Jacopo Pellegatta indomabile contro Sturla. Le donne stendono Trieste

jacopo pellegatta

Successo di vitale importanza per gli uomini della Como Nuoto contro Sturla, con cinque reti di Jacopo Pellegatta nel 12-11 finale. Le Rane Rosa battono la capolista Trieste 10-8 e si avvicinano ai play-off.

E una è andata. I ragazzi di coach Luca Polacchi conquistano il primo di due autentici spareggi salvezza, da non sbagliare se si vorranno evitare i play-out di serie A2. Lo hanno fatto in una partita combattuta dall’inizio alla fine, inevitabilmente ruvida vista la posta in palio, giocata al Centro Natatorio “Pia Grande” di Monza vista l’indisponibilità dell’impianto di Muggiò. Un equilibrio solo in parte spezzato in due circostanze: nel primo tempo quando gli ospiti si portano avanti sul 1-3, nel quarto quando una beduina di Busilacchi vale il momentaneo 11-8 interno, prima del ritorno dei liguri.

jacopo pellegatta
Comaschi pronti alla sfida con Sturla

Partono bene i lariani, con il gol di Cassano su assist di Foti. Sarà proprio il giovane marcatore a commettere poi il fallo da rigore su Oneto, con quest’ultimo però a incaricarsene dell’esecuzione e colpendo il palo. Massima punizione concessa anche per un fallo di Riccardo Giusti su Busilacchi, con Toth (prestazione opaca la sua in questa serata) a esibirsi in un inusuale errore, spedendo fuori. Piran trova l’1-1 su passaggio di Baldineti, prima del sorpasso a opera di Bosso con una conclusione sul secondo palo. Vantaggio ospite che sale a +2 con la palomba da circa sette metri nuovamente di Prian, capitan Jacopo Pellegatta accorcia con un tiro da posizione centrale non trattenuto da Ghiara. Liguri ispirati e precisi in attacco, Parodi indovina il tiro nel sette allo scadere dei 30″, capitan Jacopo Pellegatta non ci sta e dalla stessa zona precedente scaglia in rete il 3-4 con 4″ da giocare nel primo tempo.

Il secondo tempo si apre con un rigore provocato da Dainese su Busilacchi e trasformato da Pellegatta, che rimette in parità il punteggio. Fusi riporta avanti la Como Nuoto approfittando di una corta respinta di Ghiara, ma la gara presto cambierà padrone con il pallonetto di Baldineti sul secondo palo e il gol di Rivarola che sfrutta l’assist di Stefano Giusti e l’uomo in più con Beretta finito nel pozzetto (5-6). Al giro di boa però si andrà in perfetta parità, con Ferrero in boa che capitalizza il passaggio di Toth e Viola a distendersi a fil di sirena sul tiro scagliato da Cappelli (6-6).

Annuncio Pubblicitario

Comaschi che ritornano avanti al 1’38” del terzo tempo, con Federico Foti a realizzare in occasione della terza superiorità consecutiva concessa nella stessa azione. La temporanea affibbiata al n°2 di casa permette a Piran di trovare la sua personale tripletta da posizione due, ma Pellegatta oggi è implacabile e in prossimità dello scadere dei 30″ e da sette metri, firma il provvisorio 8-7. Espulsione che tocca anche all’estremo difensore ospite, Cassano non si fa pregare e deposita il 9-7. Il +3 arriva grazie a Busilacchi, Ferrero commette però un’ingenuità con 16″ rimanenti in questo tempo, lasciando la possibilità a coach Ivaldi di imbastire l’ultima azione con l’uomo in più. Baldineti non sbaglia, si entrerà negli ultimi otto minuti con il punteggio di 10-8.

La beduina dalla “gialla” di Busilacchi sembra spianare la vittoria ai lariani (11-8), ma una fulminea doppietta di Dainese nel giro di soli 28″ rilancia le ambizioni di Sturla (11-10). Bonomo viene allontanato definitivamente per proteste, Jacopo Pellegatta in superiorità numerica trova il suo quinto gol che vale il 12-10. Baldineti prova a riaprire nuovamente i giochi con un tiro vincente sul secondo palo, è di Parodi l’ultimo disperato tentativo che però non inquadra nemmeno lo specchio della porta.

La Como Nuoto si impone 12-11 e spera di ripetersi nella sfida di settimana prossima, valevole per 19^ giornata del girone Nord di serie A2, in casa del Sori (all’andata le due formazioni si spartirono la posta in palio). Dopo oggi, viste anche le pesanti vittorie di misura di Civitavecchia contro Torino e Padova contro Lavagna, è sempre più bagarre salvezza. Con i lariani a mantenere due punti di margine sul terzultimo posto, occupato dal Crocera Stadium vittorioso 10-5 contro Brescia.

COMO NUOTO – SPORTIVA STURLA 12-11  (3-4, 3-2, 4-2, 2-3)

COMO NUOTO: Viola, Foti 1, Pagani, Lepore, Busilacchi 2, Toth, Beretta, Gennari, Cassano 2, Pellegatta 5, De Simone 1, Fusi 1, Ferrero. All.: Polacchi.

SPORTIVA STURLA: Ghiara, Baldineti 3, Giusti R., Prian 3, Giusti S., Bosso 1, Cappelli, Rivarola 1, Oneto, Bonomo, Parodi 1, Dainese 2, Dufour. All.: Ivaldi.

Arbitri: Rovandi e Guarracino.

NOTE – Espulso per proteste Bonomo (S) nel quarto tempo. Usciti per limite di falli Busilacchi (C), Giusti S. (S) e Cappelli (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como Nuoto 5 su 14 + 1/2 rigori, Sportiva Sturla 5 su 11 + 1/2 rigori. Nel primo tempo Toth (C) sbaglia un rigore (fuori) e Oneto (S) sbaglia un rigore (palo). Spettatori: 100 circa.

jacopo pellegatta
Le Rane Rosa si compattano prima della sfida a Trieste

Grande vittoria anche per le ragazze di coach Tete Pozzi, giocata nella ristretta piscina di Varese. Una prestazione ai limiti della perfezione contro la capolista Trieste. Ottima partenza delle lariane, che grazie a un attacco efficace e a una difesa solida, si portano sul 3-0 con le reti di Bianchi, Antonacci e Lanzoni (su rigore), prima del gol triestino a opera della mancina Guadagnin a dieci secondi dalla prima sirena. Ospiti che riagguantano le padroni di casa dal 4-1 al 4-4 con due gol di Rattelli e uno in controfuga di Klatowski, ma le comasche a metà gara si ritrovano avanti 6-4 con le firme di Bianca Romanò e Lanzoni. Nel terzo tempo l’allungo decisivo sul 9-4 con la doppietta di capitan Maria Romanò. Ultimo parziale favorevole alle alabardate per 4-1 ma è troppo tardi, le Rane Rosa conquistano tre punti che permettono di restare a un solo punto di distacco dalle seconde della classe, Sori e Bologna, che si scontreranno nel prossimo turno. Lariane invece attese alla trasferta in terra sarda contro Promogest.

COMO NUOTO – PALLANUOTO TRIESTE 10-8  (3-1, 3-3, 3-0, 1-4)

COMO NUOTO: Frassinelli, Romanò M. 1, Antonacci 1, Girardi, Trombetta, Giraldo 2, Bianchi 2, Radaelli, Romanò B. 1, Lanzoni 2, Pellegatta, Masiello E. 1, Rosanna. All.: Pozzi.

PALLANUOTO TRIESTE: Ingannamorte S., Zadeu, Favero, Gant, Marussi, Cergol, Klatowski 1, Ingannamorte E. 1, Guadagnin 1, Rattelli 2, Jankovic 2, Russignan 1, Krasti. All.: Colautti.

Arbitro: Taccini.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 3 su 5 + 1/1 rigore, Pallanuoto Trieste 3 su 10.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Jacopo Pellegatta indomabile contro Sturla. Le donne stendono Trieste

  1. Bravo il capitano e bravo Busilacchi a segnare 2 retj e a procurarsi rigori ed espulsioni. Prian, non Piran, in Liguria e’ un cognome molto noto nella pallanuoto. Perfetta la cronaca rispetto alle poche righe degli altri siti.

Lascia un commento