Cev Champions League richiamo irresistibile: Coscione lascia Cantù

cev champions league
[ethereumads]

Pool Libertas costretto a salutare il suo giocatore cardine. Manuel Coscione lascia la Brianza per andare a giocare la Cev Champions League.

Dopo diverse stagioni contraddistinte dalla precarietà nel ruolo di palleggiatore (per scelte che non hanno pagato o semplicemente per problemi fisici), i tifosi canturini di volley avevano finalmente accarezzato la possibilità di un 2021/22 caratterizzato dalla stabilità. Grazie a un ingaggio di spessore che rispondeva al nome di Manuel Coscione, atleta che non ha mai avuto bisogno di particolari presentazioni visto un curriculum che parla da sé.

E poco importa la carta d’identità, che tra meno di tre settimane reciterà quarantadue primavere. Ma la classe si sa, non è acqua e molto spesso non ha età. Ecco che così il nativo di Cuneo ha attirato nientemeno che le attenzioni di un club attualmente impegnato nella Cev Champions League. Ovvero la massima competizione a livello continentale di pallavolo. Delle trentacinque partecipanti, c’è già stata una prima scrematura attraverso le qualificazioni che ha ridotto il numero delle contendenti a venti.

Ma in quale di queste l’ormai ex palleggiatore della Libertas andrà a giocare? In attesa della relativa ufficialità, tutti gli indizi raccolti in queste ultime ore portano in Bulgaria, più precisamente all’Hebar. Inserita nel girone A, al momento ha conquistato due punti in classifica e si trova al pari di altre due formazioni, dietro alla squadra polacca dello  Jastrzebski Wegiel che guida a punteggio pieno. Tra le italiane partecipanti all’attuale Cev Champions League ci sono Lube Civitanova, Sir Sicoma Monini e l’Itas Trentino, vice campione in carica.

Coscione che torna così ad assaporare il clima della massima ribalta europea, inaspettatamente oseremmo dire, a distanza di quindici anni dall’ultima volta. Una scelta che però in qualche modo mette in difficoltà la società di Ambrogio Molteni, costretta a trovare nel breve un sostituto all’altezza. Un compito non propriamente facile, a causa anche dal regolamento previsto per i trasferimenti. Era infatti possibile tesserare un atleta proveniente da qualsiasi serie entro le ore 12 del giorno successivo all’ultima giornata del girone d’andata.

cev champions league
Matteo Battocchio dovrà sostituire una pedina fondamentale nella sua squadra (foto P.Tettamanti)

Un raggio d’azione che a questo punto va inevitabilmente a stringersi, ma il Gm Max Redaelli è già al lavoro per poter trovare la soluzione migliore da proporre a Matteo Battocchio. Spetterà poi al coach torinese provare a ricomporre quel puzzle che fino a qualche settimana fa, permise alla Libertas di issarsi nei piani alti della graduatoria e di centrare la qualificazione alla Coppa Italia di categoria. Ma alla luce dei recenti infortuni e della nuova ondata di positività, oltre che a una partenza così importante, l’obiettivo potrebbe essere rivisto al ribasso. La competitività del torneo di A2 non ammette distrazioni, servirà dunque blindare il prima possibile il discorso salvezza.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Cev Champions League richiamo irresistibile: Coscione lascia Cantù

Lascia un commento