Cuneo Volley in poco più di un’ora, ma Cantù fa il massimo

cuneo volley
[ethereumads]

Dura poco il recupero di campionato tra Cuneo Volley e Pool Libertas, ma i canturini non sfigurano nonostante larghe assenze. Finisce 3-0.

Limitandoci a guardare il solo risultato, potremmo dire che tutto è andato secondo copione. Se invece andiamo ad analizzare da vicino la prestazione dei brianzoli, possiamo sbilanciarci dicendo che più di così era poco corretto pretendere. Poiché è stata una Cantù decisamente sperimentale quella scesa in campo al Palasport di Cuneo nel recupero della prima giornata di ritorno del torneo di A2, considerata la vasta platea di infortunati: ai già noti Butti, Copelli e Monguzzi, si è aggiunto anche il terminale offensivo numero uno, ossia Motzo. Infine, la fresca separazione tra Coscione e il club del presidente Molteni ha complicato ulteriormente il quadro.

Così la saggia scelta del suo allenatore è stata quella di coinvolgere la quasi totalità dei giocatori a disposizione. Alimentandone perciò lo spirito di squadra, in una sfida in cui non si aveva nulla da perdere contro il Cuneo Volley, ossia la seconda forza del torneo. Diventata poi prima a fine incontro (due però gare in più rispetto a Bergamo e Castellana Grotte). Nonostante l’evidente disparità odierna di qualità, i canturini hanno perso dignitosamente primo e terzo set, cedendo di schianto solo nel secondo. Bene la prova a muro (otto in totale contro i quattro dei padroni di casa), mentre le difficoltà maggiori sono state registrate in attacco con il 35% globale. Poco male: i punti salvezza andranno raccolti in contesti ben differenti.

La partita

Coach Battocchio che dunque si è affidato a Pietroni in regia, Princi opposto, Hanžić e Sette schiacciatori, Mazza e Frattini al centro, Bortolini libero. Più fortunato invece coach Serniotti, che deve rinunciare soltanto a Codarin. Per lui Pedron palleggiatore, Wagner Pereira Da Silva opposto, Preti e Botto schiacciatori, Sighinolfi e Rainero centrali, Bisotto libero.

Un Pool Libertas che approccia il match senza alcun timore reverenziale. Di Hanžić, infatti, la giocata sulle mani del muro per il 4-6 iniziale. Di Preti di prima intenzione il punto del 9-7, poi i padroni di casa scappano sul 16-11 durante il turno in battuta di Wagner, proprio di quest’ultimo l’ace del 16-11. Ospiti che però non demordono, portandosi sul -3 con un attacco di Salvador. Di Pedron lo “slash” del 25-21 che chiude il primo set a favore dei piemontesi.

Nel secondo i locali provano a dettare il passo fin da subito, con la diagonale di Wagner del 7-3. Sighinolfi ferma la pipe di Hanžić, Sette attacca a rete: i brianzoli scivolano sul 15-8. Schiacciatore croato che commette anche doppio palleggio, 17-9 e coach Battocchio è costretto a fermare il gioco. Finale di set che non vedrà alcun scossone del punteggio, di Botto il mani out che vale il 25-14.

Anche nel terzo la formazione di coach Serniotti mette subito le cose in chiaro, con Pedron a fermare Sette per il 5-1, primo time-out chiamato dalla panchina ospite. Preti con la diagonale prova ad ampliare ulteriormente il gap con il punto del +5, Cantù però mostra carattere e con il pallonetto di Floris e il muro di Mazza su Sighinolfi accorcia sul 12-9. Due punti consecutivi di Wagner e i padroni di casa si portano sul +6, di Pedron di seconda intenzione la giocata del 25-19 che chiude ogni discorso a favore del Cuneo Volley.

cuneo volley
Un attacco di Felice Sette contro il Cuneo Volley, miglior realizzatore dei canturini con 11 punti (foto Laura Vigilante)

Matteo Battocchio: “Ora siamo un’altra squadra ma meritiamo lo stesso rispetto”

Coach dei brianzoli che a fine gara si mostra orgoglioso del proprio gruppo, rinfrescando le difficoltà che stanno attraversando. “La parte sportiva racconta che loro sono più forti di noi, hanno naturalmente meritato la vittoria – il commento a caldo di Matteo Battocchio -. Però il risultato non racconta della parte emotiva: devo soltanto fare applausi a questa squadra, devo ringraziarla. Credo che i ragazzi abbiano dato tutto ciò che potevano, sono stati esemplari nell’atteggiamento, nell’umiltà e nella dignità di giocare una partita del genere in queste condizioni. Non è una cosa da poco. Ho letto in settimane cose che non mi sono piaciute, dove si dava tutto per scontato. Non è così perché ora siamo un’altra squadra rispetto a prima, ma non per questo meritiamo poco rispetto. I miei atleti vanno solo ringraziati: giocare dopo tutte quelle positività riscontrate e in queste situazioni emotive non è per nulla facile”.

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO – POOL LIBERTAS CANTU’ 3-0  (25-21, 25-14, 25-19)

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO: Pedron 5, Pereira Da Silva 14, Preti 12, Botto 8, Rainero 5, Sighinolfi 6, Bisotto (L), Filippi, Giordano, Vergnaghi. N.E.: Cardona Abreu, Tallone, All: Serniotti, 2° All: Casale (battute vincenti 3, battute sbagliate 8, muri 4).

POOL LIBERTAS CANTU’: Pietroni 2, Princi 4, Hanžić 10, Sette 11, Mazza 4, Frattini 2, Bortolini (L1), Salvador 1, Floris 2, Rota, Pellegrinelli, Trovò 5. NE: Cappi, Moreno Garcia (L2). All: Battocchio, 2° All: Zingoni (battute vincenti 0, battute sbagliate 11, muri 8).

Arbitri: Rachela Pristerà (Torino) e Giuliano Venturi (Torino)

Addetto al videocheck: Marco Viale

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento