Como Nuoto ripartita, tra dubbio sede e certezza La Pinetina

como nuoto

Termina la prima settimana di allenamenti in Como Nuoto. Presso il centro La Pinetina si recupera la forma perduta e si pianifica la stagione 2020/21.

Sono giorni agrodolci, quelli attuali, per il club della ranetta. Da un lato monta l’amarezza per le questioni legate alla sede di viale Geno, con le chiavi dello stabile che stanno per passare nelle mani della Pallanuoto Como, nonostante le numerose ombre createsi dal diniego della verifica dei tesserati agonisti di quest’ultima da parte della Fin Lombardia. Dall’altro invece c’è soddisfazione per il recente accordo raggiunto con il centro sportivo La Pinetina di Appiano Gentile gestito dalla famiglia Arzani.

Una mossa che permetterà ai quasi trecento atleti della Como Nuoto Recoaro di tornare ad allenarsi regolarmente. La struttura adiacente ai campi calcati dai calciatori dell’Inter, permetterà agli atleti del presidente Mario Bulgheroni di poter lavorare dapprima fino al 31 luglio, successivamente dall’1 al 20 settembre. Insomma, il principale problema è stato risolto quantomeno per l’estate, mentre permane incertezza per quanto riguarda la stagione autunnale e quella invernale. La speranza è che l’ipotesi della gestione dell’Olimpica di Muggiò da parte di Csu (Como Servizi Urbani) possa palesarsi, ma il rischio di dover guardare altrove rimane concreto.

como nuoto
La Pinetina di Appiano Gentile

A quel punto si spalancherebbero nuovamente le porte della piscina di Chiasso. Un impianto certamente giudicato ideale per lo svolgimento dell’attività agonistica, ma che al tempo stesso graverebbe non poco sulle finanze del club, con il costo degli spazi acqua che raddoppierebbe. Senza trascurare che bisognerebbe sempre trovare una piscina per disputare le partite casalinghe di pallanuoto, con le opzioni che rimarrebbero le stesse (Busto Arsizio, Monza, Varese) e le inevitabili ripercussioni riguardanti gli spazi pubblicitari destinati a eventuali sponsor.

Annuncio Pubblicitario

Insomma, il quadro economico non pare sicuramente il più roseo, ma nonostante questo la Como Nuoto Recoaro ha deciso di non far nessun passo indietro. Le prime squadre saranno regolarmente al via dei tornei di A2, anche se con ambizioni differenti. Una partecipazione non certamente scontata visti i danni provocati dal Covid-19. Basti pensare, ad esempio, che un club storico e di vertice come il President Bologna ha scelto di ripartire dalla serie B.

Gli uomini saranno sempre allenati da Predrag Zimonjic, dopo l’ottimo lavoro svolto dal coach serbo nei precedenti mesi. I suoi ragazzi hanno iniziato a prendere confidenza con la nuova struttura tre volte questa settimana, mentre dalla prossima gli allenamenti diverranno già cinque, con il pallone che si potrà utilizzare come da protocollo dal 25 giugno. Della rosa non faranno più parte Andrea Bulgheroni (diventato Ds), Giacomo Cardoni e con buona probabilità Francesco Lepore. In attesa di capire quali possano essere le risorse a disposizione per qualche innesto, si farà ancor più affidamento su alcuni elementi del proprio settore giovanile.

Stefano “Tete” Pozzi passerà ai cinque allenamenti invece sette giorni più tardi. Il gruppo non dovrebbe subire particolari cambiamenti: ad oggi bisogna registrare il solo trasferimento di Virginia Boero nella compagine di Trieste in A1. Non c’è assolutamente fretta quindi di dover integrare la rosa con qualche acquisto mirato, anche in virtù delle ottime prestazioni della squadra registrare nell’ultimo e incompleto campionato. C’è fiducia nel poter ripresentarsi ai vertici del raggruppamento Nord nel prossimo torneo, grazie alla forza del collettivo ma anche alla qualità di alcune giovanissime come Rebecca Bianchi e Bianca Romanò, in odore di convocazione nel raduno della nazionale giovanile in programma a Ostia in agosto.

Anche il settore nuoto ha ripreso a sudare, con i novanta atleti (di cui quaranta esordienti) allenati da Verika Scorza. Pochissimi le manifestazioni rimaste regolarmente in programma. Uno di questi sarà la 57esima edizione del Trofeo Internazionale Settecolli, che si svolgerà dal 12 al 14 agosto allo Stadio del Nuoto di Roma. E’ valido anche come Campionato Italiano Assoluto e si confiderà soprattutto nella stella Martino Pavan.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento