Rane Rosa, la post-season finisce qui. Napoli passa a Muggiò.

rane rosa

L’Acquachiara fa sua anche gara2 espugnando la Piscina Olimpica per 8-5 e legittima la finale. Rane Rosa che, nonostante tutto, escono tra gli applausi del proprio pubblico.

Finisce qui la comunque positiva stagione delle ragazze di coach Tete Pozzi, che si devono arrendere ancora alle campane quattro giorni dopo il primo atto di Scampia. A poco è servito giocare a Muggiò in una piscina più grande. A qualificarsi a una delle due finali che metteranno in palio la promozione in A1, non è stata la formazione più tecnica e nemmeno quella che ha nuotato meglio, in questi due aspetti si sono praticamente equivalse. E’ passata la squadra più “sgamata” e anche questo, volente o nolente, fa parte dello sport. Una qualificazione ottenuta in difesa ancor prima che in attacco quella del team di coach Barbara Damiani, proteggendo senza particolari sbavature la porta di D’Antonio, sia con le buone, sia con le cattive.

rane rosa
Como Nuoto e Acquachiara si presentano al pubblico

Nei primissimi minuti della gara, le lariane riescono a caricare di falli la miglior giocatrice avversaria, quella Chiara Foresta capocannoniere del girone Sud. Due falli precoci per quest’ultima, che sarà costretta a gestirsi (bene) per il resto della serata. Sul secondo di essi arriva un rigore per un fallo su Bianca Romanò, ma D’Antonio neutralizza il tiro piuttosto centrale di Lanzoni. Frassinelli reattiva sul tentativo di palombella da metà di De Bisogno e su due conclusioni di Tortora, ma poi è costretta a capitolare al 7’12” su un tiro dai cinque metri, messo a segno proprio da quest’ultima, per un fallo di Antonacci su Foresta. Il primo tempo si chiude quindi con le napoletane avanti 0-1.

Nel secondo le ospiti allungano sul 0-3, ancora con Tortora e il suo tiro che rimbalza sull’acqua beffando l’estremo difensore comasco e con la beduina in boa di Chiara Foresta. Arrivano altri due rigori per le padroni di casa e questa volta Lanzoni non sbaglia, trafiggendo D’Antonio sempre sulla sua destra, la Como Nuoto accorcia così sul -1. Però, a un minuto dal giro di boa, Foresta trova la palombella vincente nonostante l’opposizione di Antonacci, rete che ricaccia indietro le Rane Rosa sul punteggio di 2-4.

Annuncio Pubblicitario

Acampora scaglia un tiro che Frassinelli non riesce a trattenere (2-5), Pellegatta risponde in posizione 1 con Tortora accomodata nel pozzetto (3-5). Doppio palo per capitan Romanò con la sua rovesciata, “tap-in” di Mazzola dopo il tiro di Scarpati per il +3 Napoli. Le distanze tra le due squadre salgono a quattro gol, quando De Magistris sfrutta la superiorità numerica sorprendendo Frassinelli con un pallonetto.

Cambio in porta per coach Pozzi che inserisce Rosanna, da quest’ultima parte la controfuga con Antonacci a servire in mezzo Maria Romanò per il 4-7. Le comasche si avvicinano ulteriormente con una rete di Antonacci confezionata poco dopo i cinque metri, ma non riescono a riaprire completamente la contesa con la palombella di Maria Romanò a quattro minuti circa dalla fine. A centoventi secondi dal termine arriva anzi la controfuga di De Magistris per il definitivo 5-8. L’ultimo giro di lancette è utile soltanto alla direzione di gara per annotare le espulsioni, per certi versi eccessive, di coach Pozzi, del dirigente Romanò e di Rebecca Bianchi.

Matura così la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche delle Rane Rosa, che almeno per stasera sognavano un esito differente, condannate anche dall’insufficiente dato delle superiorità numeriche che fa calare così il sipario su questo 2018/19.

rane rosa
Le ragazze di coach Damiani

COMO NUOTO – ACQUACHIARA NAPOLI 5-8  (0-1, 2-3, 1-3, 2-1)

COMO NUOTO: Frassinelli, Romanò M. 1, Antonacci 1, Girardi, Trombetta, Giraldo A., Bianchi, Radaelli, Romanò B., Lanzoni 2, Pellegatta 1, Masiello, Rosanna. All.: Pozzi.

ACQUACHIARA: Cipollaro, Di Maria, De Magistris 2, Scarpati, Zizza, Carotenuto, Mazzola 1, Tortora 2, Giusto, Acampora 1, Foresta 2, De Bisogno, D’Antonio. All.: Damiani.

Arbitri: Iacovelli e Zedda.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 1 su 6 + 2/3 rigori, Acquachiara Napoli 4 su 11 + 1/1 rigore. Espulsione definitiva per B.Romanò (CO) nel terzo tempo, per Lanzoni (CO) e Bianchi (CO) nel quarto tempo. Espulso il dirigente della Como Nuoto Martino Romanò e il coach della Como Nuoto Stefano Pozzi nel quarto tempo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento