Lavagna 90 sbanca la Pia Grande, Zanetic non basta a Como

lavagna 90
il massimo della pizza banner

Nella 3^ giornata di A2, il Lavagna 90 batte la Como Nuoto Recoaro 11-6 nell’impianto monzese. Il coach dei lariani chiede miglioramenti in difesa ai suoi.

Secondo impegno casalingo stagionale per i lariani e secondo stop rimediato alla piscina Pia Grande. Con un punteggio che non si discosta molto rispetto a quello contro il Bogliasco, ma è l’andamento del match a essere differente. Infatti, è il Lavagna di mister Martini a condurre dall’inizio alla fine, venendo raggiunto soltanto in occasione del 2-2 a inizio secondo tempo per mano di Ivan Zanetic. Non basta la tripletta del croato, che verrà poi espulso nell’ultima frazione per proteste, a tenere a galla la Como Nuoto. Menicocci e Casazza aprono le danze per la squadra ligure, quest’ultimo si ripete dopo il momentaneo pari locale ed è di Luca Pedroni la rete del +3 ospite con la quale va in archivio la prima metà di gara.

lavagna
I comaschi attorniati a Ivan Zanetic, ieri autore di una tripletta

Nel terzo tempo i liguri allungano ulteriormente con i gol di entrambi i Pedroni (2-7), Zanetic e Gennari in superiorità numerica rispondono sul versante comasco, ma con ancora otto minuti da giocare sono quattro le distanze da colmare per gli uomini di Zimonjic. Il parziale dell’ultimo periodo è favorevole, come i precedenti tre, alla compagine di mister Martini. Casazza fallisce un rigore, Zanetic no ma verrà allontanato successivamente per proteste. E’ di Beretta con l’uomo in più l’ultima rete di serata, la Como Nuoto si arrende per 6-11 e sabato prossimo andrà a far visita all’Arenzano prima della pausa invernale del torneo di A2.

Coach Zimonjić: “Migliorare in difesa, essere più costanti e cinici”

Pur riconoscendo il valore degli avversari, l’allenatore di origine serbe non cerca scusanti e focalizza la propria attenzione come sempre sulla sua formazione. “Sapevamo che sarebbe stato difficile con loro. Potevamo approcciare meglio, ma quello che più conterà da qui in avanti sarà migliorare in difesa. Ma anche in fase di attacco evitare di perdere palla facilmente, per non regalare facili controfughe all’altra squadra. Cercheremo di lavorare anche sulla costanza all’interno della stessa partita, perché spesso si palesano alti e bassi”.

Annuncio Pubblicitario

Dagli altri campi

Prosegue senza tentennamenti il cammino della capolista Metanopoli, che spazza via a domicilio 20-9 Arenzano. Vittoria casalinga anche per Ancona, che con il 12-9 costringe Torino a rimanere sul fondo della classifica a quota zero punti. Nessun blitz esterno nemmeno nelle restanti tre: Camogli ha la meglio su Crocera (11-6), Bogliasco su Zero9 Roma (12-7) e Bologna su Sturla (10-6). La supremazia tecnica di San Donato si evince anche nella classifica marcatori: Brambilla e Di Somma, rispettivamente primo e secondo, fanno il vuoto con 14 e 11 reti già alla terza giornata.

COMO NUOTO RECOARO – LAVAGNA 90  6-11  (1-2, 1-3, 2-3, 2-3)

COMO NUOTO RECOARO: Viola, Bet, De Simone, Lepore, Zanetic 3, Bianchi, Beretta 1, Gennari 1, Cardoni, Pellegatta, Bulgheroni 1, Fusi, Garancini. All. Zimonjic.
LAVAGNA 90: F. Agostini, S. Botto, M. Botto, M. Pedroni 2, L. Pedroni 2, Bianchetti, G. Cotella 1, Gabutti, F. Cotella, Cimarosti 2, Menicocci 1, Magistrini 1, Casazza 2. All. Martini.
Arbitri: Barletta e Roberti Vittory.
NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 2/8 + 1/1 rigore, Lavagna 3/5 + 1/2 rigori. Nel quarto tempo Casazza (LA) fallisce un rigore (parato). Ammonito nel primo tempo il tecnico Zimonjic (CO). Espulso nel quarto tempo Zanetic (CO) per proteste. Spettatori: 100 circa.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento