostante le non eccelse disponibilità. A tal proposito, va sottolineato che anche quest’anno la Libertas Cantù non avrà un main sponsor ma un pool di partner pronti a sostenerla, come ad esempio la Cassa Rurale da vent’anni a questa parte. Nonostante ciò, quest’anno oltre all’obbligatoria serie D under 20 è stata iscritta anche una formazione in serie C, grazie all’acquisizione dei diritti di Gallarate. Un nuovo aggravio economico al quale va aggiunto anche l’investimento nel Palasampietro, che con la messa a punto dei pali e della rete da parte della società, potrà ospitare per la prima volta nella sua storia anche partite di pallavolo (dal 1 settembre fino a 100 posti, ma poi per tutti i 1950 posti una volta eseguito il certificato antincendio entro il 31 dicembre). In questa maniera il club ha voluto portarsi avanti qualora iniziassero effettivamente, nella prossima estate, i lavori di ammodernamento del Parini.

libertas cantù
Da sinistra verso destra, Luciano Cominetti, Ambrogio Molteni, Matto Molteni e Max Redaelli

Da un punto di vista pratico, in questa prima settimana di lavoro i canturini svolgeranno anche un doppio allenamento nella giornata di domani e giovedì, oltre a quelli singoli nei restanti giorni. Fitto anche il programma della amichevoli. La prima sarà il 12 settembre a Piacenza, poi il 15 settembre a Mondovì prima del duplice impegno contro Brescia (il 18 al Parini, il 25 a Brescia). Il 21 settembre la squadra di Cominetti farà visita a Reggio Emilia (che sarà l’avversario della prima giornata il 20 ottobre). Si prosegue poi in casa contro Mondovì il 28 ottobre, prima di affrontare per due volte l’Olimpia Bergamo (fuori casa a inizio ottobre, a Cantù il 12 ottobre).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento