Cantù-Bergamo, la gara2 infinita va ai brianzoli. Si va alla bella!

cantù-bergamo

In un Parini gremito in ogni ordine di posto, Cantù-Bergamo si rivela partita combattutissima ed emozionantissima. I locali sprecano nel quarto, ma al tie-break rimandano il verdetto della semifinale al 25 aprile.

I play-off nel pieno delle festività pasquali, al Pool Libertas, portano decisamente bene. Ne abbiamo la conferma. Era il 20 aprile 2014 quando i brianzoli sconfissero in gara2 della semifinale Sora al quinto set. Cinque anni più tardi, stesso atto, stesso 3-2, cambia soltanto l’avversario. L’Olimpia Bergamo si è portata con se un buon numero di tifosi al seguito, ha rimontato una situazione difficile nel quarto set ma si è dovuta inchinare nel quinto. Un tie-break giocato in tutta serenità dai canturini, cosa non scontata dopo essere stati ripresi e superati dal 21-18 a loro favore nel precedente. Il grande grosso vantaggio di non aver nulla da perdere, chissà mai che non possa essere un fattore decisivo in Cantù-Bergamo anche fra tre giorni nel dentro o fuori del PalaAgnelli.

Qualche istante prima del via di Cantù-Bergamo

Partono bene i padroni di casa, il 1500° punto di Robbiati (muro su Romanò) in serie A vale il 5-2, mentre è di Santangelo l’ace del 7-3 sul quale coach Spanakis ferma il gioco. Gli ospiti si riavvicinano con due mani out consecutivi di Tiozzo (9-7), Monguzzi ferma Cargioli ridando i quattro punti di vantaggio ai suoi ma è ancora l’ex Tiozzo con una diagonale e un muro sul capitano canturino a costringere coach Cominetti a chiamare time-out sul 17-16. Servizio vincente di Romanò e arriva la parità a quota venti, ma lo stesso opposto viene murato a tre dopo la diagonale out di Shavrak (22-20). Cominetti con un mani fuori permette a Cantù di aggiudicarsi il primo con il punteggio di 25-23.

Nel secondo le percentuali in attacco dei locali calano (43% contro 68% degli orobici), gli ospiti ne approfittano fin da subito portandosi sul 4-7 con la diagonale di Romanò e il punto di prima intenzione di Erati (4-7). Quest’ultimo ferma Cominetti, time-out interno sul 5-9. Doppio errore in attacco di Santangelo e diagonale fuori di Preti, Bergamo si porta sul +7. Ace di Erati con Butti che battezza fuori il servizio (6-14), set già pregiudicato e il coach di casa opta per far schiarire le idee a Santangelo, al suo posto Suraci. Ace anche di Shavrak, il video-check non smentisce ed è 11-20. Mani out di Romanò e arrivano dieci palle set per l’Olimpia, Tiozzo non ne spreca nemmeno una, finisce 14-25.

Annuncio Pubblicitario

Nel terzo 7-5 firmato Preti dopo un bel salvataggio di Baratti, ma sul turno in battuta di Shavrak Bergamo mette la freccia e sorpassa sul 8-9. Si prosegue punto a punto fino a quando Santangelo e Preti ridanno il doppio vantaggio alla propria squadra, Spanakis ci parla su (18-16). Il muro del Pool Libertas ferma prima Shavrak e poi Romanò, arrivano così quattro palle set. Romanò ed Erati ne annullano due, Santangelo trova però il tocco sulla sua diagonale che vale il 25-22.

Nel quarto Cantù prova a scappare sul 4-1 con la parallela di Cominetti, Bergamo però risponde con un break di 3-0 che ristabilisce l’equilibrio nel punteggio. Due parallele di Preti inframezzate da un ace di Santangelo, scatenano la bolgia al Parini sul 9-6 interno, mentre la diagonale fuori di Shavrak costano agli ospiti il -5. Mani fuori di Cominetti ed è 15-9, i bergamaschi però non si disuniscono tornando a -3 con la diagonale di Romanò che sfrutta una free-ball. Diagonale stretta di Tiozzo ed è 20-18, Luciano Cominetti ci parla su. Parziale esterno di 4-0 in cui spiccano due muri di Tiozzo su Santangelo, sorpasso Bergamo sul 21-22. Mani fuori di Romanò e parallela out di Preti (confermato dal video-check), 23-25 e il tabellone di Cantù-Bergamo recita 2-2.

Nel quinto Robbiati mura Erati, mani fuori di Preti e ace di Monguzzi, la Libertas scatta sul 6-3. Alberini (alternatosi durante l’incontro con Baratti in regia) ferma Tiozzo per il 8-4, mentre il +5 arriva grazie a Roberto Cominetti. Gli orobici accorciano sul -3 con il mani out di Shavrak e il muro di Erati (saranno 6 alla fine) su Santangelo, ma anche sul 14-12. E’ però la parallela di Preti del 15-12 a chiudere i giochi di questa gara2 a favore della propria squadra.

cantù-bergamo
L’Olimpia Bergamo dovrà provare a guadagnarsi il pass per la finale in casa

Le sorti di questo Cantù-Bergamo si decideranno dunque in gara3, prevista giovedì 25 aprile alle ore 15.00 al PalaAgnelli di Bergamo. La vincitrice troverà poi Piacenza, che ha eliminato 2-0 Spoleto.

POOL LIBERTAS CANTU’ – OLIMPIA BERGAMO 3-2

(25-23, 14-25, 25-22, 23-25, 15-12)

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 2, Santangelo 21, Preti 19, Cominetti 12, Monguzzi 11, Robbiati 9, Butti (L1), Alberini 3, Suraci 1, Danielli. NE: Gasparini, Frattini, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 5, battute sbagliate 20, muri 10).

OLIMPIA BERGAMO: Garnica 1, Romanò 24, Tiozzo 13, Shavrak 18, Erati 10, Cargioli 4, Innocenti (L1), Sette 2, Cristofaletti 1, Gritti, Franzoni (L2). N.E.: Cogliati, Marzorati, Cioffi. All: Spanakis, 2°all: Guerini (battute vincenti 5, battute sbagliate 14, muri 14).

Arbitri: Christian Palumbo (Cosenza) e Maurina Sessolo

Videocheck: Luca Ferrari

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento