Erik Szabo all-around tra gli uomini, Rane Rosa ko con onore

erik szabo
[ethereumads]

Vittoria vibrante 8-7 della Como Nuoto maschile contro Brescia, sorretta dalle giocate difensive di Erik Szabo.Donne sconfitte 18-8 a Catania.

Nel resoconto del week-end pallanuotistico del club di viale Geno partiamo dal risultato negativo incassato dalla prima squadra femminile, che tuttavia ha alcuni risvolti assolutamente positivi. Si perché la formazione di coach Pisano, in occasione della sesta giornata del torneo di A1, si era recata nella piscina della squadra campione d’Italia: L’Ekipe Orizzonte Catania. Chiaramente impensabile fermare una corazzata del genere, però le lariane hanno sfoggiato un’ottima prestazione dopo l’opaco match di Rapallo, provando a rimanere il più vicino possibile alle quotatissime avversarie per almeno metà gara, salvo poi cedere alla distanza anche a causa di una certa disparità di freschezza fisica.

Decisa la partenza delle etnee, che si portano sul 2-0 con Viacava e Longo. Prontissima reazione però delle ospiti, che trovano con Iannarelli da posizione uno il momentaneo pari. Bettini batte Frassinelli alla sua destra dai cinque metri per il +3 interno, Gagliardi con caparbietà e strapotenza in boa per il 6-3 di fine primo tempo. Bettini da posizione due approfitta dell’espulsione di Radaelli per regalare il +4 alla sua compagine, al giro di boa Catania e Como Nuoto ci andranno sul punteggio di 8-5, dopo il tap-in di Bianca Romanò a fil di seconda sirena sul tiro scagliato da Bianchi.

Comasche che provano a non mollare fino a metà della terza frazione, dove troveranno il 9-6 grazie a un pallonetto di Borg in controfuga. Palmieri si procura due rigori, Williams trasforma mentre Bettini si vede deviare il tiro sulla traversa da Frassinelli. Rimedierà Oliva da posizione quattro con la rete dell’11-6 con ancora otto minuti da giocare. Nell’ultimo tempo Volpato tra i pali della porta lariana, Longo con una doppietta e Leone portano a otto i gol di margine a favore delle locali, Bianca Romanò è l’ultima ad arrendersi fra le ospiti trovando due volte la via della rete. Di Bettini con un alzo e tiro dalla distanza all’ultimo secondo disponibile il sigillo per il definitivo 18-8. Rane Rosa che dunque non si schiodano dall’ultima piazza seppur in coabitazione, ma che con questa prestazione possono guardare con rinnovato ottimismo alla prossima sfida in programma sabato prossimo contro il Bogliasco.

erik szabo
Le Rane Rosa prima dell’ingresso in acqua contro Catania (foto Como Nuoto)

L’EKIPE ORIZZONTE CATANIA – COMO NUOTO RECOARO 18-8  (6-3, 2-2, 3-1, 7-2)

CATANIA: Scibona, Halligan 1, Oliva 1, Viacava 1, Gant, Bettini 4, Palmieri, Lombardo, Gagliardi 2, Williams 2, Longo 6, Leone 1, Condorelli. All.: Miceli.

COMO NUOTO: Frassinelli, Romanò M., Fisco, Borg 1, Giraldo 1, Bianchi 2, Iannarelli 1, Romanò B. 3, Lanzoni, Cassano, Radaelli, Volpato. All.: Pisano.

Arbitri: Rizzo e Schiavo.

NOTE – Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte 4 su 9 + 2/3 rigori, Como Nuoto Recoaro 3 su 8 + 1/1 rigore.Uscite per limiti di falli Giraldo (CO) e Radaelli (CO) nel terzo tempo, Gant (CA) nel quarto tempo. Bettini (CA) fallisce un rigore nel terzo tempo.

Erik Szabo non solo bomber, piegato il Brescia Waterpolo

Tiratissima, sudatissima ma importantissima vittoria invece per la formazione maschile della Como Nuoto, che gli permette di mantenere la terza piazza nel girone Nord di A2 in compagnia del Lavagna. In occasione del quinto turno di campionato contro il team di Sussarello, merita una menzione particolare la prova di Erik Szabo. Un ungherese giunto in riva al Lario con la fama di autentico capocannoniere, avendo messo a ferro e fuoco le difese del raggruppamento sud nello scorso torneo con oltre trenta gol. Ma notevole è stata ieri la performance dell’ex Palermo in fase difensiva, dimostrandosi così un giocatore davvero completo.

Tornando a parlare del match, ottimo l’approccio dei lariani capaci di portarsi sul 2-o con una doppietta di Fusi. Ospiti che però non rimangono a guardare, mettendo la freccia con il secondo gol di Balzarini in controfuga dopo l’espulsione di Bet (3-4). Nella seconda frazione le emozioni scemano, Ghioldi dalla distanza e Tononi da posizione quattro per il 4-5 al giro di boa. Nel terzo tempo Viola manterrà inviolata la sua porta con interventi importanti su Tononi e Casanova, mentre Marchetti da posizione uno e Fusi al volo su assist di Bini le firme per il 6-5 con ancora otto minuti da disputare. Nei quali i bresciani riagguanteranno i rivali in due circostanze (colomba di Balzarini e Tononi da posizione cinque), prima di essere infilati dal tiro di Ciardi su assist di Erik Szabo per il definitivo 8-7. Sabato prossimo Como Nuoto che andrà a far visita al President Bologna.

COMO NUOTO RECOARO – BRESCIA WATERPOLO 8-7  (3-4, 1-1, 2-0, 2-2)

COMO NUOTO: Viola, Bini 1, Bet, Birigozzi, Szabo, Bianchi, Beretta, Marchetti 1, Ciardi 2, Pellegatta, Ghioldi 1, Fusi 3, Pasetti. All.: Zimonjić.

BRESCIA: Massenza, Garozzo Di Grazia, Stocco, Tononi 3, Lodi, Balzarini 3, Tortelli, Di Murro, Zanetti, Casanova, Rivetti 1, Sordillo, Cammarota. All.: Sussarello.

Arbitri: Chimenti e Castagnola.

NOTE -Superiorità numeriche: Como Nuoto Recoaro 2 su 7, Brescia Waterpolo 4 su 8. Uscito per limite di falli Rivetti (BR) nel quarto tempo. Spettatori 100 circa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento