Andrea Santangelo ex decisivo: Cantù ko al tie-break

Andrea Santangelo
[ethereumads]

Dopo Motzo, Andrea Santangelo. Un altro ex fa cadere un ottimo Pool Libertas al tie-break sul difficile campo di Cuneo.

 

Il Pool Libertas Cantù torna dal difficile campo di Cuneo con un solo punticino, ma anche con la consapevolezza di aver sfoderato una prova decisamente convincente. Alla squadra di Giaccardi è servito un grande tie-break, a coronamento di una difficile rimonta ispirata dall’ex Andrea Santangelo, per poter avere la meglio sui brianzoli.

Inizio un po’ contratto per la squadra di Denora, che pur essendosi portata avanti 5-7, ha sofferto molto il servizio avversario e, dopo due ace di Parodi, si è ritrovata sotto 11-8. Il solito Kristian Gamba ha provato a ridurre lo scarto, ma il turno in battuta di Pedron ha permesso ai padroni di casa di piazzare un nuovo parziale (17-11) che di fatto ha chiuso il set. A Cuneo è bastato gestire il vantaggio per fare 1-0 (25-18).

Andrea Santangelo
La panchina di Cantù (Foto Leone-Giraudo)

Nel secondo set è stata nuovamente la Bam Acqua San Bernardo a condurre per larghi tratti, portandosi addirittura a +4 (12-8), dopo il turno in battuta di Sighinolfi. Dopo il timeout di coach Denora, però, il Pool Libertas si è rimesso in carreggiata e, sfruttando gli errori degli avversari, è riuscita a impattare la parità a quota 14. A questo punto è salito in cattedra il duo Gamba-Preti, chirurgico, che ha permesso il sorpasso e l’allungo (17-19). Parte finale estremamente equilibrata, con Cuneo che ha raggiunto il 23 pari, prima del muro di Ottaviani su Andrea Santangelo per il 23-25: 1-1!

Galvanizzata dal buon secondo set, Cantù ha tenuto la testa avanti per gran parte del terzo, rimasto, però, sempre in equilibrio. Gamba e Aguenier hanno provato un paio di volte a firmare l’allungo decisivo (sul 9-12 e sul 15-18), ma i piemontesi sono sempre riusciti a ricucire, rientrando definitivamente in gioco sul 22 pari dopo un attacco di Botto. Il Pool Libertas, però, è stato bravo a non scomporsi, portando a casa l’1-2 con un punto di capitan Monguzzi (23-25).

Pronta, però, la reazione di Cuneo. La squadra di Giaccardi è partita fortissimo nel quarto set, scappando immediatamente sul 6-1. I canturini, hanno messo in campo il solito cuore, conducendo una spettacolare rimonta fino all’8 pari, interrotta poi bruscamente da Sighinolfi e Parodi, che hanno ridato il +3 ai padroni di casa. La Bam Acqua San Bernardo ha poi progressivamente allungato, trovando anche il +6. Inutile il mini-break brianzolo: 25-22 e tie-break.

Andrea Santangelo
Aguenier e Preti (Foto Leone-Giraudo)

Super Botto ha aperto con un 3-0, Gamba ha pareggiato a quota 4. L’opposto canturino ha poi fatto e disfatto, rendendosi protagonista di un elastico culminato sulla nuova parità (7-7). Nel finale, però, Cuneo è stata più lucida e ha ripreso un piccolo margine di 3 punti. L’ace di Andrea Santangelo per il 15-11 ha consegnato il successo ai piemontesi.

Il Pool Libertas ha messo così in cascina un altro punticino, salendo a quota 24 punti, in settima posizione. Ora testa a mercoledì, quando sul campo di Castellana Grotte si giocherà la semifinale di Coppa Italia, per provare a raggiungere un traguardo leggendario. Domenica 22, invece, al PalaFrancescucci, arriverà la capolista Vibo, all’andata vittoriosa per 3-0 (qui la cronaca).

Tabellino

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO 3

POOL LIBERTAS CANTU’ 2

(25-18, 23-25, 23-25, 25-22, 15-11)

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA SAN BERNARDO CUNEO: Pedron 3, Santangelo 26, Botto 16, Parodi 21, Codarin 15, Sighinolfi 7, Bisotto (L1), Lanciani, Chiapello 1, Kopfli 1. N.E.: Esposito, Cardona Abreu, Lilli (L2). All: Giaccardi, 2° All: Gallesio (battute vincenti 13, battute sbagliate 21, muri 12).

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 1, Gamba 26, Preti 8, Ottaviani 11, Aguenier 12, Monguzzi 6, Butti (L1), Gianotti, Compagnoni 1, Galliani 1, Mazza. NE: Picchio (L2). All: Denora, 2° All: Zingoni (battute vincenti 1, battute sbagliate 15, muri 8).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

Lascia un commento