Bogliasco Bene diesel, Como Nuoto Recoaro ko al debutto

bogliasco bene

Uomini di Zimonjić in palla per metà gara all’esordio nel torneo di A2, poi perdono due pedine importanti e il Bogliasco Bene passa a Monza 7-12.

Esordio sfortunato per i ragazzi di Predrag Zimonjić nel campionato 2019/20 di serie A2 maschile. Alla piscina monzese Pia Grande (che rischia diventare stabilmente l’impianto casalingo per i problemi legati a Muggiò), i lariani mostrano organizzazione e buone giocate per almeno sedici minuti, salvo poi essere costretti ad alzare bianca anche in virtù dei problemi di falli che hanno colpito giocatori chiave, in una rosa che già di per sé vede in uscita dalla panchina ragazzi estremamente giovani.

bogliasco bene
E’ il Bogliasco di coach Magalotti a portare a casa i due punti

Primo gol a opera di Fusi che sorprende un non impeccabile Di Donna da circa sei metri, con i padroni di casa che si portano sul 3-1 grazie alla “sassata” di Zanetic e la rete dal perimetro di Bulgheroni, prima del 4-2 di Pellegatta con Puccio temporaneamente nel pozzetto. E’ proprio quest’ultimo, dopo aver sbagliato un rigore, a portare in parità il punteggio con due reti praticamente identiche da posizione quattro (4-4), prima di firmare la personale tripletta per il provvisorio 4-5. E’ Cardoni a essere punito ingiustamente per un fallo di rigore su Puccio anzichè Fusi, svista arbitrale pesante perché estromette il centroboa definitivamente dall’incontro. Metà gara che si concluderà sul 6-6 per merito di un gol di Fusi dalla distanza che danza sulla linea di porta e giudicato regolare.

Nel terzo tempo i comaschi perdono con l’espulsione definitiva anche capitan Pellegatta, il Bogliasco Bene con Canepa scappa sul +3, prima del gol di Bulgheroni che riaccende le speranze con ancora un tempo da giocare (7-9). Nel finale di gara in evidenza il portiere Viola che prova così a limitare il passivo della Como Nuoto Recoaro sulle conclusioni di Tamburini e Puccio, ma i lariani non segnano più e ci pensa Sciallero nel finale con una contro fuga a suggellare il 7-12 in favore dei liguri.

Annuncio Pubblicitario

Coach Pedrag Zimonjić: “Tanto da lavorare, ma i ragazzi han dato il massimo”

“Ancora non ho rivisto la partita per analizzarla, ma sicuramente abbiamo ancora tanto da lavorare. Siamo partiti bene ma poi abbiamo commessi diversi errori. Generalmente preferisco non commentare le decisioni arbitrali, però l’espulsione di Cardoni ha inciso perché siamo rimasti senza centroboa, così come quella seguente di Pellegatta. Io sono comunque contento perché i ragazzi hanno provato a dare tutto cercando di superare difficoltà oggettive, cercheremo di migliorarci”.

Dagli altri campi

Travolgente successo per la favorita del girone Nord, Metanapoli Sport, contro Torino (prossimo avversario della Como Nuoto Recoaro) per 19-8 sempre nella piscina Pia Grande. Netta affermazione casalinga anche per la Vela Nuoto Ancora contro la Zero9 Roma 15-8, più risicate invece quelle di Sturla (8-10 nell’impianto del Crocera Stadium) e di Camogli (10-7 in casa contro Arenzano). Infine, termina in parità il match tra Bologna e Lavagna 90, con nove reti per parte.

COMO NUOTO – Bogliasco Bene 1951  7-12  (4-2, 2-4, 1-3, 0-3)

COMO NUOTO: F. Viola, Bet F. L., De Simone E., F. Lepore, I. Zanetic 1, A. Bianchi, M. Beretta, G. Gennari, G. Cardoni 1, J. Pellegatta 1, A. Bulgheroni 2, M. Fusi 2, Garancini D.. All. Zimonjic.

BOGLIASCO BENE 1951: F. Di Donna, E. Percoco, Tamburini, G. Guidaldi 1, Congiu Giovanni, Mauceri, A. Bottaro 1, M. Monari 4, G. Boero 1, E. Sciallero 1, D. Puccio 3, A. Canepa 1, Congiu Giosue’. All. Magalotti.

Arbitri: Petraglia e Guarracino.

Note: Nel primo tempo a 7.48 Puccio (BO) fallisce un rigore (fuori). Usciti per limite di falli: Cardoni (CO) nel secondo tempo, Pellegatta (CO) e Percoco (BO) nel terzo tempo, Boero (BO) e Bulgheroni (CO) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como Nuoto 4 su 12, Bogliasco 7 su 13 e 0/1 rigore. Spettatori: 250 circa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento