Fin prolunga lo stop a Como Nuoto e Pallanuoto Como

fin

La Fin conferma la sospensione di tutti i tornei nazionali di pallanuoto, nei quali sono coinvolte anche le due società comasche, fino almeno al 31 maggio.

Tra le ultime società sportive a iniziare i propri campionati, tra le prime a doversi fermare a causa dell’ormai nota emergenza Coronavirus. E’ lo strano destino delle realtà di pallanuoto riconducibili alla serie A2 e alla serie B, con le prime che avevano iniziato il proprio cammino il 16 novembre con gli uomini e il 26 gennaio con le donne, mentre le seconde avevano dovuto aspettare il 18 gennaio di quest’anno particolarmente funesto. Tutte però accomunate dall’ultimo weekend nel quale sono scese in acqua per cercare di strappare i tre punti: quello del 22 febbraio.

Da quella data in poi la situazione è andata addirittura peggiorando, con il Dpcm del 9 marzo che ha ordinato la chiusura dei centri natatori e vietato gli allenamenti ad atleti che non fossero coinvolti nella preparazione dei Giochi Olimpici di Tokyo, successivamente rinviati al 2021. Misure che hanno inevitabilmente colpito anche i tesserati della Como Nuoto e della Pallanuoto Como, che da allora sono costretti a mantenersi in forma in qualche maniera tra le mura amiche. Facile a dirsi ma difficile a farsi.

 

fin
Le Rane Rosa, autrici di un ottimo avvio di torneo

Al momento dell’interruzione, il club del presidente Mario Bulgheroni stazionava in A2 al nono posto con gli uomini e in prima posizione ex aequo insieme a Bologna con le donne, mentre la società di Giovanni Dato veleggiava in una lusinghiera quanto in parte inaspettata seconda piazza nel girone 2 di serie B. E adesso una domanda sorge spontanea: che ne sarà dell’attuale stagione? La risposta definitiva non è ancora data saperla.

Annuncio Pubblicitario

Questa mattina la Fin (Federazione Italiana Nuoto) si è limitata a comunicare ufficialmente la sospensione della finale di Coppa Italia maschile e di tutti i campionati nazionali di pallanuoto fino al 31 maggio, in attesa di ulteriori approfondimenti e prossime valutazioni da parte delle autorità circa le riaperture della fase 2. Medesima sorte anche per tutti gli eventi e le competizioni di carattere nazionale di nuoto, compreso il campionato Juniores estivo inizialmente previsto a Verona dal 14 al 17 maggio.

Un Consiglio Federale della Fin che ha provveduto al tempo stesso a istituire una commissione composta da specialisti sanitari e da referenti federali. L’obiettivo è quello da fungere da supporto alle autorità governative e fornire qualificate considerazioni in modo da poter riaprire il prima possibile le piscine nella fase 2 o in quella successiva, a favore degli sportivi ma anche di tutti i cittadini.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento