Serie B di calcio e Como, arrivederci al 2022: rinviati due turni

[ethereumads]

Nell’assemblea odierna di Lega la scelta di posticipare i prossimi due turni della serie B di calcio nel nuovo anno, permettendo i recuperi.

Ci risiamo. Per la terza volta consecutiva il Covid presenta al mondo del calcio e ai club un conto salato da pagare. E non soltanto in termini economici, con gli spalti degli stadi che faticano a riempirsi decentemente a causa delle restrizioni tutt’ora in vigore e che potrebbero diventare ancor più stringenti. Ma anche in termini di regolarità delle competizioni, perché non tutte le formazioni sono colpite in egual modo. Sta di fatto che, due partite della diciottesima giornata rinviate e praticamente metà della prossima destinate anch’esse a essere posticipate, hanno costretto quest’oggi la Lega B a spostare l’ultimo turno d’andata e il primo di ritorno.

Serie B di calcio, slittamento del calendario: prima i recuperi

Niente match dunque il 26 e il 29 dicembre, con i comaschi che avrebbero dovuto affrontare Cremonese e Crotone. Gli incontri valevoli rispettivamente per la diciannovesima e ventesima giornata verranno disputati nei week-end del 15 e del 22 gennaio, soltanto dopo il recupero delle gare non disputate nello scorso fine settimana: Benevento-Monza e Lecce-Vicenza.

Successivamente il cammino delle venti squadre iscritte al torneo cadetto 2021/22 proseguirà come stabilito originariamente dal calendario, con l’introduzione però di due impegni infrasettimanali, per recuperare il tempo perso. Riguarderanno più precisamente il quarto e il sesto turno, riprogrammati per il 15 febbraio (Como 1907 impegnato a Frosinone) e 22 febbraio (azzurri di scena a Benevento).

Il controverso ruolo delle Ats

Nonostante i casi di positività si stiano palesando un po’ in tutte le società (nove in tutto quelle coinvolte), anche in questo 2021/22 fa discutere le prese di posizioni differenti di una Ats piuttosto che un’altra. Che potrebbero dunque tornare nuovamente a vestire i panni dell’arbitro. Non si capisce, infatti, su quali basi quella di Monza e quella di Lecce abbiamo fermato le attività delle squadre del loro territorio a fronte rispettivamente di cinque e due positività.

Mentre Pisa e Spal, ad esempio, sono state costrette a scendere in campo nonostante cinque casi ciascuno (nel frattempo saliti a venti per gli estensi). Insomma, sarebbe necessaria una certa uniformità di decisioni per provare a non falsare eccessivamente i valori di un campionato già di per sé molto livellato. Costringere determinate formazioni a disputare i propri incontri nonostante svariate assenze piuttosto che giocarli in condizioni di normalità, potrebbe influenzare pesantemente sul piazzamento finale di esse.

Como 1907 per ora toccato marginalmente: un solo caso

Anche il club lariano, pesantemente colpito nella scorsa stagione, ha comunicato martedì scorso di aver riscontrato una positività nel giorno precedente. Il nome, come da prassi, non è stato reso noto ufficialmente, anche se dovrebbe trattarsi di Vittorio Parigini. Ebbene, nonostante ciò gli uomini di mister Gattuso hanno proseguito con le sedute d’allenamento al centro sportivo di Bregnano e lo faranno anche nei prossimi giorni, anche a fronte di un calendario ridisegnato.

serie b di calcio
I comaschi proseguiranno ad allenarsi fino all’antivigilia di Capodanno

Infatti, l’Associazione Italiana Calciatori e la Lega di serie B di calcio si erano accordate a suo tempo per la sospensione degli allenamenti dal 30 dicembre al 6 gennaio compresi. Così gli azzurri si ritroveranno il 7 gennaio per preparare al meglio la sfida contro la Cremonese programmata originariamente per Santo Stefano.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento