Serie C bye bye, il Como sale con un record atipico

serie c

Azzurri in B nonostante un dato curioso. Tra tutte le vincitrici di serie C dal dopoguerra, è la squadra con la media gol subiti più alta.

Due anni dopo è di nuovo festa. E che festa. Il 28 aprile 2019 il Como ritornava tra i professionisti grazie alla rotonda affermazione contro la Virtus Bergamo e il contemporaneo pari tra Mantova e Sondrio. Una formazione, quella allenata da Marco Banchini sotto la supervisione di Ninni Corda, capace di far registrare la media punti più alta di sempre in serie D.

Domenica scorsa, invece, quella di mister Gattuso è stata in grado di riconquistare la B, frequentata per l’ultima volta nel 2015/16. E l’ha fatto decisamente alla sua maniera, con un calcio decisamente più votato all’attacco rispetto a quello che la storia e la tradizione comasca ha svelato a più riprese. Come dimenticarsi, infatti, il record (tutt’ora imbattuto ed ex-equo con il Milan) di minor reti subite fra le mura amiche nel 1984/85, quando i lariani ne incassarono soltanto due.

serie c
Uno scatto di Como-Alessandria, match che ha regalato la B ai lariani

Ebbene, la formazione attuale ha fatto il contrario, con un dato in controtendenza. Motivo? Come è noto, tante spiegazioni sono nel sistema di gioco con molti interpreti più portati alla fase offensiva che non a quella difensiva. Spesso e volentieri una punta insieme ad altri tre giocatori avanzati, l’assenza di un vero incontrista a centrocampo, terzini nella difesa a quattro con un passato in altre zone del rettangolo verde.

Vincitrici di serie C, solo il Casale nella prima edizione subì più reti del Como

Negli States si usa spesso dire che “l’attacco ti fa vendere i biglietti, ma la difesa ti fa vincere le partite“. Statistiche alla mano, niente di più vero. Ma che qualcuno provi a spiegarlo al club di viale Sinigaglia che, oltre a non aver incassato praticamente nulla dai botteghini per via delle note restrizioni sul Covid, ha vinto il campionato nonostante le attuali 44 reti subite (10^ difesa del girone A), 1,19 a partita. E ammesso e non concesso che nell’ultima contro il Novara la porta dovesse rimanere inviolata, la media resterebbe la peggiore dal dopoguerra in poi. Per trovare un dato peggiore in assoluto, bisogna risalire al 1937/38, quando l’allora Casale si impose nel gruppo C subendo lo stesso numero di reti ma in 30 incontri, oltre che a segnare ben 69 gol.

Promozione dalla C alla B con più di un gol di media subito: un plotone ristretto

E spulciando in tutte le altre annate della storia riguardante la terza divisione, si scopre che in poche sono riuscite nell’impresa di centrare il salto di categoria subendo più di una rete a partita. Quella fatidica media che idealmente è sempre servita per distinguere le ottime difese (o fasi difensive che dir si voglia) da quelle meno attrezzate. Oltre ai già citati casi di Como e Casale, ne troviamo altri cinque. Il Prato nel 1948/49 (1,05), la Juve Stabia nel 1950/51 (1,03), il Cittadella nel 2015/16 (1,03), la Cremonese nel 2016/17 (1,05) e il Livorno nel 2017/18 (1,06). Interessante vedere come ben tre  siano riferiti agli anni recenti, segno che probabilmente anche il modo di fare calcio stia cambiando. Per quanto riguarda invece la media gol più bassa di sempre, è stata fatta registrare dalla Reggiana nel 1970/71 con 0,23 a incontro (9 reti in 38 giornate).

Supercoppa di serie C, in arrivo la Ternana dei record

Sempre restando in tema di numeri e riabbracciando l’attualità, con la conquista del girone A il Como si è guadagnato l’occasione di disputare per la prima volta nella sua storia la Supercoppa di C. Una competizione che raggruppa tutte le squadre vincitrici dei tre gironi e che vedrà impegnata anche Ternana più una tra Perugia e Padova (8,15 e 22 maggio, accoppiamenti da definire). E i rossoverdi di mister Lucarelli ci arriveranno senz’altro con i favori dei pronostici, viste le mirabolanti prestazioni sfoderate in questa stagione. Numeri incredibili hanno permesso alla Ternana di issarsi già in cima a varie statistiche riguardanti la terza serie: record assoluto di punti (90 quelli attuali), miglior media punti (2,57 a incontro), maggior numero di punti  e vittorie in trasferta (45 e 28), maggior distacco sulla seconda (23 punti) e record di vittorie totali (28).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Serie C bye bye, il Como sale con un record atipico

Lascia un commento