Gug che confusione! Como Nuoto ko rocambolesco con Sturla

gug

Como Nuoto Recoaro perde 5-7 in casa contro Sturla, una sfida che ha lasciato basiti gli spettatori per le azioni adottate dal Gug (Gruppo Ufficiali Gara).

La sensazione da parte di tutti, una volta lasciata la piscina Pia Grande di Monza, è che la partita valida per il quinto turno di A2 tra comaschi e liguri, sia stata fortemente condizionata dagli episodi arbitrali. Non opinioni personali, ma oggettività dei fatti. Siamo al minuto ventinove quando Massimiliano Ruscica, Commissario inviato da parte del Gug a Monza per il match in questione e per quello precedente tra Metanopoli e Crocera, inizia a parlare a turno con la coppia di arbitri e con i giocatori delle varie squadre. Il gioco è quindi fermo, tra una discussione e l’altra il tempo non trascorre solo metaforicamente parlando, ma anche sul tabellone. Il cronometro passa magicamente dai 3’45” restanti ai 3’29”, con il pubblico furibondo a farlo notare. Una parentesi all’interno di una serata che in un certo senso certificherà l’inadeguatezza dei signori Baretta e Polimeni. Si ripartirà da qui, ma ribaltare l’esito dell’incontro in un clima del genere è tutt’altro che facile. Così arriva il gol degli ospiti anziché dei padroni di casa con Matteo Villa, che taglia definitivamente le gambe agli uomini di Zimonjic per il definitivo 5-7. Per la Como Nuoto si tratta della terza sconfitta in altrettante gare interne.

gug
Massimiliano Ruscica (Commissario Gug), in piedi tra due giocatori a bordo vasca

Eppure l’inizio della sfida era stato tutto sommato discreto per i lariani, i primi a portarsi avanti con Fusi su assist di Beretta, sfruttando la doppia superiorità numerica per le espulsioni di Cappelli e Giacobbe. Cognatti-Mele elude in boa la marcatura proprio di Fusi pareggiando a metà tempo, ma anche Cardoni non è da meno in posizione 6 per il nuovo vantaggio locale. Prima frazione che però terminerà 2-2, ci pensa infatti Dainese a 8″ dal termine a ristabilire l’equilibrio. Nel frattempo qualche tifoso di Sturla sugli spalti inizia a lamentarsi del metodo arbitrale, casualità vuole che poco dopo arrivi una svista che costa cara ai comaschi. Cognatti-Mele colpisce in faccia Viola dopo una sua parata, scattano le proteste e a farne le spese è Pellegatta, incredibilmente sorpreso per non aver detto una parola. La gara del capitano finisce qui, un’assenza certamente pesante da quel momento alla fine. Sturla trova coraggio, con Dainese da posizione 2 e con una beduina clamorosa all’incrocio opposto di Bisso, al giro di boa si ritrova avanti 2-4. Nel terzo tempo è un ottimo Beretta (il migliore tra i comaschi come contro Arenzano) a permettere alla Como Nuoto di riagguantare la parità con due reti consecutive, nel mezzo Viola tiene a galla i suoi con i salvataggi su Dainese e Vergano. Zanetic si mangia il gol del sorpasso colpendo il palo, cosa che non fa Beretta ricevendo il passaggio di ritorno proprio da parte del croato all’inizio degli ultimi otto minuti (5-4). Pronta la reazione ospite che pareggio subito con Simone Villa che sfrutta l’espulsione definitiva di Fusi, nemmeno sessanta secondi più tardi e arriva la rete in boa di Cognatti-Mele per il contro sorpasso ligure. Le battute finali ve le abbiamo raccontate già, i comaschi si arrendono e coach Zimonjic lascia in fretta e furia l’impianto monzese a fine contesa. Sabato prossimo faranno visita alla Crocera Stadium.

Dalle altre piscine

La Metanopoli si conferma autentica schiacciasassi, infliggendo alla Crocera Stadium un sonoro 21-4. Prova a tenerne il ritmo Camogli, che passa 6-8 in casa di un President Bologna sorprendentemente in difficoltà in questo avvio di torneo. Vittorie interne per Vela Nuoto Ancona e Bogliasco, appaiate a quota nove in classifica, rispettivamente 14-8 contro Arenzano e 12-9 contro Lavagna. Così come per Torino, che si sbarazza con un 15-8 di Zero9 Roma.

Annuncio Pubblicitario

 

COMO NUOTO RECOARO – SPORTIVA STURLA 5-7  (2-2, 0-2, 2-0, 1-3)

COMO NUOTO RECOARO: Viola, Bet, De Simone, Lepore, Zanetic, Bianchi, Beretta 3, Gennari, Cardoni 1, Pellegatta, Bulgheroni, Fusi 1, Cassano. All. Zimonjic.

SPORTIVA STURLA: Ghiara, Degl’innocenti, Dainese 2, Vergano, Villa M. 1, Bisso 1, Cappelli, Rivarola, Villa S. 1, Giacobbe, Giusti R., Cognatti-Mele 2, Gilardo. All.: Ivaldi.

Arbitri: Baretta e Polimeni.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto 3 su 16, Sportiva Sturla 2 su 10. Usciti per limite di falli: Giusti (SS) e Fusi (CO) nel quarto tempo. Espulso per proteste Pellegatta (CO) nel secondo tempo. Espulso nel terzo tempo il tecnico Ivaldi (SS). Spettatori: 100 circa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Gug che confusione! Como Nuoto ko rocambolesco con Sturla

Lascia un commento