Peter Toth toglie dai guai Como, Rane Rosa vittoria sofferta

peter toth
il massimo della pizza banner

Importante vittoria della Como Nuoto nello scontro diretto contro Crocera Stadium 10-9, con l’ungherese Peter Toth autore di ben cinque gol. Stesso punteggio per le Rane Rosa, vincono in casa Locatelli.

Ossigeno. Letteralmente ossigeno. Non possiamo trovare termine più appropriato per accostare l’importanza della vittoria di ieri dei comaschi contro il Crocera Stadium, gara valevole per la 17^ giornata del girone Nord di serie A2. Il cammino verso la salvezza è ancora lungo e irto di insidie, tuttavia si può guardare al futuro con un pizzico di serenità in più. Una sfida spianata nel terzo tempo per i padroni di casa, nel quale scappano sul +4, per poi complicarsi nei minuti finali anche per via di un po’ di fortuna che ha assistito i liguri in fase d’attacco.

peter toth
Como Nuoto e Crocera prima del via

A inizio match Viola si fa trovare pronto con una bella deviazione su Luca Fulcheris, ma è costretto a capitolare al 1’35” per mano di Andrea Fulcheris che sfrutta l’assist del fratello e la superiorità numerica con Pagani nel  pozzetto. Busilacchi sfugge proprio all’autore del gol impattando il punteggio, poi si guadagna un rigore per un fallo del medesimo, con Toth a battere un Graffigna che riesce solo a toccare il pallone (2-1). Andrea Fulcheris si rifà della doppia sbavatura difensiva realizzando dai sei metri, Fusi ribalta il gioco per Pellegatta che con un tiro sul secondo palo firma il 3-2. Il diagonale dell’ungherese vale il momentaneo 4-2, coach Campanini si becca il giallo per aver mandato a quel paese un direttore di gara, nuova espulsione temporanea per Pagani e Manzone sorprende Viola per il 4-3 dei primi otto minuti.

Trascorsi 57″ nel secondo tempo, arriva il 4-4 grazie a un tiro di Giordano da posizione centrale. Sarà la frazione più avara di gol ed emozioni della serata, Viola ci mette una pezza sulla sbavatura difensiva che permette a Tamburini di andare al tiro in tutta comodità. L’alza e tiro dalla “gialla” di Peter Toth frutta il 5-4 sul quale le due formazioni vireranno al giro di boa, nonostante le traverse colpite da Ieno prima e Andrea Fulcheris poi.

Annuncio Pubblicitario

Poi il tempo in cui, come già accennavamo, la Como Nuoto piazza il break decisivo. Aperto da un gol sul secondo palo quasi allo scadere dei 30″ da parte di Fusi, momentaneamente interrotto Pedrini fortunato a trovare una serie di deviazioni, ripreso da Ferrero in boa, proseguito ancora da Peter Toth con un nuovo alza e tiro, ultimato da capitan Pellegatta che sfrutta l’uomo in più per il 9-5. Congiu permette al Crocera di accorciare le distanze sul 9-6, con ancora otto minuti da giocare.

La buona sorte torna dalla parte dei liguri in apertura di quarto, con Ieno che vanifica la difesa di Pellegatta per il -2. Tamburini si mangia letteralmente un gol, Pagani finisce definitivamente fuori per proteste. Peter Toth realizza il suo secondo rigore di giornata e firma la sua personale cinquina (10-7), ma la squadra di Campanini si rifà sotto con le reti aiutate dal palo da parte di Pedrini e Tamburini (10-9). Istanti finali che diventano al cardiopalma, time-out per gli ospiti a quattro secondi dal termine ma Giordano non riesce a trovare l’ultima conclusione grazie alla difesa di Busilacchi.

Arrivano così tre punti sudati ma importanti per la Como Nuoto, che mercoledì prossimo affronterà nuovamente in casa il recupero contro un President Bologna confinata a soli due punti dalla zona play-off. Una partita dura ma per questo week-end si può sorridere, nonostante la sorprendente vittoria di Sturla 6-5 contro Ancona. In classifica lariani +2 sulla zona play-out, con il terzultimo posto occupato proprio dal Crocera Stadium (che però conservano una differenza reti positiva negli scontri diretti visto il successo dell’andata).

COMO NUOTO – CROCERA STADIUM 10-9  (4-3, 1-1, 4-2, 1-3)

COMO NUOTO: Viola, Bianchi, Pagani, Lepore, Busilacchi 1, Toth 5, Beretta, Gennari, Cassano, Pellegatta 2, Bulgheroni, Fusi 1, Ferrero 1. All.: Polacchi.

CROCERA STADIUM: Graffigna, Pedrini 2, Giordano 1, Ieno 1, Congiu 1, Figini, Ferrari, Tamburini 1, Fulcheris L., Dellepiane, Bavassano, Manzone 1, Fulcheris A. 2. All.: Campanini.

Arbitri: Boccia e Zedda.

NOTE – Uscito per limite di falli Andrea Fulcheris (Crocera) nel quarto tempo. Espulsi per proteste Dellepiane (Crocera) nel terzo tempo e Pagani (Como Nuoto) nel quarto tempo. Ammonita l’intera squadra della Como Nuoto per simulazione nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Como Nuoto 3 su 12 +2/2 rigori, Crocera Stadium 4 su 10. Spettatori: 200 circa.

peter toth
Maria Vittoria Rosanna (Rane Rosa), 32 minuti per lei vista l’assenza di Frassinelli

Stesso punteggio anche per le Rane Rosa, che ottengono tre punti alla Sciorba contro la Locatelli. Una sfida non facile per le ragazze di coach Tete Pozzi, anche in virtù di una settimana di allenamenti non facile per alcune delle sue giocatrici, alle prese con qualche problemino fisico. Partono bene le locali, che chiudono il primo tempo avanti 3-1. A metà gara è perfetta parità, mentre nel terzo tempo le lariane riescono ad allungare sul +2 sfruttando due volte la superiorità numerica e una controfuga. Ultimi otto minuti abbastanza concitati, con una serie di espulsioni per entrambe le squadre. Le genovesi tentano la rimonta ma si devono fermare sul 9-10 con il rigore trasformato a cinquanta secondi dalla fine. Dopo la pausa pasquale, per le comasche big-match contro Trieste in acque ancora da decifrare, vista e considerata la temporanea chiusura della piscina olimpica di Muggiò.

US LOCATELLI – COMO NUOTO 9-10  (3-1, 2-4, 1-5, 3-2)

US LOCATELLI: Bolla Pittaluga, Figari 3, Donato, Tedesco 3, Ravanna, Bissocoli 1, Avenoso, Nucifora, Bianchi, Cabona 1, Ciccione, Isetta, Bianco 1. All.: Carbone.

COMO NUOTO: Gorri, Romanò M. 2, Antonacci 2, Girardi, Trombetta 1, Giraldo 2, Bianchi 1, Radaelli, Romanò B., Lanzoni 2, Cassano, Masiello E., Rosanna. All.: Pozzi.

Arbitro: Ferrari.

NOTE – Superiorità numeriche: Us Locatelli 3 su 9 + 2/2 rigori, Como Nuoto 5 su 14 +1/1 rigore.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento