Federico Mazza season-high, Libertas ok contro Lagonegro

federico mazza

Cantù centra la prima vittoria interna del torneo, piegando Lagonegro 3-1. Miglior prova stagionale per Federico Mazza con 14 punti.

Espugnato il PalaFrancescucci di Casnate con Bernate. Una frase che potrà suonare strana ai nostri lettori, visto che l’impianto in questione ospita le partite casalinghe del Pool Libertas. Eppure, dopo aver collezionato sei sconfitte in altrettante sfide giocate tra le mura amiche, il sapore particolare del successo di questa sera è quasi equiparabile a quello di uno ottenuto in trasferta.

Cantù incassa così tre preziosissimi punti che gli permettono di cullare ancora sogni play-off. Speranze che dovranno essere necessariamente alimentate fra quindici giorni, quando il campionato di A2 riprenderà e il club del presidente Ambrogio Molteni ospiterà la Conad Reggio Emilia. Una formazione già battuta all’andata, proprio come successo con l’avversario odierno, ossia Cave del Sole Geomedical Lagonegro.

I brianzoli sono partiti a rilento, soffrendo la buona verve iniziale dei potentini. Con il passare delle azioni si sono però rilevati felici gli accorgimenti a muro, che hanno limitato in primis l’eccellente opposto russo Tiurin. In questo fondamentale da segnalare la performance di Federico Mazza, autore di 5 giocate vincenti e di 14 punti totali. Per il centrale classe ’96 si tratta della migliore prestazione stagionale in termini di punti, la seconda in carriera dopo quella collezionata nel 2018/19 in maglia Catania. Da sottolineare anche l’eccellente prova di Matheus Motzo, capace di mettere a terra 27 palloni. Bene la ricezione di squadra con il 53% perfetta, unita a una buona efficacia in battuta con 8 ace.

Annuncio Pubblicitario

Sestetto tradizionale quello scelto da coach Battocchio, con il rientrante Viiber al posto di Regattieri. Coach Tubertini opta invece per Salsi in regia, Tiurin opposto, Mazzone e Marretta schiacciatori, Spadavecchia e Maccarone al centro, Santucci libero. Partono forte gli ospiti, che con il turno in battuta di Mazzone costringono l’allenatore di casa a due time-out in rapida successione: sul 2-7 con il muro di Maccarone su Motzo, sul 2-10 con l’ace dello stesso schiacciatore. Cantù prova a reagire con un muro di Viiber su Tiurin (6-12), ma il russo si rifà con il medesimo gesto nei confronti di Mariano (6-16). Galliani prende il posto di Motzo commettendo però un fallo di seconda linea (8-18), l’italo-brasiliano torna per il finale di set ma con un attacco out regala il 15-25 a Lagonegro.

Il secondo parte nella medesima maniera, di Marretta la parallela del 2-7 che obbliga Battocchio a parlarci su. Tuttavia i padroni di casa riescono a mettere la freccia con un muro di Mazza su Tiurin (8-7), trovando poi il servizio vincente di Viiber (13-11). Pallonetto di Motzo e Tubertini ferma il gioco sul 17-13, poi sarà Viiber a murare Marretta per il 19-14. Due diagonali di Tiurin e un muro di Mazzone consentono ai potentini di riavvicinarsi (21-20), ci pensa però Motzo con la diagonale a impattare il computo dei set (25-23).

federico mazza
Federico Mazza e Robert Viiber tentano un muro su Tiziano Mazzone (foto P.Tettamanti)

Muro di Tiurin ed è 0-3 per Lagonegro nel terzo, Mazzone invade e il punteggio si ribalta prontamente (5-3). Fuori la diagonale di Marretta per il 12-7, dentro al suo posto Vedovotto. Ed è proprio quest’ultimo a indovinare l’ace del 12-10, ma Bertoli non ci sta e con un muro out riporta sul +5 i suoi. Tre punti consecutivi di Spadavecchia, due dei quali in battuta a punire gli errori in ricezione di Bertoli e Mariano, 15-13 e time-out Cantù. La Libertas riallunga con la diagonale di Motzo (20-14), è di Bertoli la pipe del 25-17.

Nel quarto finalmente i locali partono forte, trascinati da ben tre ace di Motzo che costringono coach Tubertini a parlarci sopra sul 6-2. L’opposto della Libertas stecca però la parallela del 9-7, ci pensa Mariano a riportare i suoi compagni sul +6. Errore di Motzo dai nove metri e Lagonegro ritrova speranze sul 15-12, preziosissimo però il 19-14 di Bertoli giocato sulle mani del muro. A chiudere definitivamente i giochi ci pensa Motzo, con il punto del 25-17.

POOL LIBERTAS CANTU’ – CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO 3-1  (15-25, 25-23, 25-17, 25-17)

POOL LIBERTAS CANTU’: Viiber 5, Motzo 27, Bertoli 8, Mariano 10, Monguzzi 6, Mazza 14, Butti (L1), Regattieri, Galliani. NE: Malvestiti, Corti, Gianotti, Pellegrinelli, Picchio (L2). All: Battocchio, 2° All: Abbiati, 2° All: Redaelli (battute vincenti 8, battute sbagliate 10, muri 11).

CAVE DEL SOLE GEOMEDICAL LAGONEGRO: Salsi 1, Tiurin 22, Marretta 12, Mazzone 13, Spadavecchia 8, Maccarone 6, Santucci (L1), Bellucci, Scuffia, Vedovotto 2, Molinari. N.E.: Russo, Battaglia, Russo (L2). All: Tubertini, 2° All: Di Maio (battute vincenti 4, battute sbagliate 13, muri 11).

Arbitri: Matteo Selmi (Modena) e Michele Brunelli (Bologna)

Addetto al videocheck: Fabio Piave

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento