Coppa Italia Volley A2, niente impresa Cantù: stop in semifinale

[ethereumads]

Libertas estromessa al penultimo atto della Coppa Italia volley di A2 per mano della Bcc Castellana Grotte. Sul taraflex pugliese finisce 3-1.

Dopo lo storico passaggio del turno avvenuto lo scorso 29 dicembre contro Santa Croce, gli uomini di coach Denora non sono riusciti a ripetersi e a scrivere una nuova nonché entusiasmante pagina nella manifestazione tricolore griffata DelMonte. Per accedere alla finalissima serviva infatti una grande prestazione, per giunta su un campo da sempre avverso. Quello del PalaGrotte, espugnato due mesi fa per la prima volta in undici anni in occasione del 7° turno di A2.

coppa italia volley
Scena d’esultanza Libertas nei quarti della Coppa Italia volley di A2 (foto Tettamanti)

Nel primo set dopo un avvio equilibrato, i padroni di casa tentano l’allungo portandosi sull’11-8 con Di Silvestre. Muro di Presta ed è +4 interno, Cantù però accorcia prepotentemente (19-18) trascinata dalla giocate di Gamba. Ottaviani impatta a quota 21, ma sarà un muro dell’ex Tiozzo a valere il 25-22. Sarà ancora quest’ultimo con due ace consecutivi a firmare il primo break nel set successivo, per il momentaneo 9-7. Brianzoli che continuano a soffrire nel frangente in ricezione, di Theo Lopes la battuta vincente del +5. Pipe di Tiozzo ed è 23-16, sarà sempre lui a mettere a terra il pallone del 25-19.

Pugliesi desiderosi di chiudere i giochi già nel terzo scattando sul 5-3, canturini che però non ci stanno sorpassando sul 7-8 con un muro di Monguzzi. Capitano incisivo anche dai nove metri, suo il 15-21. Ci penserà la coppia Aguenier-Ottaviani a regalare il 19-25 alla Libertas. Quarto che invece sarà un vero e proprio “ottovolante” per buona parte di esso. Formazioni che si sorpassano e contro sorpassano, prima dell’allungo decisivo dei ragazzi di coach Cannestracci nella parte finale di esso. La Bcc si impone 25-21 con il punto finale di Di Silvestre e per la seconda volta si giocherà il trofeo.

Si è così delineata una finale tutta meridionale, poiché i baresi affronteranno Vibo Valentia. Tonno Callipo che, fra le mura amiche, ha infatti eliminato l’Agnelli Tipiesse Bergamo in tre set comunque combattuti (34-32, 25-23, 25-22). Orobici che dunque non potranno per il momento coronare il sogno di conquistare la terza Coppa Italia volley di A2 della propria storia, dopo i trionfi nel 2019/20 e nel 2020/21.

BCC CASTELLANA GROTTE – POOL LIBERTAS CANTU’ 3-1 (25-22, 25-19, 19-25, 25-21)

BCC CASTELLANA GROTTE: Jukoski, Lopes Nery 20, Di Silvestre 17, Tiozzo 14, Zamagni 7, Presta 10, Marchisio (L1), Longo, Carelli 1, Ndrecaj, Cattaneo. N.E.: Sportelli, De Santis (L2). All: Cannestracci, 2° All: Barbone (battute vincenti 8, battute sbagliate 18, muri 7).

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Gamba 14, Preti 14, Ottaviani 10, Aguenier 7, Monguzzi 8, Butti (L1), Gianotti, Compagnoni, Galliani. NE: Mazza, Picchio (L2). All: Denora, 2° All: Zingoni (battute vincenti 3, battute sbagliate 14, muri 8).

 

Arbitri: Alessandro Pietro Cavalieri (Catanzaro) e Marco Colucci (Matera)

Addetto al videocheck: Maurizio Martini

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento