Samuele Mulattieri doppietta, Como replica con Iovine e Gliozzi

samuele mulattieri

Spumeggiante match allo Scida: Samuele Mulattieri devastante, ma gli azzurri agguantano due volte gli avversari e rischiano di vincere.

E’ iniziato quest’oggi il campionato di serie B 2021/22 per il Como 1907. Allo Stadio Ezio Scida, nella sfida contro il retrocesso Crotone, i giocatori lariani hanno potuto contare sul supporto di una decina di tifosi, che si sono sobbarcati la trasferta in aereo per poter rivedere finalmente la propria squadra del cuore dal vivo in un incontro ufficiale. Uno sforzo ripagato da una buona prova da parte dei loro beniamini e da un incontro ricco di emozioni.

Occasioni che non sono mancate né da una parte, né dall’altra, soprattutto nella ripresa. E nonostante l’undici comasco voluto da mister Gattuso abbia attuato le intenzioni della vigilia, ossia giocare con gran equilibrio: un 4-4-2 con la catena di destra composta da Toninelli e Iovine, un po’ più spavalda quella di sinistra con Ioannou e Chajia. Tandem d’attacco invece composto inizialmente da Cerri e Gabrielloni, per poi essere completamente cambiato e con ottimi riscontri nel secondo tempo.

Si perché dapprima è stato La Gumina a guadagnarsi il rigore del 2-2 trasformato da Gliozzi, poi quest’ultimo praticamente a tempo scaduto ha sfiorato il clamoroso 2-3. Fossero arrivati i tre punti per gli azzurri, non si sarebbe certamente gridato allo scandalo. Ma forse, dopo un tourbillon del genere di brividi, il pareggio è l’esito più giusto. Con la palma di mvp che finisce nelle mani di Samuele Mulattieri, giovanissimo talento dell’Inter capace di realizzare 18 gol l’anno scorso nella seconda divisione olandese.

La partita

Lariani che approcciano la gara con un ottimo piglio, rendendosi pericolosi in avvio. Al 4′ Chajia da fuori area cerca la conclusione sul secondo palo, sfera fuori di poco. Un paio di minuti più tardi colpo di testa che termina sul fondo di Cerri su un cross dalla sinistra di Ioannou. Il primo squillo dei padroni di casa in attacco è da annotare al 21′, con un’improvviso tiro dalla distanza di Vulic neutralizzato in due tempi da Gori. Chajia ci riprova attorno alla mezz’ora, accentrandosi dal limite e calciando alto. Al 31′ bella manovra da parte dei lariani: Ioannou dalla sinistra pesca in area Gabrielloni, sponda di testa all’indietro di quest’ultimo per Cerri che però non inquadra la porta. L’ex Cagliari si dimostra comunque vivo nel gioco, una sua deviazione aerea sugli sviluppi del primo corner del match sorvola la traversa. Al 39′ pericoloso fallo appena fuori area commesso da H’Maidat nei confronti di Vulic, è il serbo ad incaricarsi dell’esecuzione ma tiro alto. Al 42′ l’ultima occasione della prima frazione, Molina dalla sinistra pesca bene Maric in area, tuttavia l’attaccante di casa viene ben contrastato da Scaglia nel suo colpo di testa.

Mister Giacomo Gattuso

Nella ripresa il punteggio si incendia. Al 48′ Vulic si guadagna un corner con un tiro da fuori deviato, poi sugli sviluppi dello stesso ci riprova e Samuele Mulattieri mette il piede quel tanto che basta per battere il portiere ospite. Qualche istante dopo Zanellato sfiora il raddoppio dalla distanza su scarico di Molina, ma al 53′ i comaschi pervengono al pareggio. Galoppata sulla sinistra di Chajia, tocco morbido per Iovine che in prossimità della linea di porta non deve fare nient’altro che buttarla dentro. Al 58′ Benali si accentra e tira ma Gori blocca senza problemi, poi Modesto si gioca la carta Kargbo, recuperato all’ultimo. Ed è proprio la velocissima punta a servire in mezzo dal fondo Samuele Mulattieri, che con il piattone mancino sigla il 2-1. Un paio di minuti più tardi Kargbo sguscia in mezzo a un paio di avversari e calcia sul fondo, mentre è il solito Mulattieri a impegnare severamente Gori con un diagonale. Al 78′ medesima esecuzione di Parigini, sul proseguo dell’azione Molina stende il neo entrato La Gumina, è rigore. Dal dischetto Gliozzi spiazza Festa per il ritrovato 2-2. Un minuto dopo Gliozzi colpisce in pieno Parigini sul traversone dalla sinistra di La Gumina, poi clamoroso paolo colpito da Iovine all’84 durante una sua incursione in area. Pochi secondi prima del triplice fischio finale e in pieno recupero, Gliozzi rischia il clamoroso gol del sorpasso. Tuttavia, la sua splendida rovesciata sull’angolo eseguito da Arrigoni viene disinnescata da Festa.

Como che dunque riesce nel suo intento principale, ovvero quello di muovere da subito la classifica. Un buon punto che potrà dare energia positiva e fiducia in vista della prossima trasferta di campionato, che vedrà i lariani impegnati allo stadio Via del Mare di Lecce domenica prossima contro una tra le più serie pretendenti alla promozione in A.

FC CROTONE – COMO 1907 2-2  Marcatori: Mulattieri (CR) al 49′ e al 66′, Iovine (CO) al 53, Gliozzi (CO) al 79′ su rig.

FC CROTONE (3-4-2-1): Festa 5,5; Nedelcearu 6, Mondonico 6, Visentin 5,5; Molina 6,5, Vulic 6,5, Zanellato 6 (dal 64′ Kargbo 6,5), Mogos 5,5; Benali 6, Maric 5,5; Mulattieri 7,5. A disp.: Contini, Saro, Juwara, Zak, Bruzzaniti, Giannotti, Tutyskinas, Borello, Sala, Spezzano, Schirò. All.: Modesto 6.

COMO 1907 (4-4-2): Gori 5,5; Ioannou 6, Bertoncini 5,5, Scaglia 6, Toninelli 6 (dal 63′ Parigini 6); Chajia 7 (dall’83’ Cagnano sv), Bellemo 5,5, H’Maidat 6 (dal 74′ Arrigoni 6), Iovine 7; Gabrielloni 5,5 (dal 63′ La Gumina 6,5), Cerri 6 (dal 74′ Gliozzi 7). A disp.: Facchin, Bolchini, Solini, Kabashi, Chierichetti, Bovolon, Luvumbo. All.: Gattuso 6.

Arbitro: Sig. Doveri di Roma 1 voto 7.

NOTE – Ammoniti: Visentin (CR), Toninelli (CO), Scaglia (CO), H’Maidat (CO), Vulic (CR), Molina (CR), Mondonico (CR). Corner 7-3. Minuti di recupero: 0′ e 4.’

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento