Pallanuoto Metanopoli come da pronostico, Como Nuoto a testa alta

pallanuoto metanopoli
il massimo della pizza banner

Lariani sconfitti dalla corazzata Pallanuoto Metanopoli ma con onore. Alla piscina Pia Grande finisce 13-15, capitan Pellegatta indomito con sei reti.

Chiedere di più a coach Zimonjic e ragazzi sarebbe stato francamente impossibile in questa nona giornata del campionato di A2 maschile. Di fronte una formazione, quella di San Donato Milanese, costruita per vincere tutte le partite di questo torneo che possiamo definire di transizione verso il grande salto in A1. L’anno scorso per la Pallanuoto Metanopoli il trionfo a mani basse nel girone 2 di serie B, quest’anno gli uomini di caoch Mammarella si apprestano a fare altrettanto forti di rinforzi di assoluto livello. Basterebbe fare il nome di Niccolò Gitto, campione del mondo nel 2011 e plurimedagliato olimpico, per rendere l’idea della qualità di questa rosa, ma si potrebbe proseguire menzionando Alessandro Di Somma, Francesco Brambilla ed Emanuele Ciardi, senza dimenticare gli ex di turno Tommaso Busilacchi e Sebastian Susak. La giovane squadra comasca incassa la quinta sconfitta in altrettanti match casalinghi, ma esce dall’impianto monzese con la convinzione di potersela giocare con tutti. Non una cosa da poco, insomma, in attesa della prossima sfida contro Zero9 Roma in cui tornare a fare punti sarà d’obbligo dato che l’appuntamento con la vittoria manca oramai da quattro turni.

pallanuoto metanopoli
Niccolò Gitto, pezzo da novanta di San Donato Metanopoli Sport

 

Sono Gennari con una conclusione sul primo palo e Zanetic dalla distanza a rispondere alle reti rispettivamente di Busilacchi in boa e di Baldineti in un inizio scoppiettante. Poi gli ospiti allungano sul 2-5, merito dei gol siglati da posizione centrale di Di Somma e Susak, entrambi con l’uomo in più (out Zanetic e Fusi), intervallati dalla realizzazione di un Ciardi lasciato abbastanza libero. La capolista spinge sull’acceleratore e in apertura di secondo si porta sul +6 con Francesco Brambilla che da circa sei metri infila Viola con un tiro sopra la sua testa. Poi inizia a salire in cattedra capitan Pellegatta, che trasforma prima un rigore guadagnato da Cardoni per un fallo da parte dell’autore del gol precedente, replicando poi immediatamente alla rete di Baldineti da posizione due con una conclusione sul secondo palo per il 4-9 di metà gara. Nella prima parte della terza frazione si mette in luce Cassano con una doppietta, ma sono Pellegatta con un alzo e tiro e Fusi in controfuga con Alessandro Brambilla nel pozzetto, a riavvicinare la formazione comasca sull’8-11. Caliogna e Baldineti ristabiliscono le distanze, è di Beretta il gol del 9-13 con cui si entrerà negli ultimi otto minuti di gioco. Fusi con un tiro scagliato da lontano che rimbalza sull’acqua sorprende Ferrari ridando velleità di risultato ai padroni di casa (11-14), ci pensa però Baldineti un minuto più tardi a ipotecare il successo a favore dei milanesi con una conclusione sul primo palo. Nel finale è Pellegatta con l’aiuto della traversa e dai cinque metri per un fallo subito nei suoi confronti da parte di Busilacchi a rendere onorevolissima la sconfitta della Como Nuoto Recoaro, con le due reti del definitivo 13-15.

Dalle altre piscine

Non vuole sapere di abbandonare le speranze per il successo finale Camogli, che grazie al 6-8 rifilato a Bogliasco nel derby ligure, si mantiene a soli tre punti dalla vetta dalla classifica. Successi interni anche per Lavagna (8-7 contro Sturla) e Torino (12-9 contro il Crocera), mentre la Zero9 Roma conquista il primo successo stagionale violando la piscina dell’Arenzano 7-8. Infine, senza vincitori né vinti il duello tra Vela Nuoto Ancona e President Bologna, che si conclude sull’11-11.

COMO NUOTO RECOARO – PALLANUOTO METANOPOLI 13-15  (2-5, 2-4, 5-4, 4-2)

COMO NUOTO: Viola, Bet, Bianchi M., Lepore, Zanetic 1, Bianchi A., Beretta 1, Gennari 1, Cardoni, Pellegatta 6, Bulgheroni, Fusi 2, Cassano 1. All.:Zimonjic.

METANOPOLI: Ferrari, Ciardi 1, Brambilla A. 2, Susak 2, Di Somma 1, Baldineti 4, Caliogna 2, Brambilla F. 1, Caravita, Busilacchi 1, Gobbi, Gitto 1, Mellina Gottardo. All.: Mammarella.

Arbitri: Giacchini e Licari.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 6 su 14 + 2/2 rigori, Metanopoli 5 su 8 +1/1 rigore. Espulso per proteste Zanetic (CO) nel quarto tempo. Usciti per limite di falli Susak (ME), Di Somma (ME) e Gitto (ME) nel terzo tempo. Spettatori 100 circa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento