Piscina Stadio Monumentale violata, prima vittoria per i lariani

piscina stadio monumentale

La Como Nuoto Recoaro conduce dall’inizio alla fine la sfida alla Piscina Stadio Monumentale, vincendo 8-6 e incamerando i primi tre punti stagionali.

Prima trasferta proficua per i ragazzi di coach Zimonjic in questo campionato di serie A2 2019/20, che prontamente si riscattano dalla sconfitta di sette giorni fa contro la retrocessa Bogliasco. I comaschi tornano a casa con il bottino pieno dalla Piscina Stadio Monumentale,  frutto di una buonissima prova corale (con otto marcatori diversi in altrettante reti realizzate) e di una gara ben indirizzata fin da subito contro una formazione piemontese che si è presentata per l’occasione senza l’infortunato Loiacono, per poi perdere già nel primo quarto anche capitan Azzi per un infortunio alla spalla.

piscina monumentale di torino
La squadra di coach Aversa prima di inizio partita

Dicevamo dell’approccio decisamente positivo degli ospiti, nonostante sia stato il capocannoniere 2018/19 Vuksanovic a scaldare le mani a Viola prima e a colpire il palo poi. La Como Nuoto Recoaro si divora un gol in controfuga, ma poi ci pensano Beretta, sfruttando una respinta di Aldi, e Cardoni con una palombella dai tre metri, a regalarle il provvisorio 0-2. Viola ferma Federici, Vuksanovic accorcia le distanze per i locali con il primo tempo che termina 1-2. A inizio secondo tempo Viola si conferma in giornata di grazia, negando la gioia del gol ad Audiberti e a Cialdella. Momentaneo pareggio di Torino grazie a Oggiero che sfrutta l’assist al centro di Federici, ma la formazione di Zimonjic conclude la prima metà di gara avanti 2-4 grazie al tiro dalla distanza di Fusi che prende in controtempo Aldi e alla rete sul secondo tentativo scagliato da Bet.

Nel terzo tempo la Como Nuoto Recoaro allunga sul +3 con il gol da posizione due di Bulgheroni sul secondo palo, ma è il solito Vuksanovic a rimettere in linea di galleggiamento la sua squadra da posizione quattro (3-5). Gli ultimi otto minuti vanno però ancora peggio ai locali, che sprofondano sul -4 con le reti di Pellegatta (su rigore per un fallo di Cialdella su Bulgheroni) e Zanetic. Gattarossa sfrutta il cambio di lato per riavvicinare i piemontesi, ma Gennari non si fa pregare sull’assist di Zanetic per il 4-8. Nelle ultimissime fasi è Novara a rendere meno pesante la sconfitta del team di un coach Aversa nel frattempo espulso, trovando nella traversa e il palo preziosi alleati per le sue due marcature, per il definitivo 6-8 alla Piscina  Stadio Monumentale.

Dalle altre piscine

Le avverse e critiche condizioni meteo in Liguria, hanno determinato il rinvio di ben tre gare in questa seconda giornata: Bogliasco-Ancona, Arenzano-President Bologna e Sturla-Camogli. Nelle restanti gare soffertissima vittoria di Metanopoli in casa del Lavagna (prossimo avversario dei lariani) per 13-12, mentre pari e patta a quota nove tra Zero9 Roma e Crocera Stadium.

REALE MUTUA TORINO 81 IREN – COMO NUOTO RECOARO 6-8  (1-2, 1-2, 1-1, 3-3)

REALE MUTUA TORINO 81 IREN: Aldi, Federici, Cialdella, Azzi, Maffé, Oggero 1, Audiberti, Vuksanovic 2, Capobianco, Ronco, Novara 2, Gattarossa 1, Costantini. All.: Aversa.

COMO NUOTO RECOARO: Viola, Bet 1, De Simone, Lepore, Zanetic 1, Bianchi, Beretta 1, Gennari 1, Cardoni 1, Pellegatta 1, Bulgheroni 1, Fusi 1, Garancini. All.: Zimonjic.

Arbitri: Lombardo e Scillato.

NOTE – superiorità numeriche: Torino 81 0 su 9, Como Nuoto 4 su 9 + 1/1 rigore. Espulso coach Aversa (TO). Nessuno uscito per limite di falli. Spettatori: 250 circa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento