RN Sori riacciuffata dalla Como Nuoto, Rane Rosa a valanga

rn sori

Una irriconoscibile, per tre quarti di partita, Como Nuoto riesce a strappare un punticino al fanalino di coda RN Sori. Altra larga vittoria interna per le Rane Rosa, 16-3 contro la Locatelli.

Dalla piscina olimpica di Muggiò saranno usciti con lo stato d’animo contrastato tanti tifosi comaschi. Sicuramente tra questi il presidente della Como Nuoto Mario Bulgheroni, che ha osservato in modo cupo per ben oltre metà partita ciò che i suoi ragazzi, fino a quel momento, non stavano offrendo. Delusione per due punti buttati via contro un avversario alla portata o contentezza per un’altra rimonta dopo quella di sabato scorso contro Sturla?

Eppure l’avvio contro la RN Sori, nell’incontro valevole per l’ottava giornata del girone Nord di serie A2, era nato sotto i migliori auspici per la formazione di Venturelli. Sono infatti bastati 28″ secondi per portarsi avanti, con Toth a realizzare il rigore per un fallo commesso da Megna nei confronti di Busilacchi. Poi però lo scenario rapidamente cambia, Viola viene chiamato a sventare le occasioni capitate sulle mani di Elphik e Percoco, mentre la gestione dell’uomo in più da parte dei lariani inizia a non essere tra le migliori (sarà 0 su 4 a fine primo tempo). E’ una squadra pimpante quella ligure, che sfrutta il rilancio del proprio portiere, fresco autore di una parata su Foti, per mettere Percoco nelle condizioni di indovinare la palombella del 1-1.

L’avvio di secondo è tremendo per i padroni di casa, che presto si ritroveranno sotto 1-3 con le reti di Viacava e di Pesenti, con quest’ultimo a sfruttare la superiorità numerica per l’espulsione di Lepore. La reazione dei locali stenta a vedersi, anzi sono i liguri ad allungare sul +3 con la rete di Megna, mentre Busilacchi con le sue grida prova a suonare la carica. Prima del cambio di campo, occasione per i comaschi che giocano con l’uomo in più ma che non si avvedono della conclusione del tempo, non riuscendo nemmeno ad andare al tiro.

Annuncio Pubblicitario

Trascorso circa un minuto dall’inizio del terzo tempo, Fusi finisce nel pozzetto ed Elphik con una conclusione sul secondo palo trova il momentaneo 1-5. Foti a tu per tu con Benvenuto Alessandro fallisce la chance di accorciare le distanze, Beretta si guadagna un rigore per un fallo di Penco e Toth non perdona nuovamente (2-5). Prontamente gli ospiti ristabiliscono i quattro gol di vantaggio, ci pensa Percoco con Viola che non riesce a trattenere la conclusione. Beretta pesca sotto porta Busilacchi per il 3-6, una rete che fa andare su tutte le furie coach Cipollina che verrà allontanato per proteste.

Il quarto si apre con un nuovo fallo da rigore subito da Busilacchi (a opera di Megna) e un nuovo gol dell’ungherese Toth. Passa nemmeno un minuto e i giochi sono completamente riaperti: capitan Pellegatta sorprende l’estremo difensore con un tiro quasi da metà (5-6). Viola si conferma in serata neutralizzando prima Pesenti e poi Elphik, ma è proprio quest’ultimo a zittire il pubblico di casa con un gol sul primo palo per il temporaneo 5-7. Contesa finita? Niente affatto. Foti da posizione centrale riporta i suoi a 1- dopo 22″, Viola con due mani ferma Elphik mentre Beretta impatta approfittando dell’espulsione di Elefante. Negli ultimi sessanta secondi la RN Sori rischia di tornare in vantaggio ma Viola compie un miracolo su Viacava con la difesa di casa impreparata sul passaggio di Digiesi, poi è ancora il n°1 a dire di no a Pesenti con tre secondi da giocare. Venturelli fa in tempo a chiamare il time-out per organizzare l’ultimo tiro, palla a Toth il quale però non riuscirà a tirare.

Negli altri risultati altra vittoria per la capolista Ancona che regola 12-11 Camogli nell’incontro casalingo, ultima squadra attualmente in zona play-off a quota 15. Sarà proprio quest’ultima l’avversario della Como Nuoto sabato prossimo.

COMO NUOTO – RN SORI 7-7  (1-1, 0-3, 2-2, 4-1)

COMO NUOTO: Viola, Foti 1, Pagani, Lepore, Busilacchi 1, Toth 3, Beretta 1, Gennari, Lava, Pellegatta 1, Bulgheroni, Fusi, Ferrero. All.: Venturelli.

RN SORI: Benvenuto A., Elefante, Megna 1, Elphik 2, Viacava 1, Stagno, Digiesi, Benvenuto V., Penco, Morotti, Percoco 2, Pesenti 1, Costa. All.: Cipollina.

Arbitri: Dantoni e Luciani.

NOTE – Espulso per proteste il tecnico Cipollina (SO) nel terzo tempo. Usciti per limite di falli Pellegatta (CO) e Elefante (SO) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como Nuoto 2 su 11 e 3/3 rigori, RN Sori 3 su 10.

rn sori
La formazione di Sori senza il loro coach Cipollina, espulso

Tutto facile invece per la squadra di Tete Pozzi, che si conferma schiacciasassi tra le mura amiche. A farne le spese la formazione genovese del Locatelli che, va detto, schiera le ragazze del proprio settore giovanile. Un incontro già messo in discesa nel primo tempo da parte delle lariane, chiuso sul confortevole parziale di 5-0. Frazioni centrali più equilibrate, mentre nell’ultima tornano prepotentemente alla ribalta le Rane Rosa con un 7-1, per il 16-3 finale. Ben cinque le reti messe a segno dalla classe 2003 Rebecca Bianchi. Domenica prossima altra impegnativa trasferta dopo quella bolognese, contro la Pallanuoto Trieste attualmente prima della classe a punteggio pieno, reduce dalla vittoria per 7-9 nella difficile piscina del Promogest.

COMO NUOTO – US LOCATELLI 16-3  (5-0, 1-1, 3-1, 7-1)

COMO NUOTO: Frassinelli, Romanò M. 2, Antonacci, Girardi, Trombetta 1, Giraldo 3, Bianchi 5, Chimenti 1, Romanò B. 1, Lanzoni 2, Pellegatta 1, Masiello E.. All.: Pozzi.

US LOCATELLI: Avenoso, Bianco, Donato, Tedesco 3, Ravenna, Bissocoli, Polidori, Nucifora, Drago, Valsecchi, Ciccone, Isetta, Banchi. All.: Garalti.

Arbitro: Bernini.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 3 su 5 e 1/1 rigore, Us Locatelli 0 su 1.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento