Francesco Marciano tris ma la spunta Como: President ko

francesco marciano
[ethereumads]

La Como Nuoto infligge la prima sconfitta al team bolognese, a cui non basta un buon Francesco Marciano. Alla Pia Grande è 8-7 per i locali.

A distanza di sole due stagioni dall’ultima volta, torna un grande classico per quanto concerne il campionato maschile A2 di pallanuoto. Quella tra il club di Viale Geno e la President Bologna è infatti una sfida ricorrente nel girone Nord del torneo sopracitato. Momentaneamente interrotta nel 2020/21, annata nella quale la società felsinea decidette di ripartire dalla serie B a causa delle difficoltà economiche sopraggiunte con l’avvento dell’emergenza sanitaria.

In questa quarta giornata i lariani hanno saggiato le reali capacità degli emiliani, che si sono ritrovati a punteggio pieno dopo tre partite. Ebbene, la vittoria dei comaschi ha confermato un po’ quello che si sospettava prima di oggi. Un primato in parte agevolato da avversarie precedenti non di primissima fascia (Sturla, Crocera, Arenzano). In definitiva, visti i trentadue minuti di gioco odierni, ci sentiamo di dire che la President vale un po’ meno del primo posto, probabilmente anche della zona play-off. Mentre i ragazzi di Zimonjić valgono di più di una semplice lotta salvezza. La Como Nuoto ha tutte le capacità per attraversare quantomeno un 2021/22 decisamente tranquillo.

La partita

Che fosse un sabato favorevole ai padroni di casa lo si era capito già dai primissimi minuti. Con un pizzico di buona sorte dalla loro parte, a differenza dei loro rivali. Un tiro di Moscardino si spegne sul palo interno, mentre la deviazione di D’Antilio su assist di Ciardi colpisce la traversa e poi carambola su Firmani per il primo vantaggio del match. Sfortunata deviazione del portiere ospite anche in occasione del 2-0, quando un diagonale di Marchetti da posizione due si infrange inizialmente sul palo. Tuttavia sarà Parisi con un tiro da posizione centrale e con un tap-in a seguito di una colomba del proprio compagno, a firmare il 2-2 dei primi otto minuti.

Beretta prova a rilanciare le ambizioni dei locali bucando centralmente la zona su assist di Fusi, immediata però la replica di Francesco Marciano da posizione tre con la sua mano debole. Tentativi di quest’ultimo che successivamente si fermeranno sulla traversa, poi il 4-3 realizzato da Ciardi su passaggio di Shvedov. Viola in qualche modo riesce a metterci una pezza su Cecconi, la prima metà di gara va in archivio con la Como Nuoto avanti 4-3.

Lariani che si riportano sul +2, ci penserà Marchetti a capitalizzare una controfuga nata dopo un gol annullato a Parisi, pizzicato dentro i sei metri. Sventola il cartellino giallo per entrambi i coach, gli animi si scaldano, Shvedov è costretto a fermare con un rigore Moscardino e Marciano lo converte battendo Viola sopra la sua testa. Gennari da posizione quattro approfitta della definitiva inflitta a De Simon per il 6-4, tuttavia una palla persa dell’autore del gol permette a Parisi di involarsi in attacco e Shvedov è costretto al secondo tiro dai cinque metri di giornata. Sempre Marciano trasforma alla sinistra di Viola, Fusi in controfuga ristabilisce il doppio vantaggio prima del 7-6 di Kadar da posizione quattro su assist di Francesco Marciano.

Ultimo tempo con la Como Nuoto orfana del suo giocatore kazako, ma con un Viola in grado di essere determinante con i suoi interventi, deviando subito sulla traversa un tentativo di Kadar. Rosanò con un tiro a incrociare infila un non incolpevole Firmani per il provvisorio 8-6, poi il portiere di casa torna a esaltarsi. Dapprima nuovamente sul giovane ungherese, poi in uscita su Moscardino. Ciardi manca il colpo del ko sul passaggio di Fusi, Kadar viene dimenticato e rimette tutto in discussione con l’8-7 da posizione uno. Negli ultimi instanti di gioco due reti annullate ai bolognesi: la prima realizzata dopo i 30″, la seconda in prossimità della sirena finale nata da una palombella di Parisi effettuata dentro i sei metri. I tre punti vanno così ai lariani che risalgono al sesto posto in graduatoria.

francesco marciano
Francesco Marciano, insieme a Daniele Parisi anima della President

Dalle altre piscine

Quella della Como Nuoto è paradossalmente l’unica vittoria interna di questo turno di campionato. Facile successo per De Akker Team nella piscina dell’Arenzano 8-17, abbastanza netto anche quello di Camogli contro Rari Nantes Imperia 6-11, mentre più sofferto quello di Bogliasco 1951 (11-13 a Brescia) e di Torino (9-10 contro Crocera Stadium). Parità invece tra Sturla e Lavagna 90, partita terminata con il punteggio di 6-6.

COMO NUOTO RECOARO – PRESIDENT BOLOGNA 8-7  (2-2, 2-1, 3-3, 1-1)

COMO NUOTO: Viola, Shvedov, Bet, Rosanò 1, Birigozzi, D’Antilio 1, Beretta 1, Gennari 1, Ciardi 1, Pellegatta, Marchetti 2, Fusi 1, Filippelli. All.: Zimonjic.

PRESIDENT: Firmani, Campolongo, Orsoni, Cecconi, Moscardino, Mengoli, Marciano 3, Belfiori, De Simon, Kadar 2, Schettino, Parisi 2, Di Vittorio. All.: Risso.

Arbitri: Scappini e Magnesia.

NOTE – Superiorità numeriche: Como Nuoto Recoaro 4 su 10, President Bologna 1 su 12 +2/3 rigori. Usciti per limite di falli De Simon (PR) nel terzo tempo, Bet (CO) e Shvedov (CO) nel quarto tempo. Espulso per cattiva condotta Parisi (PR) nel quarto tempo. Espulso per proteste il tecnico Zimonjic (CO) nel quarto tempo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento