Rane Rosa all’inferno, uomini al purgatorio: dolori Como Nuoto

rane rosa
[ethereumads]

Sabato da dimenticare per il club di Viale Geno. Rane Rosa ko 9-8 con la Brizz, è A2. Maschile ai play-out con la sconfitta 10-8 di Arenzano.

Il sogno della massima serie finisce qui, almeno temporaneamente. In attesa della nuova stagione che dovrà vederla lottare per riconquistare un posto fra le migliori dieci in ambito nazionale, la Como Nuoto femminile dopo tre stagioni consecutive saluta ufficialmente l’A1. Fatale il passo falso fatto registrare nell’ultimo turno di campionato in casa della Brizz Nuoto, compagine che non assaporava il sapore della vittoria proprio dal match d’andata contro le comasche e che era già certa degli spareggi retrocessione.

E così il tempo per le ragazze di coach Pisano sembra essersi fermato nella giornata di ieri, sia per la delusione maturata, sia per i problemi con cronometri e tabelloni della piscina Scuderi di Catania. Ma questi non devono rappresentare delle scusanti per le Rane Rosa, più volte avanti nel punteggio anche nel periodo decisivo ma incapaci di infliggere il colpo del ko alle avversarie.

Portandosi in vantaggio anche a inizio contesa con una beduina di capitan Maria Romanò su assist di Giraldo. Una Giacon reattiva e dei ritmi volutamente controllati permettevano così alle ospiti di condurre dopo i primi otto minuti 0-1, inutile la colomba di Giuffrida che coglieva la parte alta della traversa.

Quest’ultima però dapprima si guadagnerà un tiro dai cinque metri trasformato da Vitaliano e poi infilerà il portiere ospite con un diagonale da posizione tre per il sorpasso. Ma con i rigori convertiti da Namakshtansky da una parte e da Bianca Romanò dall’altra il punteggio al giro di boa sarà in perfetta parità sul 3-3.

Incursione dalla destra di Borg e comasche di nuovo avanti, Koptseva al volo da posizione due ribalta per l’ennesima ma non l’ultima volta l’inerzia dell’incontro. Bianca Romanò con una rete dopo una serie di finte si rifà di un grosso errore precedente, Giuffrida si farà deviare sulla traversa da Giacon un tiro dai cinque metri ma in seguito non fallirà la ghiotta doppia superiorità numerica, 6-5 con un tempo da giocare.

Cattaneo al centro sfrutta il passaggio di Iannarelli e Fisco dalla distanza fulmina Helga Santapaola alla sua destra, 6-7 per le comasche. Giacon mette una pezza su Sapienza ma poi deve capitolare contro la stessa complice una deviazione di Iannarelli che la spiazza. Tedesco con la girata in boa regala le ultime speranze alle Rane Rosa, prima del finale amarissimo: gran gol al volo di Spampinato da posizione cinque, Giuffrida da fuori batte Giacon alla sua sinistra per il definitivo 9-8. La prevedibile sconfitta interna della Locatelli Genova serve soltanto ad aumentare il rammarico e le lacrime per le lariane, pronte però a guardare avanti fiduciose dalla giornata di domani.

BRIZZ NUOTO – COMO NUOTO RECOARO 9-8 (0-1, 3-2, 3-2, 3-3)

BRIZZ NUOTO: Santapaola H., Sapienza 1, Vitaliano 1, Pastanella, Arcidiacono, Spampinato 1, Sbruzzi, Pane, Namakshtansky 2, Koptseva 1, Giuffrida 3, Santapaola R., Scibona, Russo. All.: Zilleri.

COMO NUOTO: Giacon, Romanò M. 1, Fisco 1, Tedesco 1, Borg 1, Giraldo, Cattaneo 1, Iannarelli, Romanò B. 2, Cassano, Mercatali, Martella, Volpato, Micheli. All.: Pisano.

Arbitri: Navarra e Ricciotti.

NOTE – Uscite per limite di falli Giraldo (CO) nel terzo tempo e Martella (CO) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Brizz Nuoto 2 su 9 + 1/2 rigori. Como Nuoto Recoaro 2 su 6 + 1/1 rigore. Giuffrida (BR) fallisce un rigore (traversa) nel terzo tempo. Spettatori: 150 circa.

rane rosa
Ultima foto di gruppo per le Rane Rosa in A1 prima del ritorno al piano inferiore (foto Como Nuoto)

E se le Rane Rosa piangono, i compagni maschi del club non ridono, che ieri dinnanzi  alla Rari Nantes Arenzano avevano una situazione abbastanza simile. Nel penultimo turno del girone Nord di A2 e in casa di un’avversaria che non aveva più nulla da chiedere a questa regular-season, grazie a un’inattaccabile sesto posto.

Incassato lo svantaggio da posizione cinque da parte di Ghillino, gli ospiti impattavano con Bet in superiorità numerica ma anche con Di Gioia al volo su assist di quest’ultimo, prima di mettere la freccia con la controfuga vincente di Fusi. Ieno in boa in mezzo a due e servito da Lombardo riportava in equilibrio la sfida, di Pisoni la conclusione sul secondo palo per il 3-4 di fine primo tempo.

Seconda frazione invece decisamente più avara d’emozioni e di gol, soltanto due e di marca locale. Bruzzone approfittava dell’espulsione affibbiata a Bianchi per colpire da posizione due, taglio al centro di Pistaffa su assist di Lottero per il più facile delle reti a tu per tu con Viola, 5-4 al giro di boa.

Ieno sfrutta a dovere la controfuga azionata dal proprio portiere per il +2 interno, Bini accorcia prontamente grazie a un rigore commesso da Pistaffa e Fornara si divora la possibilità della parità, di Gandolfo in boa su assist di Giovannetti la rete dell’8-6 con ancora otto minuti da giocare.

Metà del periodo conclusivo che scorre via senza variazioni di punteggio, ci penserà Gandolfo con un’indisturbata controfuga a dare la spallata decisiva al match con il +3. Pisoni sul ribaltamento di lato da posizione cinque confeziona la sua personale tripletta, Ghillino invece con un alzo e tiro la sua doppietta. Di Di Gioia la rete del definitivo 10-8. In virtù del blitz esterno del President Bologna a Padova, i ragazzi di Zimonjic sono così condannati, salvo impensabili cataclismi nell’ultima giornata (remotissima la possibilità di ultimo posto, per Padova la schiacciasassi Florentia), ai play-out. Che allo stato attuale li vedrebbe affrontare l’Anzio Waterpolis.

RARI NANTES ARENZANO – COMO NUOTO RECOARO 10-8 (3-4, 2-0, 3-2, 2-2)

RN ARENZANO: Graffigna, Pedrini 2, Delvecchio, Lottero, Bruzzone 1, Ghillino 2, Ferrari, Piccardo, Ieno 2, Giovannetti, Gandolfo 2, Lombardo, Delfino, Pistaffa 1. All.: Robello.

COMO NUOTO: Viola, Di Gioia 2, Bet 1, Vasco, Bianchi, Fornara, Bigatti, Bertotto, Pisoni 3, Pellegatta, Bini 1, Fusi 1, Pasetti, Fontana. All.: Zimonjic.

Arbitri: Bianco e Rotunno.

NOTE – Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Rn Arenzano 3 su 8, Como Nuoto Recoaro 2 su 6 + 1/1 rigore. Espulso Lottero (AR) per comportamento irrispettoso nel terzo tempo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento