Del Monte Coppa Italia: c’è la storica semifinale per Cantù!

Del Monte Coppa Italia
[ethereumads]

Pool Libertas da sogno nel quarto di finale di Del Monte Coppa Italia. Santa Croce liquidata 3-0 e semifinale conquistata.

 

Pool Libertas, qui si fa la storia! E’ stata una serata di festa per la società del presidente Ambrogio Molteni, che al quarto tentativo ha finalmente sfatato il tabù dei quarti di finale. Contro la Kemas Lamipel Santa Croce i ragazzi di coach Denora hanno sfoderato una delle migliori prove della stagione, dando l’impressione di essere davvero in missione, ma soprattutto portando a casa un risultato netto: un 3-0 quasi mai in discussione, che vale un pass per la semifinale di Del Monte Coppa Italia di A2.

La partita si è aperta con un attacco out di Gamba che è valso lo 0-1 ospite. Il Pool Libertas ha messo la testa avanti sul 2-1 dopo un errore di Colli, ma la Kemas Lamipel si è riportata sopra 4-2 con Coscione. Una schiacciata di Monguzzi e un muro di Gamba hanno suonato la carica per i padroni di casa, che hanno impattato la parità a quota 5. Un mani fuori dello stesso opposto mancino è valso il sorpasso. E’ seguito un continuo botta e risposta, con Cantù stabilmente avanti di un punticino: è stato un muro di Alberini a dare ai suoi il primo +2 sull’11-9. Pronta la reazione della squadra di Mastrangelo, che spinta dall’ex Matheus Motzo ha ribaltato l’inerzia andando sull’11-14 . Un primo tempo di Aguenier ha messo fine al parziale e rilanciato il Pool Libertas. L’ace di Ottaviani è valso l’ennesimo sorpasso (17-16) di un primo set ad alta intensità. Un secondo punto in battuta, questa volta con Preti, ha dato il nuovo +2 alla squadra di Denora (21-19). L’Ottaviani-Show negli ultimi scambi ha permesso a Cantù di aggiudicarsi il parziale per 25-21.

Del Monte Coppa Italia
La concentrazione di coach Denora (Foto Tettamanti)

Santa Croce più concreta nei primi scambi di secondo set (0-2), poi un paio di pasticci e un altro ottimo attacco di Giuseppe Ottaviani hanno consegnato il vantaggio al Pool Libertas sul 5-4. Il solito Motzo ha firmato il controsorpasso, subito annullato da un primo tempo e da un ace di Monguzzi. Gli ospiti, però, cavalcando Vigil Gonzalez, si sono portati sull’11-13. Un’invasione del muro della Kemas Lamipel e una schiacciata di Aguenier hanno invertito nuovamente il trend. Muro di Alberini per il 19-17, ace di Preti per il 21-17. Si è trattato dell’allungo decisivo: a Cantù è bastato gestire  il vantaggio per chiudere sul 25-22 con Preti. 2-0!

Il terzo parziale si è aperto all’insegna dell’equilibrio. E’ stato il Pool Libertas a firmare il primo break sul 13-10, grazie a un attacco di Gamba e a un muro di capitan Monguzzi. Dopo il timeout di coach Mastrangelo è stato il solito Motzo a interrompere il digiuno ospite, ma un doppio ace di Gamba è valso il nuovo allungo sul 18-13. Il turno in battuta del numero 5, poi, si è protratto fino al 21-13, con il terzo ace che ha fatto letteralmente esplodere il PalaFrancescucci. Gli ultimi scambi sono stati una semplice passerella: 25-19 il finale. Con un secco 3-0, il Pool Libertas conquista una storica semifinale di Del Monte Coppa Italia! Ora, tra Cantù e la finalissima, ci sarà lo scoglio Castellana Grotte.

Del Monte Coppa Italia
Kristian Gamba, MVP del match (Foto Tettamanti).

Tabellino

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 0

(25-21, 25-22, 25-19)

CANTU’: Monguzzi 6, Butti (L1), Gamba 21, Ottaviani 14, Aguenier 5, Alberini 4, Preti 8. Ne: Gianotti, Melli Martini, Mazza, Galliani, Compagnoni, Picchio (L2). All.Denora. Assistente Zingoni. (Battute vincenti 7, battute sbagliate 10, muri 8)

SANTA CROCE: Coscione 1, Motzo 20, Colli 2, Maiocchi 9, Vigil Gonzalez 6, Compagnoni, Arguelles Sanchez, Hanzic 5, Loreti (L2), Morgese (L1), Giovannetti, Truocchio 4. Ne: Rossi. All. Mastrangelo. Assistente Bulleri. (Battute vincenti 3, battute sbagliate 11, muri 4).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

Lascia un commento